Pietravairano(Ce)- CASO CAVE E CEMENTIFICIO. La presidente del Comitato civico per la tutela del territorio Maria ACQUARO informa che Venerdi 1 Aprile a Pietravairano(Ce) arriverà la Troupe della RAI di “Uno Mattina” per documentare da vicino lo scempio delle Cave e per dare voce al Comitato cittadino di protesta. Per chi volesse partecipare per sostenere la lotta dei comitati civici e far sentire la propria voce di dissenso allo scempio ambientale in corso, l’appuntamento é per le ore 11.00 in piazza Municipio. La Continua a leggere

Pubblicità

LA LOTTA CONTRO CAVE E CEMENTIFICIO  A PIETRAVAIRANO  RIPRENDE  CON  PIU’ FORZA E DETERMINAZIONE!!! 

Pietravairano(Ce)- Il comitato civico di Pietravairano  si è costituito legalmente con un atto “ad opponendum” contro il ricorso presentato al TAR-Campania  dalla Moccia spa. che ha chiesto l’annullamento delle decisioni contrarie  alla “delocalizzazione” di cave e cementificio “Moccia S.p.A”. Continua a leggere

SAN NICOLA LA STRADA(Ce)–(di Nunzio De Pinto)  Il Comitato civico che si batte contro la paventata privatizzazione dell’acqua nella giornata di ieri ha organizzato un gazebo che, dalle 9.00 e sino alle 19.00, ha raccolto migliaia di firme in favore dei tre quesiti referendari depositati a Roma. Uno dei primi firmatari è stato l’ex capogruppo degli allora DS di San Nicola La Strada Vincenzo Battaglia che ha annunciato di essere pronto a candidarsi alle prossime elezioni comunali che si svolgeranno a maggio del 2011 se il Partito Democratico glielo chiederà. Continua a leggere

Rocchetta a Volturno(Is)- (di Michele Visco) si è costituito il comitato civico per la realizzazione di un monumento alla memoria di Jaime Pintor. La decisione adottata dalla giunta guidata dal sindaco Antonio Izzi. Approvata nei giorni scorsi a Rocchetta a Volturno una importante delibera di giunta comunale con la quale i componenti dell’amministrazione cittadina hanno provveduto alla costituzione di un comitato civico che si occuperà della realizzazione di un monumento alla memoria di Jaime Pintor. Continua a leggere

Telese(Bn)- Cittadini in Movimento – Laboratorio di cittadinanza attiva, Comitati civici di San Salvatore Telesino e Guardia S. contro l’inceneritore, Altrabenevento – Associazione per la città sostenibile contro il malaffare, Benevento EcoSolidale – Comunità delle associazioni ambientaliste e solidali sannite, Rete Arcobaleno – Associazioni per un’economia ecosolidale, Coordinamento delle associazioni/comitati contro la centrale elettrica di Ponte Valentino, Lerka Minerka – Naturalismo ed escursionismo, Città di Eufemia – Nodo di economia solidale. Invito a partecipare. Sabato 28 novembre 2009 ore 18.00, al dibattito pubblico Emergenze sul territorio ed aggressione ai beni comuni. Controllo dei cittadini sul governo degli Enti Locali, sull’uso delle risorse pubbliche e sulla gestione dei beni comuni Continua a leggere

Venafro- (Dal corrispondente  Francesco Rossi) Stamane alle 10,00 partiva la protesta contro la probabile chiusura dell’ospedale di Venafro, oltre 3000 i partecipanti, peccato che il vero volto della politica mancava, a partire dal Sindaco, primo assente della mattinata. Le telecamere della Rai e di Tele Molise (vedi foto 2) hanno documentato l’evento straordinario. Non si era mai vista una manifestazione del genere da queste parti. Siamo abituati a vedere manifestazioni a Napoli, Caserta & d. mai però da queste parti. Ciò fa capire che lo sdegno della cittadinanza contro quello che vorrebbero fare, é davvero tale. Il comitato civico  apolitico  denominato: ” LA CITTA’ DI PULCINELLA”  costituitosi in seguito alla probabile chiusura dell’unico Ospedale del territorio (S. Rosario) é stato il vero protagonista della manifestazione.  Anche il cittadino Francesco Rossi dalla confinante Vairano Patenora  ha aderito e partecipato alla manifestazione portando la sua bandiera in segno di solidarietà alla lotta del comitato” Città di Pulcinella”.  Continua a leggere

Alife- (da red. cronaca Alife) Si ritorna a discutere sull’ argomento antenna killer della discordia in località via Valle Forcolina della frazione S. Michele di Alife (vedi foto a sx) . Si ricorda che in questi giorni si sta per costituire il comitato di protesta contro l’elettrosmog. I referenti del comitato hanno lanciato una petizione popolare che ad oggi ha raccolto oltre 300 firme. Sull’argomento é sceso finalmente in campo anche il sindaco di Alife, che a seguito dell’ appello lanciato nei giorni scorsi riportato nell’articolo pubblicato sul nostro portale (vedi quì) e pubblicato inoltre su molte testate cartacee e web della provincia (a cui va il ringraziamento del comitato) nel quale si chiedeva esplicitamente al primo cittadino di chiarire la questione alquanto oscura sulla vicenda dell’ antenna della vodafone installata nella zona suddetta, il primo cittadino ha rilasciato alcune dichiarazioni al giornalista Michele Martuscelli che sono state riportate in un articolo pubblicato su una testata cartacea della provincia (B.C.). Noi le riportiamo per dovere di cronaca: (Sindaco di Alife) “In primis il comune non c’entra niente in quanto la localizzazione é avvenuta su un terreno privato ma soprattutto l’installazione e l’entrata in funzione ha avuto il parere favorevole degli uffici Asl e dell’ Arpac che sono quelli rilevanti. Continua a leggere

FOTONOTIZIA: Antenna Killer telefonia cellulare installata sulla zona collinare della frazione S. Michele di Alife(Ce), nel cuore del verde del Matese

 I cittadini della frazione S. Michele (via Valle Forcolina) si ribellano all’ennesima costruzione di antenna per cellulari che causa eccessivo quantitativo di onde elettromagnetiche ed inquinamento acustico. Raccolte ad oggi 300 firme di protesta.

Alife(Ce)- (da red. cronaca Alife)Nonostante il parere sfavorevole dell’opposizione, da circa due settimane l’amministrazione comunale di Alife ha dato l’ok per l’ installazione di un ripetitore della compagnia di telefonia mobile vodafone sulla zona collinare della frazione S. Michele di Alife, in località Via Valle Forcolina. Immediata la protesta dei residenti. Lo scenario che si é presentato dalla sera alla mattina quello di trovarsi di fronte allo spettacolo dell’antenna. I residenti indignati si sono sentiti denigrati, offesi e calpestati nei loro diritti, soprattutto perché l’antenna é stata installata senza che gli stessi venissero messi a corrente su quanto stesse per accadere, quindi nel più totale silenzio. E’ una questione di etica. Non sono stati rispettati i diritti di democrazia. Accordi segreti infatti, pare che siano stati intrapresi tra comune, gestori della telefonia e proprietari del terreno che ospita l’antenna. I residenti della frazione di S. Michele temono ripercussioni sulla propria salute, Continua a leggere

Totari(Alife)-( di Nadia Maria Nacca) Lo scenario che si apre potrebbe rimandare a una vecchia fotografia del dopoguerra. Ma la realtà è più vicina di quanto si possa immaginare. Siamo a due passi dal centro di Alife(nella foto il palazzo del municipio di Alife) , in una frazione di nome Totari, e più precisamente nelle vie Olivetole e Pacifico. Trentacinque famiglie, due stradine, per un totale di un centinaio di abitanti. Qui mancano ancora i servizi esenziali: l’erogazione dell’acqua avviene ancora tramite l’utilizzo di pozzi, la struttura fognaria è praticamente inesistente, la segnaletica stradale è carente, la carreggiata è dissestata, nonostante costituisca un’importante zona di passaggio, la pubblica illuminazione è insufficiente, i collegamenti con i paesi limitrofi sono scarsi, e, addirittura, le abitazioni sono prive di numeri civici. Fino a qualche mese fa non esisteva neppure il servizio di raccolta differenziata e la spazzatura veniva cestinata a quasi due chilometri di distanza dal centro abitato. La voce di Francesco, un signore del posto, è incrinata dalla stanchezza. E dalla delusione. “La nostra frazione è stata dimenticata per troppo tempo Continua a leggere