Cerreto Sannita(Bn)- Apprendo con piacere grande sensibilità della Commissaria Prefettizia Dott.ssa Annalisa Sorrentino sulle tematiche ambientali e di salvaguardia del territorio. E mi fa immenso piacere riportare la seguente frase apparsa sul “Sannio Quotidiano” del 5 marzo 2011 che così recita :“La rimozione dei rifiuti laddove erano stati segnalati, è stata decisa e portata a compimento in tempi ravvicinati, segno di una sensibilità della gestione commissariale verso le tematiche ambientali che non fa certo rimpiangere l’attendismo di certi sindaci che mal si concilia con l’amenità dei luoghi, specie se questi sono al centro di programmi turistici o, in genere, di fruibilità assistita.” Condivido sia l’azione che lo spirito, in quanto è da anni che denuncio, nell’indifferenza generale da parte dell’amministrazione comunale, il degrado che

Continua a leggere

SAN NICOLA LA STRADA(Ce) – (di Nunzio De Pinto)  Non è raro che un’autovettura, specialmente d’inverno e durante violenti acquazzoni, come quelli che hanno imperversato nell’ultimo mese e mezzo, finisca in una buca non segnalata dai tecnici comunali e non è raro che gli automobilisti che subiscono danni alle loro auto facciano causa al Comune chiedendo il risarcimento del danno. Quello che però sta accadendo ai residenti del Parco SCCAC e in via Pitagora, Via Talete, Via Virgilio, ha dell’incredibile. Dal 2001, anno di insediamento della Continua a leggere

Piedimonte Matese(Ce)- (da Coordinamento cittadino Forza Italia) Ancora una volta solo topi e niente bambini nelle scuole di Piedimonte Matese. E’ questo infatti quello che, incredibilmente per la terza volta in meno di quattro mesi di attività,è accaduto in una scuola il cui edificio è di proprietà del Comune.  Stavolta è toccato agli alunni e al personale della scuola media “VITALE” ma in precedenza lo “spiacevole” episodio era toccato all’Istituto Comprensivo “VENTRIGLIA” a pochi giorni dall’inizio delle lezioni e alla Direzione Didattica del 2^Circolo nella centralissima piazza del Carmine. Continua a leggere

SAN NICOLA LA STRADA (CE)- (di Nunzio De Pinto) Torniamo ad occuparci, ancora una volta dei residenti di Via Galvani che denunziano lo sversamento illegale di rifiuti su un terreno agricolo e lungo le strade limitrofe. Dopo nostri ripetuti interventi, con i quali avevamo denunziato una situazione di allarme sociale ed igienico sanitario, dovuto al fatto che il terreno agricolo confinante con le abitazioni dei residenti era diventato una vera e propria foresta tropicale con l’erba diventata molto alta, l’amministrazione comunale aveva provveduto a far tagliare l’erba da una ditta privata. Quest’ultima, evidentemente chiamata solo per tosare l’erba alta, ha rimasto all’interno del terreno molte buste di spazzatura. A queste, nelle ultime settimane, se ne sono aggiunte tante altre, così che il terreno è diventata una vera e propria discarica a cielo aperto. Continua a leggere

Alife(Ce)- Esplode l’estate furente con tutta la sua afa e con essa ritornano a farsi vivi fenomeni di microcriminalità diffusa. Questa volta ad essere stati messi in atto con abili menti da parte di balordi senza scrupoli una serie di atti vandalici a danno dei commercianti del centro storico. Nelle scorsi notti, è stato appiccato del fuoco all’insegna dei gelati di un’attività commerciale di alimentari sita nei pressi di piazza termine.  A seguire sul corso principale in via Napoli-Roma un ennesimo atto altrettanto grave: l’imbrattamento sia dell’insegna laterale (di colore verde) che dell’intera serranda dell’attività commerciale denominata “Saniallipharum”  mediante vernice di colore oro (come da foto, cliccare sopra per ingrandire) . I balordi privi del senso di responsabilità hanno disegnato in grande su suddetta serranda la volgare figura di un ‘pene'(come mostra la foto). I proprietari delle due attività commerciali hanno esposto immediata denuncia contro ignoti presso gli uffici della stazione dei carabinieri di Alife al comando del maresciallo Aceto. Un messaggio di solidarietà e un plauso particolare va al proprietario dell’attività commerciale Saniallipharum (negozio di sanitari) di proprietà del sign. Antimo De Vizio, il quale a causa dell’imbrattamento con la vernice si é visto costretto a sostituire l’insegna, ormai illeggibile, e a far pitturare nuovamente le serranda a proprie spese Continua a leggere

Caiazzo(Ce)-Desidero fare una premessa, sono una professionista che da anni gira l’Italia e l’Europa per lavoro, mi definisco cittadina del mondo, in realtà sono nata a Milano, Milanese di settima generazione, non ho mai fatto differenze tra Nord e Sud, per me l’Italia è unica e bellissima. Dunque, ho vissunto un intero anno a Caiazzo, una cittadina in provincia di Caserta, il luogo è bellissimo, nel verde delle colline del medio Volturno,ma credo che sia il paese dalla mentalità piu’ menefreghista che io abbia mai visto, ora vi spiego Continua a leggere

Intervento del vescovo di Caserta Raffaele Nogaro (nella foto, autore Andrea Pioltini fotoreporter) sulla presenza della Camorra nel Casertano e in Campania.

CASERTA – (Di Raffaele Nogaro Vescovo) La camorra, in Campania, impedisce le riforme strutturali, indispensabili per organizzare la speranza del futuro. Procura le dimissioni di ogni imprenditoria intelligente e produttiva.Una politica che crei progetti, stabilisca obiettivi, dia la spinta alla soluzione dei problemi è impensabile. E le dirigenze di ogni tipo confondono facilmente il bene comune con l’interesse privato. Il degrado, il sottosviluppo e la disoccupazione fanno sì che l’emigrazione dei giovani volenterosi sia enorme Continua a leggere

Ailano(Ce)- Tre persone sono state fermate ad Ailano mentre erano a bordo di un camion all’interno del quale i carabinieri della stazione di Ailano, guidati dal maresciallo Giuseppe Ratta e dal suo vice, il maresciallo William Salvatore, hanno rinvenuto circa dieci quintali di rifiuti speciali. Due casertani, uno di Santa Maria Capua Vetere e l’altro di Castelvolturno, ed un algerino (tutti volti noti alle forze dell’ordine) sono stati così denunciati alla procura della Repubblica per il reato di raccolta e trasporto illecito di rifiuti speciali. Quando è stato fermato il camion viaggiava in direzione Caserta ed adesso i militari stanno indagando per capire la provenienza del materiale e quale fosse la sua destinazione. Continua a leggere

Piedimonte Matese(Ce)- (di Pietro Rossi)I l Presidente del Consiglio Generale della Comunità Montana del Matese Prof. Marco Fusco ha inviato un appello all’Assessore Regionale al Lavoro e Formazione Professionale Corrado Gabriele, per cercare di recuperare i 700.800,00 Euro di finanziamento per la formazione professionale persi, invitandolo alla MANIFESTAZIONE DI PROTESTA SABATO 1 MARZO 2008 – ORE 18 SALA CONSILIARE Comune di Piedimonte Matese (CE).

 “Pregiatissimo Assessore dottor. Corrado Gabriele, scrive il Prof. Marco Fusco, quando ogni altra via per ottenere il riconoscimento di diritti che si credono acquisiti e rimangono insoddisfatti è preclusa, non rimane altro che rivolgersi a chi è al vertice della scala di intervento al riguardo. “La speranza ha due bellissimi figli: lo sdegno per le cose come sono, il coraggio per poterle cambiare”(S. Agostino). E’ per questo che mi rivolgo a lei: mi ascolti con pazienza. Voglio troppo bene al territorio che mi è stato affidato come Amministratore per continuare a tacere di fronte a scempi che reclamano una urgente soluzione. Non posso stare in silenzio di fronte a un vero e proprio “scempio amministrativo”, Continua a leggere

Capua(Ce)-Passando per la strada provinciale che da Capua porta a Santa Maria Capua Vetere, si vede, a un punto, il recintato gelso col cippo che commemora l’impiccagione del sedicenne Carlo Santagata a quelle fronde, il 5 ottobre 1943, per mano delle SS cui – prima che il suo fucile s’inceppasse – aveva decimata la pattuglia; contro la quale s’era scagliato, solo e di sua iniziativa, per vendicare il furto del pane dei suoi, ma in generale il furto che i nazifascisti facevano – in quei giorni – della libertà a ciascuno e, a molti, quale infine lui stesso, della vita. Se nel ’43 Capua era travagliata dai nazisti, oggi è assediata dall’ immondizia; ieri i gelidi crucchi, oggi i gravidi sacchi coi loro fetidi succhi stazionano superbamente per buona parte delle nostre strade, non importa da chi la colpa parta. Finanche il gelso – si vada a vedere e dolere – è stretto nella morsa dei rifiuti; il gelso del Santagata; quell’albero sacro, cui oltre i corpi dei martiri solo potrebbero appendersi le cetre dei poeti, e presso il quale ogni tanto si depongono, in omaggio, corone di fiori. Continua a leggere

 Neanche l’ Alto casertano si salva. Anche Ad Alife e a Piedimonte Matese discariche abusive (Foto: reportage di denuncia in merito a grave situazione di degrado e di rifiuti in Piedimonte Matese.  A cura di Andrea Pioltini fotoreporter. Cliccare sulla foto per visualizzare l’intero reportage ) .Un plauso alla giornalista autrice dell’articolo

Campania– (di Lilly Viccaro) L’affaire dell’emergenza rifiuti in Campania sembra aver fatto aprire gli occhi a chi per decenni li ha avuti chiusi sulla pericolosità dei rifiuti, soprattutto quelli illegali, scaricati in mille posti sempre uguali e diversi, disseminati in tutta la regione. A partire dalla natura incontaminata dell’Alto Casertano fino alle coste della provincia di Salerno, passando per l’hinterland napoletano e l’entroterra sannita. La mappa delle discariche abusive non è ancora definitiva, anche se quelle scoperte fino ad ora non sono poche. Continua a leggere

 Il giorno Martedì 12 Febbraio, alle ore 19,00 nel salone della chiesa di Puccianiello, incontriamoci per chiedere interventi immediati, per costringere la politica a lavorare per la fine dell’emergenza.

CASERTA- (foto a dx Comitato Emergenza rifiuti Ce. Autore: Andrea Pioltini, fotoreporter) Cumuli di immondizia sono presenti ovunque, la città e le campagne sono invase da rifiuti pericolosi e maleodoranti. Caserta sta vivendo uno dei momenti più bui della sua storia, è ormai evidente la separazione della politica dal paese reale, una inaffidabilità del sistema che controlla la città, la provincia, la regione e la nazione. Di fronte a questa situazione è necessario da parte della società civile unirsi per chiedere a gran voce la soluzione della crisi con programmi chiari ed efficaci. La politica non può chiudersi nel palazzo per giocare sulla nostra pelle ma deve dare risposte alla comunità. Occorrono piani precisi che prevedano strutture e metodi per smaltire i rifiuti, bonificare il territorio, preservare la salute pubblica e rilanciare l’economia.

Continua a leggere

(Foto denuncia Degrado e Rifiuti a Piedimonte. Cumuli di rifiuti bruciati. Reportage fotografico a cura di Andrea Pioltini) Riceviamo da un assiduo lettore del nostro portale matesino e volentieri pubblichiamo questa lettera di sfogo e di denuncia. Ci fa enormemente piacere constatare che ci sono persone nel nostro territorio con la testa sulle spalle, che hanno a cuore la sorte per il bene comune e che per quanto riguarda la grave situazione ambientale, ovvero ci riferiamo all’ annosa questione del degrado e dei rifiuti che persiste da più di un anno nella cittadina di Piedimonte Matese, uno dei comuni più in vista dell’alto casertano matesino,  si sentono offese e prese in giro dai nostri politici che ci rappresentano. Insomma la questione rifiuti non faceva parte del programma dell’attuale sindaco? E come mai si sta dilungando così tanto? Alcune settimane fà il nostro portale pubblicò un reportage fotografico di denuncia inerente  alla grave situazione di degrado e di rifiuti a Piedimonte Matese. Ma insomma, a chi volete prendere in giro? I cittadini sono stanchi!!! Si respira diossina mortale nell’aria a causa degli enormi cumuli di rifiuti e di discariche a ciel aperto diffuse dappertutto e infine ci si ammala. Dove sta la sicurezza, la tutela sanitaria e quella della cittadinanza? Quali garanzie dunque? Adesso ci giunge anche la notizia che si sta utilizzando la zona dell’ex macello comunale come discarica. Ma da chi partono questi ordini? O forse non sapete che non si può utilizzare un sito per discarica quando nei pressi dello stesso vi sono abitazioni e case. Quì si sta violando il principio di salvaguardia della salute delle popolazioni che invece dovrebbe essere difeso dall’art. 32 della nostra Costituzione. Questo é il colmo!!! Un appello alla società civile a ribellarsi a questo sistema politico che anzichè migliorare peggiora sempre più lo stato della vita. Nostra Terra di lavoro si sta trasformando in un vero e proprio immondezzaio, una discarica totale, cumuli di rifiuti sparsi e diffusi dappertutto. Altro che sviluppo del territorio e turismo. Che Dio ci salvi da questa catastrofe ambientale!(Commento da red. Alto Casertano-Matesino & d)

Piedimonte Matese(CE)-(da Tony Dallara) Salve sono un assiduo lettore del vostro portale di cui vi faccio i miei sinceri complimenti. La motivazione che mi porta a scrivere è dettata da una constatazione mia personale: l’immobilismo riguardo al problema rifiuti nella nostra città: Piedimonte Matese. Premetto che come tanti altri giovani non mi identifico più in nessun colore politico, tradito da aspettative  dall’una e dall’altra parte, mi chiedo però: cosa si aspetta a partire con la raccolta differenziata? forse che i rifiuti ci sommergono? Credo che ormai è passato oltre 1 mese da quando si procedeva alla “normale” raccolta dei rifiuti. Mi chiedo se in questo mese si fosse iniziata la raccolta differenziata le nostre strade si ritrovavano in queste condizioni?  E il compostaggio domestico? Nessuno a mai sentito parlare del compostaggio domestico in un territorio dove fortunatamente gli spazi verdi pubblici e privati ci sono, raccogliere la parte organica dei rifiuti e ricavarne compost potrebbe significare ridurre rifiuti in mezzo alle strade! Continua a leggere

PIEDIMONTE MATESE (Ce)- (di Andrea Boggia) ” Esprimo grande soddisfazione per l’esito molto positivo e incoraggianta della raccolta firme contro Bassolino, che si è tenuta nelle giornate di Sabato e Domenica nelle piazze della nostra città. Tantissimi sono stati i cittadini che, ormai esasperati dai problemi che attanagliano la regione Campania e la nostra comunità, hanno voluto prender parte alla petizione popolare da noi presentata. Il problema rifiuti ( nella foto a dx, autore Andrea Pioltini fotoreporter,  reportage fotografico Degrado e Rifiuti a Piedimonte Matese) non vede ancora, ahimè, tempestiva risoluzione. L’emergenza in cui ci ha condotto il governatore Bassolino ci costerà ancora tanto in termini economici e temporali, prima di poter uscire dalla crisi. Le colpe sono oggettive, non ci si può nascondere dietro l’ipocrisia. E’ per questo che oggi, ancor più forti del sostegno dei cittadini onesti di Piedimonte, chiederemo a gran voce, anche dall’alto casertano, terra abbandonata e sommersa dalla “monnezza”, le dimissioni immediate di Antonio Bassolino. Continua a leggere

Ringraziamo il prof. Francesco Fabbri di Firenze, critico musicale e giornalista, turista nella nostra terra per legami affettivi ed amicizie incontrate, (Foto a dx degrado e rifiuti a Piedimonte Matese, autore Andrea Pioltini fotoreporter) per questo importante e significativo intervento di riflessione su vari problemi che, partendo da una visita alla Reggia di Caserta,  attanagliano il nostro territorio (viabilità, degrado..) e dulcis in fundo sull’ annosa questione dell’ Emergenza Rifiuti in Campania che purtroppo non si arresta, ma, come recitano i versi della canzone(demo) ambientalista dell’artista matesina per la Pace Agnese Ginocchio come “Mostro avanza inesorabilmente...”venendo a toccare così anche le sponde delle nostre terre dell’alto casertano matesino, un tempo terre incontaminate… Quello che tutti noi ci auguriamo é di non essere completamente travolti e divorati da questi Mostri (politici che hanno permesso lo scempio ambientale dei rifiuti). A maggior ragione urge responsabilità, un immediato cambiamento di rotta e forte mobilitazione da parte della società civile..

Piedimonte Matese(Ce)- ( di Francesco Fabbri) Dico la verità: forte era stata la tentazione di definire “terra in agonia” quella che verrà qui descritta, ma poi vi ho rinunciato per alcuni motivi. Innanzitutto detesto i toni apocalittici da giornalismo d’assalto; in secondo luogo ritengo sempre positivo lanciare un messaggio di speranza, perché se certi problemi sussistono e sono indubbiamente pesanti, è altrettanto vero che nulla è irreparabile e molto si può e si deve fare. Beninteso con grossi sforzi e sacrifici da parte di ognuno. Come recita un acuto adagio, “tutte le generalizzazioni sono pericolose: questa compresa”. Dunque non mi arrogo nessuna verità universale, e quelli che seguono sono solo pensieri in libertà, ricavati dai miei soggiorni (dall’ultimo in particolare) nell’Alto Casertano. Continua a leggere

Piedimonte Matese(Ce)- FOTONOTIZIA-” Guerra ai Rifiuti! Fermiamo i MOSTRI che ci stanno divorando… ‘CHI’ CI HA RIDOTTI IN QUESTO STATO ? ” VERGOGNA ” !!! Non solo dunque a Napoli e a Caserta, ma il forte tasso di inquinamento e di degrado ha toccato da vicino anche le nostre zone dell’ alto casertano matesino, un territorio che dovrebbe ancora conservarsi incontaminato. Purtroppo l’evidenza dei fatti dimostra il contrario. La foto di denuncia in oggetto (a sx) si riferisce al grave stato di abbandono e di degrado che persiste da mesi nella città dell’alto casertano e comune matesino di PIEDIMONTE MATESE (Caserta). Inutile dire che i cittadini del comune matesino sono al limite della sopportazione. Il REPORTAGE FOTOGRAFICO di denuncia é a cura e per gentile concessione del fotoreporter “ANDREA PIOLTINIContinua a leggere

L’articolo sulla dichiarazione di Agnese Ginocchio, correlato all’argomento rifiuti di quello del prof. Altieri di seguito riportato, é stato pubblicato in data odierna sul quotidiano cartaceo della provincia: “Gazzetta di Caserta“( pagina Caserta) accanto a quello del prof. Altieri.

CASERTA – “Ma quale “Notte bianca” Io proverei vergogna“. È questa é stata la prima reazione di Agnese Ginocchio Continua a leggere