E’ TUTTO INQUINATO!

“Sono un bambino della Scuola d’Infanzia
ancora un giorno e andrò in vacanza

Già sento la mamma che in riva al mare
mi grida a gran voce: “ Non ti bagnare!
L’acqua è inquinata, ti potresti ammalare!” (altro…)

Piedimonte Matese(Ce)- (di Anna Lisa Golvelli) Si svolgerà domenica 14 giugno 2009 CENTO DONNE SUL MATESE, collaudata manifestazione giunta ormai alla quattordicesima edizione organizzata dalla sezione CAI di Piedimonte Matese. L’ evento fu nella sua prima edizione ideato da Giulia d’ Angerio e Carlo Pastore, fondatori della sezione matesina, allo scopo di coinvolgere le donne e di avvicinarle al mondo del trekking leggero ed alla passione della montagna. Continua a leggere

Roccamonfina(Ce)-(Da Antonio Croce) La neo Associazione Naturalistica, denominata “il Riccio“, che ha lo scopo di valorizzare l’ambiente del parco regionale Roccamonfina-foce del Garigliano e l’Alto Casertano  attraverso l’organizzazione di eventi tra i quali escursioni, trekking,  attività di educazione ambientale con le scuole, ecc. Comunica che Domenica 31 Agosto Inaugurerà le attività con una “passeggiata” alla scoperta del Vulcano di Roccamonfina. I dettagli e contatti sono tutti riportati nella locandina(Cliccare sopra per ingrandire). Continua a leggere

Piedimonte Matese(Ce). (di Pietro Rossi) La Legambiente, ha promosso in tutta la Campania sabato 9 febbraio, una giornata straordinaria di raccolta differenziata per dare voce ai cittadini che non accettano l’emergenza permanente e dimostrare che con la raccolta differenziata si può ridurre immediatamente il quantitativo di rifiuti indifferenziati che ogni giorno vanno a finire nelle strade della regione. Alla manifestazione hanno aderito circa 40 comuni, scuole, associazioni e parrocchie della Campania tra cui l’Amministrazione Comunale di Piedimonte Matese che, in collaborazione con il Consorzio CE1, ha messo a disposizione in Piazza Carmine diversi automezzi scarrabili per raccogliere carta, vetro e plastica, in attesa che l’attenuazione dell’emergenza-rifiuti consenta l’avvio della raccolta porta a porta, già pronta a partire. I tanti cittadini che hanno collaborato alla raccolta straordinaria ed espresso soddisfazione per l’iniziativa, hanno accolto con favore la notizia che la raccolta si ripeterà periodicamente per dare la possibilità ai cittadini volenterosi di collaborare da subito a ridurre i rifiuti da conferire in discarica. Continua a leggere

 CASERTA – Continua il volontariato nell’ambito della raccolta differenziata mentre il comune segna il passo nella ricerca di nuovi siti dove apprestare centri di raccolta per il materiale riciclabile. Seconda volta dell’Agenzia delle Entrate nel conferire la carta e plastica, mentre si ha il primo sversamento dell’Equitalia Polis e della Commissione Tributaria Provinciale per i residui cartacei. Una sorta di coordinamento degli uffici finanziari che si stanno attivando con alcuni uomini di buona volontà per sopperire all’inerzia generalizzata delle autorità. Una funzione che sarebbe di spettanza di una task force comunale nel coinvolgere strutture pubbliche che producono tonnellate di rifiuti che alimentano i mucchi nelle strade. Basta pensare all’ASL, al municipio stesso, alla provincia, all’INPS, al tribunale, alle caserme, alla questura, alla prefettura. Dove sono i nostri solerti amministratori? Continua a leggere

IL COORDINAMENTO DELLE ASSOCIAZIONI CASERTANECaserta– premesso che il problema dei rifiuti a Caserta si è trasformato in un vero disastro ambientale;  premesso che non si possono attendere i tempi lunghi prescritti per un bando europeo e che la situazione va comunque subito seriamente e radicalmente affrontata propone che 1. il Commissario straordinario provveda subito alla rimozione dei rifiuti giacenti in strada, utilizzando siti idonei anche fuori regione; 1. il Sindaco di Caserta, per un’ottimale realizzazione della raccolta differenziata porta a porta, provveda a: · insediare presso il Comune un tavolo tecnico costituito da veri esperti messi a disposizione dagli organi competenti, peraltro da non retribuire perché già dipendenti pubblici. Questi dovranno in tempi brevissimi predisporre un piano di gestione della raccolta differenziata e procedere all’organizzazione; · promuovere un’immediata campagna di informazione chiara e dettagliata, perché la cittadinanza possa comprendere bene le modalità prescelte dall’amministrazione per una corretta raccolta differenziata, le rispetti e collabori;  · dotare i condomini di appositi contenitori;  Continua a leggere