DIFENDIAMO LA QUALITA’ DELLA NOSTRA VITA E IL FUTURO DEI NOSTRI FIGLI.

incendio-ilside-bellona-3A distanza di oltre un anno dall’ incendio nell’ILSIDE, che portò alla ribalta il pericolo rappresentato dal sito di stoccaggio dei rifiuti per il territorio non è cambiato nulla. (altro…)


Caivano(NA)-
Sigilli ai campi agricoli coltivati. Sequestro “ad horas” di un’ampia area in cui si producono prodotti che restano il vanto dell’agricoltura locale: coltivazioni di broccoli e zucchine, soprattutto, ma anche frutteti con alberi già in (altro…)

CEMENTIFICIO MOCCIA DI SAN CLEMENTECASERTA –(Di Nunzio De Pinto)  “Dopo le prove di inquinamento il cementificio Moccia ha oramai inaugurato il nuovo corso di degrado ambientale dopo la tregua dovuta all’intervento sanzionatorio per mancato rispetto delle norme di sicurezza ambienta leda parte dell’ARPAC e degli altri organi ispettivi”. È quanto ha affermato Pasquale Costagliola, Presidente dell’ Associazione ambientalista “Terra Nostra”, strenuo difensore (altro…)

Dopo aver salvato l’ILVA condannando i cittadini di Taranto, dopo aver prorogato la gestione commissariale dei rifiuti, dopo aver aggravato ulteriormente la tassa sui rifiuti sostituendo TARSU e TIA con la TARES, il governo Monti, a Camere ormai sciolte, si sta avviando all’approvazione dello “Schema di decreto del Presidente della Repubblica concernente il regolamento recante disciplina dell’utilizzo di combustibili solidi secondari (CSS), in parziale sostituzione di combustibili fossili tradizionali, in cementifici soggetti al regime dell’autorizzazione integrata ambientale”. Ottenuto il parere favorevole da tutti i partiti nella 13 commissione “Territorio, ambiente, beni ambientali” del Senato, il provvedimento sarà discusso l’11 febbraio. (altro…)

Ingresso tribunale di Nola
Per la commissione medica d’indagine del tribunale di Nola soltanto 6 operai dell’ impianto chimico hanno perso la vita a causa della presenza di amianto in fabbrica. All’inizio era stata chiesta giustizia per oltre 300 lavoratori uccisi dal cancro.

A pochi giorni dal verdetto la sensazione è che la montagna abbia partorito il topolino. Dodici anni di processo su una delle fabbriche chimiche più inquinanti d’Italia sono infatti serviti ad accertare che appena 6 dipendenti dell’impianto che produceva fibre di poliestere sono stati certamente uccisi dall’amianto. Le “esigue” conclusioni dell’inchiesta compiuta dalla commissione scientifica nominata dal tribunale sono state da poco consegnate nelle mani del giudice monocratico, Daniela Critelli, (altro…)

Sessa Aurunca(Ce)- Campania Infelix. (di Carmen Corrado) La Procura di Santa Maria Capua Vetere ha aperto un’inchiesta. Tra gli indagati Marco Iorio, responsabile della disattivazione della centrale nucleare del Garigliano. Un fisico nucleare del Centro interforze studi applicazioni militari di Pisa, un fisico della Federico II di Napoli e i sommozzatori della Finanza hanno effettuato prelievi nelle acque del fiume Garigliano, che per legge dovrebbe essere tenuto sotto costante osservazione, ma i controlli che Arpa Campania dovrebbe fare ogni 6 mesi, non vengono effettuati da 7 anni. La centrale, situata sull’ansa del fiume, venne fermata in seguito ad un’esondazione avvenuta nel (altro…)

Taranto- (di Giovanni LAFIRENZE) Una impropria declinazione del numero. Chiusi i cancelli dell’Ilva: cinquemila operai lasciati a casa. Dodicimila includendo l’indotto. In pratica un diabolico fine anno per una città. Per una regione, per tutta la produzione (altro…)