Corteo per don Diana a Casal di Principe

Il presidente di Libera partecipa al lungo corteo in onore del prete assassinato dalla camorra il 19 marzo 1994. Studenti da tutta Italia (altro…)

 Acerra(Na)- Il 4° Circolo didattico di Acerra, diretto dal prof. Lorenzo ANTONELLI, (nella foto: un momento dell’evento) in continuità con i percorsi già iniziati negli anni scorsi, é tornato di nuovo in scena per presentare presso la propria sede centrale in via Spiniello i percorsi formativi del progetto legalità che quest’ anno in occasione delle celebrazioni del 150° dell’ Unità d’Italia,  ha avuto un tocco di maggiore rilevanza. Nell’ ambito quindi delle suddette celebrazioni  il 18 Marzo 2011 scorso si é svolto il Convegno: “Legalità e Testimonianze”  rivolto in primis agli adulti genitori degli alunni del 4 Circolo. Come ogni Continua a leggere

Per amore del mio popolo. Il documento diffuso a natale del 1991 in tutte le chiese di Casal di Principe e della zona aversana da don Peppino Diana e dai parroci della forania di Casal di Principe(Caserta)

Impegno dei cristiani Il nostro impegno profetico di denuncia non deve e non può venire meno. Dio ci chiama ad essere profeti.

“PER AMORE DEL MIO POPOLO”

Siamo preoccupati

Assistiamo impotenti al dolore di tante famiglie che vedono i loro figli finire miseramente vittime o mandanti delle organizzazioni della camorra. Come battezzati in Cristo, come pastori della Forania di Casal di Principe ci sentiamo investiti in pieno della nostra responsabilità di essere “segno di contraddizione”. Coscienti che come chiesa “dobbiamo educare con la parola e la testimonianza di vita alla prima beatitudine del Vangelo che é la povertà, come distacco dalla ricerca del superfluo, da ogni ambiguo compromesso o ingiusto privilegio, come servizio sino al dono di sé, come esperienza generosamente vissuta di solidarietà”. Continua a leggere

Casal di Principe(Ce) – Venerdì 19 marzo alle ore 19 in occasione dell’anniversario dell’ uccisione ad opera della camorra di Don Giuseppe Diana si svolgerà la fiaccolta contro tutte le mafie con partenza in piazzale Santa Croce ed arrivo in Piazza Garibaldi Don Peppino Diana era un prete di quelli rari. Coraggioso e ostinato, non ha mai abbassato la testa di fronte a nulla. Don Peppe con il cuore scout – Foulard Blanc e il vangelo in mano, nel 1991 si fa promotore di un attacco diretto contro i clan di Casal di Principe, la sua terra, sottoscrivendo un documento che resterà una traccia indelebile nella lotta contro il crimine organizzato.“Per amore del mio popolo è il titolo di questo documento.

Continua a leggere

Casal di Principe(Ce)- Una croce dentro un muro e dall’altra parte Don Peppino Diana che benedice i tanti devoti; una foto emblematica della sua natura di testimone di pace, di legalità e soprattutto di un pastore devoto della Chiesa, così inizia la mostra fotografica che Agrorinasce, la Parrocchia S. Nicola e la Fondazione Polis della Regione Campania hanno voluto per ricordare ancora una volta la vita e le opere di Don Peppino Diana. L’inaugurazione avverrà il prossimo venerdì 19 marzo 2010 alle ore 16’30 presso la Parrocchia di S. Nicola di Casal di Principe ed è stata intitolata “Don Peppino Diana – Per amore del mio popolo”. La mostra ha avuto l’importantissimo riconoscimento dell’adesione e della medaglia del Presidente della Repubblica, on. Giorgio Napolitano. ‘Siamo orgogliosi dell’ attenzione che ancora una volta ci ha voluto riservare il Presidente della Repubblica – dichiara la dott.ssa Immacolata Fedele, Presidente di Agrorinasce – con la sua personale adesione e il dono di una medaglia commemorativa della mostra.  Continua a leggere

agnesecollecini1San Leucio(Caserta)- Nell’ambito della manifestazione scolastica che ha visto riuniti tutti gli alunni della scuola media dell’ Istituto comprensivo “F. Collecini “del sito reale di S. Leucio diretto dal dott. Michele Lamacchia, é stata ospite la cantautrice e Testimonial del Movimento  internazionale per la Pace Agnese Ginocchio. La Donna di Pace, portando i saluti al preside Lamacchia, all’ intero corpo docenti della scuola, all’ insegnate Rosanna Santucci, sua prima insegnante di scuola media, e alla docente regista teatrale Angela Calabretti con la quale qualche anno fa fu possibile realizzare il progetto educativo denominato: “Il fuoco della Pace “, vero e proprio tour sulla Pace che toccò i plessi staccati del Collecini di: Sala, Puccianiello, Casolla, Ercole, Briano e San Leucio, evidenziando la nomina conferita alla scuola di “Scuola Ambasciatrice per la Pace“, ha ricordato il ruolo fondamentale che ha l’Istituto Collecini oggi, quello cioé di essere sempre promotore ed educatore di Pace. “Oggi” – ha continuato la Testimonial della Pace – ” desideriamo ricordare la memoria di un grande uomo testimone di Pace: don Peppe Diana, che proprio in questa giornata 15 anni cadeva sotto i colpi d’arma da fuoco dei sicari dei clan casalesi. Don Peppe Diana era considerato una voce scomoda. Oggi”- ha incalzato la testimonial della Pace- “c’é bisogno di un grande risveglio delle coscienze, c’é bisogno di educare alla convivenza civile e alla Pace. Continua a leggere

Il coordinamento del portale della provncia “Alto Casertano-Matesino & d” esprime vicinanza e solidarietà al giornalista  Roberto Saviano e invita i lettori tutti del portale ad aderire all’appello lanciato dall’Ass Jerry Masslo  di Casal di Principe e Libera (leggere di seguito)

Le sue parole sono state un autentico shock. “Lascio l’Italia, voglio vivere“. Roberto Saviano ha spiegato a Repubblica che il piano per uccidere lui e la sua scorta costituisce l‘atto finale di un assedio criminale che dura da molti mesi. Ecco quindi l’annuncio di volersi trasferire all’estero per riprendersi la vita: “Voglio una casa – dice – voglio innamorarmi, bere una birra in pubblico. Ho solo 28 anni“. Le prime reazioni nella società civile, sulla rete e nelle principali istituzioni, sono di doloroso stupore e di immediata solidarietà.

PERDETE OGNI SPERANZA A VOI CHE ENTRATE “. Se i giovani di Casale così parlano che futuro può esserci per questa terra? 

BASTA! ADESSO BASTA NOI RAPPRESENTIAMO IL NOSTRO TERRITORIO. NOI RACCOGLIAMO LE FIRME

Riportiamo DUE significative RIFLESSIONI di Renato e Franco Natale, inviate dal referente dell’Ass. Libera provinciale Valerio Taglione

Casal Di Principe(Ce)- (di Renato Natale) Cari amici vi scrivo da casalese ( purtroppo la lettera maiuscola se la sono aggiudicati i camorristi, a noi poveri e semplici cittadini dI questa Città spetta solo la minuscola) ; le scritte contro Saviano sui muri della nostra Città, le interviste ai ragazzi che frequentano le nostre scuole superiori, e a cittadini presi per strada, danno una immagine fortemente negativa di questo popolo. Saviano è in questo momento e in questa realtà la misura di una scelta; chi critica Saviano ( al di là anche di una  possibile fondatezza delle critiche ), nei fatti, qui ed ora, voglia o non voglia, è come se prendesse le parti della camorra, quasi vista come rappresentativa di tutti noi. Ritengo da casalese convinto che la maggioranza dei miei concittadini( voglio crederci ), dei giovani che frequentano le piazze, i bar e le scuole di Casale, non sono come quelli che ci fa vedere la TV , ma dobbiamo dimostrarlo in qualche modo; non dico di scendere in piazza, o gridare dalle finestre il nostro NO alla camorra,  non pretendo atti di eroismo inutile facendo nomi e cognomi di clan e criminali, vi chiedo solo una firma sotto un semplice documento con scritto solo una frase : “SONO CON E PER SAVIANO” ; di per se la firma diventa scelta di campo . Continua a leggere