Valentina Candela ha 23 anni svolge il Servizio Civile presso un Ente accreditato: il Consorzio di Cooperative Icaro a S.Maria C.V.(CE). Dal 1 agosto del 2005 è assegnataria di un progetto denominato “Galilei” somministrazione di test per l’ inserimento lavorativo di persone disagiate. In quella struttura i termosifoni non ci sono, l’ unico modo per scaldarsi una vecchia stufa a gas. Il 24 gennaio 2006 la gonna della ragazza prende fuoco. Sul posto non ci sono estintori, i suoi colleghi non riescono a prestarle soccorso immediato. Valentina è una torcia umana, viene portata all’ ospedale Cardarelli di Napoli col 25% del corpo ustionato. La diagnosi: ustioni di II e III grado, prognosi di 60 giorni. Esce dall ‘ospedale dopo 189 giorni e 9 interventi. Dalla cartella clinica: in entrata 25% di ustioni (solo sulle gambe) ed esce con il 50%. Non ci sono foto dello stato delle ustioni di Valentina all’ ingresso nell’ ospedale. Continua a leggere

BENI DEI CLAN: IL CONSORZIO ICARO DIFFONDE NOTIZIE FALSE

Pignataro Maggiore(Ce) – Continua a Pignataro Maggiore, città tristemente nota come la “Svizzera dei clan”, lo scandalo della mancata utilizzazione a fini sociali e di ripristino della legalità dei beni confiscati alle potenti e sanguinarie cosche camorristico-mafiose Ligato, Lubrano, Nuvoletta-Liggio-corleonesi. E, come se non bastasse, il Consorzio di cooperative sociali Icaro (aderente a Libera), al quale sono stati affidati i beni, diffonde notizie false e mette in cantiere iniziative di facciata per dare man forte al sindaco Giorgio Magliocca, braccio destro dell’ex ministro di An Mario Landolfi. L’opinione pubblica si chiede a che cosa sia funzionale la diffusione delle notizie false e che cosa risulti, in merito, alla prefettura di Caserta, al ministero dell’Interno e alla magistratura Continua a leggere