Bellona (Ce)- Sulla pagina di facebook dei comitati ambientalisti locali(cliccare quì sopra per leggere), nata in seguito al disastro ambientale del rogo di Bellona dl sito di stoccaggio Ilside, i Comitati civici in merito a quanto accaduto e alle dichiarazioni dell’ Arpac riguardanti Continua a leggere

SAN NICOLA LA STRADA(Ce) -( di Nunzio De Pinto)  “Siamo enormemente soddisfatti per la decisione del commissario emergenza rifiuti De Gennaro, che, finalmente di fronte all’evidenza dei fatti, é stato sincero ad ammettere che la gente aveva ragione a protestare, perché realmente la discarica Lo Uttaro non presentava le norme di sicurezza e quindi  andava del tutto bocciata l’ipotesi di riapertura della stessa”. Ad affermarlo è la pacifista casertana Agnese Ginocchio  (nella foto sopra insieme ad Antonio Roano e Franco Bernieri del CoMer,  in una recente manifestazione contro la discarica Lo Uttaro a S. Nicola La Strada. Autore Andrea Pioltini fotoreporter.Cliccare sopra per ingrendire)  membro dei comitati ambientalisti. “Proprio in merito a questa probabile notizia di riapertura” – ha aggiunto – “i comitati ambientalisti si sono mobilitati ed hanno tenuto un presidio di protesta sotto la sede comunale, con lo scopo di incontrare il sindaco e di chiedergli chiarimenti in merito. Ma pare che il sindaco non si sia fatto proprio vedere in giro durante tutto il periodo de presidio. Continua a leggere

 CASERTA – L’incontro di fine anno per componenti dei numerosi comitati impegnati contro il degrado dell’area di conurbazione casertana si è svolto nella sala dell’albergo Rebus di San Clemente al crocevia di due città Caserta e Maddaloni. All’appuntamento erano presenti figure impegnate per Maddaloni come Michele Venturino, Luigi Bove, Alfredo Nuzzo, per Caserta  Pasquale Costagliola, Giovanna Maietta, Ciro Malatesta, Giovanni Murgia, Pasquale e Saverio De Lucia. Le questioni che i comitati hanno trattato sono diverse, a cominciare dalla minaccia di Pansa di utilizzare le cave che abbondano sui versanti dei Tifatini tra San Clemente e Maddaloni al cementificio Moccia, che continua ad emettere i suoi miasmi senza limite e controlli. Su quest’ultimo argomento i risultati di alcuni misuratori ambientali dicono che non vi è superamento dei limiti previsti dalla norma. “Una colossale baggianata” – ha affermato Pasquale Costagliola,( nella foto, a dx) Presidente dell’associazione ambientalista Terra Nostra- Continua a leggere

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 190 follower