Riceviamo e pubblichiamo questa segnalazione che ci perviene da “CURIAMOCI”, inerente alle assunzioni dei figli dei nostri rappresentanti alla provincia, che (beati loro…fortunati figli di papà…) rispetto a noi comuni mortali non hanno dovuto fare i conti ne con la disoccupazione, ne con una vita precaria…porte sbarrate… tutto va male…etc..etc…Niente paura c’é il nostro ‘Magone’ di Terra di lavoro, alias il Presidente della provincia che tutto risolve e fa miracoli davvero! Tutto normale, nò? Continua lo scandalo assunzioni, tutti lo sanno, ognuno sta a guardare e nessuno parla. Chi tace acconsente… e il mondo sta andando  in deriva.  Ogni  commento é superfluo… Vergogna!!!

FIGLI ECCELLENTI PER UN ENTE ECCELLENTE: LA  PROVINCIA DI CASERTA
(da Curiamoci) Raffica impressionante di assunzioni e consulenze all’Amministrazione PROVINCIA DI CASERTA sotto la presidenza di A. DE FRANCISCIS, qualcuno dice: “continua lo scandalo e tutti stanno a guardare.” …………………. Mentre, oggi basterebbe volgere lo sguardo alla società ad intero capitale della provincia di Caserta denominata “Terra di Lavoro” Continua a leggere

Bocca della Selva(Ce)- (da Pro Loco Bocca della Selva) Domenica 7/9/2008 a Bocca della Selva, (foto 1 a sx, da sx: dott. Nicola D’Angerio presidente pro loco, assessore sport Benny Iannitti, Presidente comunità Montana Matese Fabrizio Pepe, Sindaco Piedimonte Matese Vincenzo Cappello e Comandante Guardia Finanza Piedimonte M. Liberato LILIANO. Autore foto Andrea Pioltini, copyright) presso la base degl’impianti scioviari, alle 16,30, si è svolta la premiazione di tutti i partecipanti alla “I° Manifestazione podistica del Matese”, mediante la consegna, da parte delle autorità presenti, di attestati di merito a tutti i partecipanti che hanno concluso il loro percorso, nel tempo massimo stabilito e di una targa per i miglior tempi registrati i ciascuno dei tre livelli di percorso(circa 4 km per ciascun livello). Come è noto, e come evidenziato dai manifesti affissi nella città di Caserta, di Piedimonte Matese e dei paesi del territorio matesino, questa manifestazione programmata dalla Pro Loco di Bocca della Selva, nota località turistica del Matese, con il patrocinio e contributo del Comune di Piedimonte Matese, di Castello del Matese, della Comunità Montana del Matese e dell’Assessorato allo Sport e Turismo della Provincia di Caserta, è stata programmata e realizzata con lo scopo di promuovere sul Matese un turismo ecosostenibile, che possa coniugare i legittimi interessi degli operatori turistici, con la imprescindibile esigenza della tutela del territorio. La partenza dei partecipanti, come da programma è avvenuta al passo di Miralago (foto 2 a dx: Consigliere provinciale Di Franco consegna targa della provincia di Caserta a dott. Nicola D’ Angerio, presidente pro loco Bocca della Selva. Autore foto Andrea Pioltini, copyright) (tenimento del Comune di Castello del Matese), l’arrivo del primo livello , come da programma , è avvenuto a Piano Maiuri Continua a leggere

Alife(Ce)- La festa di San Sisto I papa e Martire é stata molto sentita e partecipata. San SIsto é patrono di Alife, patrono della diocesi Aloife-Caiazzo, nonché compatrono della città di Alatri. Questa é una delle feste più importanti  ed importanti in tutto il territorio dell’alto casertano-matesino e della provincia di Caserta. Oltre  cinquemila i cittadini di Alife & d che hanno partecipato alle solenni processioni nella serata del 10, nella mattinata ed infine nel pomeriggio dell’ 11 Agosto 2008 (vedi foto 1: autore Andrea Pioltini) , per poi proseguire con i festeggiamenti civili nelle serate successive come previsto nel programma festeggiamenti civile- religioso (vedi quì). Per quanto riguarda la festa religiosa in onore al santo patrono, la quale riteniamo sia molto più importante evedenziare rispetto a quella civile, in quanto onorare degnamente un Santo patrono significa imitarne le virtù dandone testimonianza con la vita,  dopo il solenne novenario iniziato il 1 agosto  e susseguito dagli interventi di teologi e biblisti che, su attenta osservazione del parroco del duomo di Alife don Domenico La Cerra, hanno sviluppato i loro interventi sul tema di quest’anno che é stato: “San Sisto, Pastore zelante della Parola“,  aiutando perciò a riflettere meglio  la comunità di Alife sul significato della vita cristiana in relazione alla testimonianza trasmessa dal santo patrono Sisto I papa e martire (leggi quì programma), la festa é proseguita il giorno 10 e 11 agosto con ben tre processioni in totale. La prima (quella del 10) per accompagnare la sacra effige del santo patrono alla Cappella di San Sisto fuori le mura, in memoria del primo ingresso delle sacre Reliquie che da Roma furono portate ad Alife ad opera del conte Rainulfo, signore di tutta la valle alifana; la seconda ( nella mattinata dell’11) per riportare la sacra effige argentea al duomo, dopo la sosta nella cappella fuori le mura per l’intera notte del 10 accompagnata dalla veglia dei fedeli che in gruppi si sono alternati in preghiera davanti al santo; la terza infine quella tradizionale (nel pomeriggio dell’11) lungo le principali strade cittadine attraversando il centro storico della città, con una durata di oltre due ore e la massiccia partecipazione di alifani e non, Continua a leggere