foto 5 albero paceSALVARE LA MIA TERRA, SENZA NEGARE SI PUO’! NON FARE PRESTO E’ CRIMINALE!

IN VIA DEFINITIVA RISPONDO PUBBLICAMENTE A TUTTI COLORO CHE ME LO CHIEDONO: ANCHE IN BASE A QUANTO OGGI FINITO DI SCAVARE ANCHE (altro…)

Terzigno(Na)- (di Fabrizio Geremicca ) Notte di tensione e di tafferugli tra manifestanti e polizia a poche centinaia di metri dalla discarica Sari di Terzigno, in attività da circa un anno, e dalla vicina cava Vitiello, che nelle intenzioni del Governo diventerà un altro sversatoio. Continua a leggere

Caserta– (Giovanna Maietta Comitato Cittadini Casertani ambiente) Il pericolo che la nostra gente corre con l’apertura della cava Mastroianni a discarica non interessa al consiglio comunale di Caserta, con buona pace di qualcuno, nel refrigerante deserto dall’aula consiliare Lo Uttaro 2 non è all’attenzione dei nostri amministratori che pur parlandone privatamente in nome del solito sdoppiamento dei ruoli preferiscono defilarsi e non esprimersi su un problema così grave. Un consiglio comunale che sfugge al proprio ruolo di amministrare la città e di influenzarne le sorti alle quali tutta la classe politica dirigenziale l’ha condannata Continua a leggere

SANTA MARIA LA FOSSA (Ce)-(di Raffaele Raimondo)  “La Testimonial della Pace, Agnese Ginocchio, nella napoleonica giornata del 5 maggio aveva scritto: “Quello che ho visto ieri sul sito della discarica di Ferrandelle è una cosa che supera ogni limite di sopportazione umana…La valle della desolazione…Disastro totale…Perdete ogni speranza voi che entrate… Maledetto l’uomo che devasta la natura e madre terra! Fermiamoli, questi mostri..Shalom.peace.mir.pace”. Espressioni pesanti di un’osservatrice esterna aggredita dal raccapriccio dello scenario che le si è presentato davanti agli occhi. Una voce densa di uguale e corale sdegno s’è levata in Santa Maria la Fossa, a qualche giorno di distanza, dal “Comitato per la tutela del territorio del Basso Volturno” che, mediante un manifesto, si è rivolto a tutti i cittadini al grido di “Non abbandoniamo la speranza!”. Per il Comitato “la bonifica di Ferrandelle non è un’utopia

 Un prete CORAGGIO, “Don Maurizio Patriciello” della parrocchia di Caivano(Na), che conosce la realtà che ha spinto Lucia a darsi fuoco; un docente di Diritto Pubblico, Carlo Iannello anche membro delle Assise di palazzo Marigliano, che rivela l’ennesimo oltraggio al Diritto perpetrato dalla politica italiana in questi giorni: due azioni apparantemente distinte ma in realtà collegate come si evince dall’articolo di Serena Romano  frutto della collaborazione tra Il Coordinamento delle contrade di Benevento e  le Assise della città di Napoli, riportato in parte qui di seguito.

OLOCAUSTO RIFIUTI – sesta puntata

CAIVANO(NA)-Marzo 4, 2008 di laveritadellecontrade  ECCO CHI HA ACCESO IL FUOCO CHE HA BRUCIATO LUCIA Continua a leggere

Baia Latina(Ce). Il gruppo consiliare “Uniti per Baia e Latina” di cui è capo gruppo Michele Santoro, unitamente ai candidati alle ultime elezioni amministrative, si è riunito per esaminare la situazione dell’emergenza rifiuti che giorno dopo giorno diventa sempre più drammatica anche nei nostri territori. “Dall’esame dell’emergenza rifiuti, ha commentato Santoro, è emersa la drammaticità del disastro ambientale di tutto il territorio comunale. Infatti, non solo il centro urbano sembra che sia una immensa discarica, ma basta recarsi lungo le strade di campagna per rendersi conto dell’inquinamento causato dall’incuria della gente per finire poi sulle rive del fiume Volturno dove si ha la totale presa di coscienza dell’immensa devastazione causata dalla mano dell’uomo dove in più posti, forse tra i più suggestivi del territorio, troviamo delle vere e proprie discariche abusive. Continua a leggere

Emetteva diossina, inquinava il fiume. Gli operai invitati a farsi visitare. Sotto inchiesta il sindaco. Da stamattina i rifiuti portati nella discarica di Orvieto

TERNI – (Repubblica) ( art. di CARLO BONINI) Indicano l’inceneritore come un animale da cui guardarsi, accucciato in una conca dove l’aria stagna anche nei giorni di tramontana, in via Ratini, un budello sterrato tra le ciminiere e i silos della zona industriale del Sabbione. E lo fanno a maggior ragione ora, che l’animale tace della sua rugginosa ferraglia. Che i suoi due camini non esalano più bave di fumo. Un nastro bianco e rosso e una macchina del corpo forestale dello Stato tengono lontani i curiosi (che non ci sono) e gli operai, che qui non metteranno più piede. A lungo. Affissi al cancello di ingresso, due fogli dattiloscritti dell’Agenzia Speciale Multiservizi (Asm) datati 14 gennaio avvisano “il personale degli impianti di termovalorizzazione, selezione e trasferenza che, per cause di forza maggiore, gli stessi non sono accessibili e pertanto tutto il personale è posto provvisoriamente in libertà fino a nuova disposizione”. Continua a leggere

Pignataro Maggiore(Ce)- (Foto a sx:  Manifestazione naz. contro  rifiuti e discarica Pianura a Napoli 9 gennaio 07. Autore: Andrea Pioltini, fotoreporter)L’emergenza rifiuti, che per 14 anni ha avvelenato la Campania diviene allarme nazionale. Dopo le lotte dei comitati, le battaglie dei cittadini e gli allarmi lanciati da medici, scienziati ed associazioni ambientaliste, finalmente i media ed il Governo si interessano del problema. Un problema del quale tutti sembrano scandalizzarsi ma che, per dimensioni e gravità, non poteva essere ignorato. Eppure, in questi lunghi anni di commissariamento, una montagna di soldi pubblici è stata spesa senza risolvere nessun problema, aprendo la porta ad infiltrazioni di ogni genere sul business dei rifiuti che ha devastato il territorio e che, tuttora, minaccia la nostra salute. Continua a leggere

L’appello dei comitati ambientalisti caleni dal sito di Carabottoli (Francolise) MAMME E BAMBINI(nella foto, cliccare sopra per ingrandire)  CHE CON IL ROSARIO IN MANO HANNO DETTO STOP AI 600 MILITARI e recitato preghiere nonostante il freddo fino alle ore 17,30 odierne

Francolise(Ce)-RIFIUTI. Il mostro è arrivato. 600 tra militari, uomini della polizia, della guardia di finanza, QUESTA MATTINA ALLE 5.00 volevano occupare le nostre terre. Non sapevamo se a Pignataro o a Carabbottoli: hanno scelto, per il momento, il secondo sito. LA POPOLAZIONE ERA ALLERTATA: PER ORA IL MOSTRO E’ BLOCCATO.  CHIEDIAMO AIUTO, ABBIAMO BISOGNO DI PERSONE CHE FISICAMENTE DIANO UNA MANO ALLA POPOLAZIONE, (MAMME E BAMBINI CHE CON IL ROSARIO HANNO DETTO STOP AI 600 MILITARI). AIUTATECI!!! Continua a leggere

Santa Maria Capua Vetere– (di Roberto Simeone)La mia professione mi ha portato diverse volte a scontrarmi con  l’emergenza rifiuti. Il nostro guaio è che negli anni scorsi, paradossalmente, il ciclo  integrato dei rifiuti è stato affidato al Commissariato di Governo e ai  Consorzi, unici inadempienti: vedi quei siti che furono individuati per  discariche e son diventati luoghi per ammassi di rifiuti. Le  discariche, estremizzando, sono siti che possono essere paragonati a  delle Oasi. Gli unici adempienti: i cittadini che adempiono ben due volte ai loro  obblighi, pagando e differenziando quando chi di dovere lo consente  loro. Bisogna andare a vedere nei piani finanziari proposti da alcuni  consorzi e si scopriranno automezzi pagati da due e anche fino a tre  volte il loro valore, servizi mai prestati, ecc, ecc… Cosa fare ora? Recuperare la fiducia dei cittadini. Continua a leggere

Pignataro Maggiore(Ce)-Uno Stato che in 14 anni di gestione commissariale dei rifiuti, sette commissari straordinari e migliaia di milioni euro sperperati, non è riuscito a risolvere il problema della mondezza in Campania, fa la voce grossa con i cittadini. (Autore Foto: Pietro Ricciardi, cliccare sopra per ingrandire) Interruzione di pubblico servizio è il reato che sarebbe stato contestato a duecento cittadini, che sabato 24 novembre hanno rivendicato il loro diritto costituzionale alla salute. Lo Stato che da decenni è colpevole di interruzione di pubblico servizio, perché non riesce a garantire il regolare servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, accusa i cittadini che difendono la loro terra Continua a leggere

Arte, letteratura, musica, giochi, teatro, cinema, gastronomia, gadget, premi, scambi culturali e percorsi turistici insieme in 18 location per 10 ore
Conferenza stampa martedì 25 settembre 2007, ore 12 con il sindaco Nicodemo Petteruti e gli organizzatori del forum giovani presso il Comune di Caserta. Di seguito si riporta il programma completo:

Caserta, (cliccare sulle immagini per ingrandire) 22 settembre 2007 – Tutto pronto per la lunga notte all’insegna del divertimento e degli scambi culturali. Musica, cabaret, arte, gastronomia e giochi si snoderanno tra le18 piazze principali della città di Caserta il prossimo 29 settembre. Ospiti d’eccezione: Daniele Silvestri, gli Zero Assoluto, Franco Del Prete con i Sud Express e i The Actions, chiuderanno i numerosi eventi previsti a partire dalle ore 19 del sabato continua a leggere

SAN NICOLA LA STRADA (Ce) – Lo avevano promesso nei giorni scorsi e Sabato mattina hanno mantenuto fede alla promessa fatta. I Comitati per l’Emergenza Rifiuti ( nella foto, autore Andrea Pioltini) nei giorni scorsi avevano annunciato la loro presenza e partecipazione con gli striscioni fuori il Polo della Qualità a Marcianise e così è stato. Sabato mattina sono stati al Polo della Qualità con gli striscioni a ricordare al Presidente Napolitano continua a leggere