1 650 (1)Cancello ed Arnone(Ce)- (di Matilde Maisto) – Al Liceo Scientifico Statale “Galileo Galilei” di via Settembrini è stato programmato il progetto “Legali si può”. In effetti il progetto si inserisce in un percorso didattico iniziato già diversi anni fa dal Liceo Scientifico della sede di Cancello ed Arnone. Attualmente la tematica “L’educazione ambientale: un’ emergenza educativa”, in vigore dal 19 Febbraio al 19 Marzo 2014, trova, proprio oggi, nei fatti di cui è protagonista il nostro territorio, una validità ed una giustificazione più forte che mai.
Responsabile del progetto è la prof.ssa Rosa Botta, mentre i docenti coinvolti sono il prof. Giovanni Cosenza (IRC) ed il prof. Antonio Diana (Ed. fisica). (altro…)

Tracce, oltre la soglia prevista dal regolamenti in caso di incidente nucleare, sono stati trovati nella lingua e nel diaframma di 27 cinghiali del comprensorio alpino della Valsesia. Sono stati analizzati campioni di capi abbattuti nel 2012/2013 e dopo i risultati il ministro della Salute ha attivato i Carabinieri. Legambiente: “Non può essere che ricaduta Chernobyl” (altro…)

MARCIANISE (Ce)-(di Nunzio De Pinto) Marcianise (foto 2 a dx) continua a vivere la sua precarietà ambientale con la questione immondizia che sale di tono ma anche di volume da smaltire. “I cumuli di rifiuti” – ha affermato Pasquale COSTAGLIOLA,(foto i1 a sx nsieme a Lorenzo Tessitore del ComER, autore Andrea Pioltini) Presidente dell’Associazione “Terra Nostra” – “hanno tracimato da tempo, conquistando le vie del centro, tanto che il sindaco ha emesso spesso ordinanze di chiusura delle scuole. Eppure in risposta al problema non succede molto, nel senso che le soluzioni in senso positivo non si vedono. Sembra quasi che la città non possa sottrarsi a questo destino oscuro e maleodorante. Esistono grandi cumuli di “mondezza” – ha sottolineato Costagliola – “che costellano il paesaggio da cui esalano miasmi e fumi che riempiono l’aria con nebbie pestilenziali. Esistono delle vere e proprie smokies mountains da terzo mondo, montagne fumanti di rifiuti su cui volteggiano i gabbiani che la SMA, società incaricata della pulizia e del controllo del territorio aveva individuato e mappato nell’ambito del progetto diossina. Una ricerca che purtroppo non ha conseguenze nella fase di bonifica che rimane una chimera. Così la telecamera a raggi infrarossi che deve individuare i roghi alla diossina gira a vuoto e le smokies mountains bruciano sempre. Continua a leggere

 SAN NICOLA LA STRADA(Ce) – Da mesi il sindaco Angelo Antonio Pascariello sta chiedendo ai vertici istituzionali – Commissariato per l’Emergenza Rifiuti e Prefettura, sia in forma singola che associata ad altri sindaci dei comuni confinanti – un aiuto per cercare di smaltire, anche se in parte, l’enorme montagna di immondizia che, da circa quaranta giorni, ha ridotto il paese ad un immondezzaio, una cloaca a cielo aperto. I cittadini sono esasperati e, in più ripresi, si sono riversati in strada presso la casa comunale chiedendo e “pretendendo” una rapida soluzione all’emergenza rifiuti. L’ultima iniziativa in ordine di tempo è stata l’ennesima missiva che il sindaco Pascariello ha scritto all’indirizzo del “super poteri” Gianni De Gennaro che a Roma ha già chiesto, come Catenacci, Bertolaso e Pansa, più soldi. Ecco, di seguito, il testo della lettera di Pascariello, nella speranza che De Gennaro la legga, si impietosisca (non per il contenuto della lettera, per carità) ma per le condizioni in cui versano i cittadini sannicolesi. Può darsi che De Gennaro, mosso da pietà cristiana, ci dia una mano. Continua a leggere