Sorvillo: “E’ uno spreco di danaro pubblico accompagnato da una condotta eticamente scorretta”. Il Consorzio Unico di Bacino non consente il passaggio di cantiere agli operatori di Sparanise

Sparanise(Ce)– Pagati per non fare nulla. Proprio cosi: lo spreco di risorse pubbliche, che vede ancora una volta protagonista il Consorzio Unico di Bacino, prosegue incessante da più di 3 mesi e non accenna a fermarsi. Considerando il particolare momento di stagnazione economica Continua a leggere

Caserta- In allegato l’ accordo quadro sottoscritto in data odierna (martedi 9 Novembre 2010) da Cgil, Cisl e Uil. In particolare l’ accordo rimanda il confronto di merito all’ atto della presentazione del piano industriale da parte di Gisec e riconosce il principio che il Cub e costituito da due diverse articolazioni, corrispondenti Continua a leggere

CASERTA – Gli interventi della Segreteria della Confederazione CISAS di Caserta sui problemi dei lavoratori del Consorzio Unico Rifiuti, senza alcuna demagogia o strumentalizzazione, sono stati ben recepiti dai lavoratori dello stesso Consorzio, stanchi di girare da tempo a vuoto, a causa di interessi personali o politici di qualche improvvisato rappresentante sindacale. Continua a leggere

Piedimonte Matese(Ce)- I dipendenti del Consorzio Unico che operano nell’area matesina approvano la decisione assunta dall’amministrazione comunale di rescindere il contratto fra l’ente municipale con il Consorzio Unico dei rifiuti. Continua a leggere

Piedimonte Matese(Ce)- I Caschi Bianchi coorindati da Anna Maria Ferraro (nella foto con il sindaco Cappello)  hanno identificato gli operatori ecologici addetti al servizio di raccolta. Blitz dei vigili urbani matesini per accertare l’identità degli operatori ecologici addetti al servizio di raccolta. Dopo i carabinieri e le fiamme gialle, arrivano anche i caschi bianchi ad indagare sul sistema dello smaltimento dei rifiuti solidi urbani. Nell’occhio del ciclone il Consorzio unico di bacino. Un ente che appare sempre in maggiori difficoltà, incapace di assicurare la continuità dei servizi ma anche le spettanze ai propri dipendenti così come garantire le necessarie coperture assicurative ai mezzi utilizzati per la raccolta. Continua a leggere

Piedimonte Matese(Ce)- La difficile situazione del Consorzio unico di bacino continua a condizionare la raccolta dei rifiuti. A farne le spese questa volta è stato il comune di Sparanise, nonostante sia riuscito a ottenere l’autorizzazione ad autogestirsi il servizio. Ieri mattina cinque operai (compreso un capo squadra) del Consorzio, dopo dieci giorni di interruzione del servizio, si sono presentati in paese per raccogliere la spazzatura. (altro…)

Raccolta rifiuti: dopo il parere positivo di Bertolaso, Sorvillo attende il disco verde dalla Prefettura

Sparanise(Ce) – E’ ancora emergenza rifiuti a Sparanise. Dopo lo sciopero di venerdì scorso il servizio di raccolta, gestito dal personale del Consorzio Unico di Bacino, prosegue male e a singhiozzo nella maggior parte delle arterie cittadine, con l’effetto di mandare su tutte le furie centinaia di famiglie che in questi giorni stanno prendendo d’assalto gli uffici comunali. Continua a leggere

Caserta- Le scriventi OO.SS. Cgil, Cisl e Uil, esprimono grande soddisfazione in merito al rinvio a data da destinarsi dell’incontro fissato dal commissario liquidatore del Cub, dott. Gianfranco Torturano, per venerdì 17 cm in cui preannunciava a nostro avviso la illegittima volontà di avviare la cigs in deroga per 424 lavoratori del consorzio unico. Continua a leggere

Segreterie Provinciali di Caserta Consorzio Unico delle Province di Napoli e Caserta – rif. art. CE c.a. Commissario Liquidatore – Dr. Gianfranco Tortorano;  Provincia di Caserta c.a. Presidente – On. Domenico Zinzi; Gisec c.a. Amministratore Unico – Dr. Felice Di Persia;  Prefetto di Caserta – Dott. Ezio Monaco;

Oggetto: Stato di agitazione/procedura di raffreddamento a norma leggi 146/90 ed 83/2000.

Caserta- La Legge n°26 del 26 febbraio 2010, che regola il sistema dell’ igiene ambientale nell’intero territorio della Regione Campania, ha introdotto il principio della provincializzazione del ciclo integrato dei rifiuti. Continua a leggere

Circa 400 tonnellate di immondizia nel capoluogo campano e provincia, altre 1000 nel casertano
Corsa contro il tempo per pulire.

NAPOLI – Da Roma ha già fatto sapere che oggi non intende parlare di emergenza rifiuti. “Non al presente”. Eppure lo spettro di una nuova, strisciante emergenza incombe sul ritorno di Silvio Berlusconi a Napoli. Il premier è arrivato in città alle 17 di oggi per lanciare il candidato presidente alla Regione Stefano Caldoro, che i sondaggi danno in vantaggio sullo sfidante del Pd, Vincenzo De Luca. Ma la polemica sull’immondizia che da almeno sei giorni torna ad occupare alcuni quartieri di Napoli e numerosi comuni del casertano, in seguito alle agitazioni di 1300 dipendenti che non percepiscono lo stipendio, preoccupano non poco il Cavaliere. Che proprio in Campania, al banco di prova del disastro rifiuti, battezzò la nascita del “governo del fare”. Al padiglione 6 della Mostra d’Oltremare, imponente struttura di epoca fascista alla porta occidentale della città, ad attendere il primo ministro c’erano 5mila bandiere, oltre 300 pullman di sostenitori, un palco di dieci metri per quattro. Parallelamente, è partita la corsa contro il tempo per cancellare la crisi. Quattrocento tonnellate di immondizia sparse tra il cuore di Napoli e le periferie. Altre 300 nel casertano. E ancora 700 tonnellate ad Aversa, dove il sindaco Domenico Ciaramella ha inviato un esposto alla Procura di Santa Maria Capua Vetere. Continua a leggere

S. Arpino(Ce)-(Da ufficio staff) E’ stata emessa dal Sindaco Eugenio Di Santo, lo scorso mercoledì 17 marzo, la nuova ordinanza che fa fronte all’emergenza rifiuti causata, in questi giorni, dall’agitazione dei lavoratori del Consorzio Unico di Bacino. Il Primo Cittadino si è immediatamente attivato affinchè le conseguenze provocate dall’agitazione potessero essere contenute e, grazie al lavoro svolto insieme con l’ufficio di competenza, ha trovato la soluzione per andare incontro alle esigenze dei cittadini e degli esercenti. “Grazie alla nuova ordinanza del Sindaco Di Santo – ha spiegato l’architetto Paolino Romano – l’eco-centro, ubicato nell’area adiacente al campo sportivo “Ludi Atellani” in Via Baraccone, è stato dotato di idonee attrezzature per la raccolta collettiva della carta, degli imballaggi in cartone, in plastica, in alluminio e banda stagnata, nonché per il recupero di neon e delle lampade a risparmio energetico. Continua a leggere

Caserta- (di Walter Celestino) A seguito dei blocchi dei caselli autostradali di Caserta Nord e Caianello, dello STIR di Santa Maria Capua Vetere e della discarica di Maruzzella le rappresentanze sindacali del Consorzio Unico di Bacino delle Province di Napoli e Caserta sono state convocate nella giornata di ieri, 16 marzo 2010, ad un ennesimo incontro in Prefettura svoltosi alla presenza del Vice Prefetto Vicario dott. Provolo e del Questore di Caserta. Da tale incontro non è emersa alcuna novità positiva per i lavoratori se non l’invito a rimuovere i blocchi stradali. Allo stato attuale i dipendenti versano in uno stato di completa disperazione, ormai sta per maturare la seconda mensilità arretrata e non vi è alcuna certezza per il futuro. Ma la cosa che più di tutto ci spaventa è il totale disinteressamento alla questione da parte dei Sindaci casertani e da parte dei candidati alle elezioni provinciali e regionali di entrambi gli schieramenti. Continua a leggere