SANTA MARIA LA FOSSA (Ce)- (di Nunzio De Pinto) Cronaca di una visita a Santa Maria la Fossa, in località Ferrandelle, la discarica di Terra di lavoro, o meglio Terra di nessuno per essere stata ridotta in questo stato. A parlare é Agnese Ginocchio( nelle due foto, cliccare sopra per ingrandire. Nella foto 2  con il presidio permanente dei Comitati civici ambientalisti le persone che figurano sulla foto sono del Comitato di Casal Di Principe. Autore foto Andrea Pioltini, fotoreporter), la testimonial e rappresentante del Movimento per la Pace, che per il suo “alzare la Voce e schierarsi” sta diventando l’emblema ed il simbolo delle lotte per i diritti civili del nostro popolo. Accompagnata dal giornalista cronista locale Raffaele Raimondo il primo suolo su cui hanno messo piede é stato proprio quello del sito davanti all’ingresso della discarica Ferrandelle presidiato attualmente dalla forze dell’ordine, che hanno l’ordine di impedirne l’entrata. Il giornalista Raimondo ha condotto Agnese davanti all’ex presidio di fronte all’ingresso della discarica, ovvero l’ex presidio dei Coltivatori diretti. Dagli oggetti gettati a terra e abbandonati il giornalista ha detto che “Questo é il primo segno di sconfitta e di cedimento dei comitati”. La leader pacifista ha voluto lanciare un messaggio a Lino Martone della SIAB, alla Coldiretti e a tutti i comitati ambientalisti. “La battaglia per la difesa di questo territorio, uno dei più vasti di terra di lavoro deve continuare” – ha affermato – “I mostri avanzano inesorabilmente. Riprendete vigore Continua a leggere