didcaricaRelazione finale del Gruppo di Lavoro ex D.M. 24.07.2012

EMERGENZA RIFIUTI ALTO CASERTANO AREA MATESE. Ecco la relazione del gruppo di lavoro costituito da membri dell’ Istituto Superiore Sanità, Ministero della Salute, Arpa e Regione Campania sullo stato dell’ inquinamento delle discariche nell’ Alto Casertano, Area Matesina. (altro…)

Da Agriverde Soc Coop Agricola
Oggetto: emergenza rifiuti in Campania – nota OP Agriverde
Ancora una volta, a causa della scarsa attenzione e professionalità degli operatori dell’informazione, il cui scopo precipuo sembra essere quello di fare audience e vendere giornali, piuttosto che fare una corretta informazione, l’agricoltura campana è vittima di una campagna denigratoria.
Vale la pena di ricordare che la regione Campania è la seconda regione italiana per PIL ortofrutticolo, dopo la Sicilia e prima dell’Emilia Romagna.
In una regione già duramente provata dalla crisi economica, che si è innestata su una situazione già di per sé critica, è (altro…)

Piaga sversamento rifiuti e roghi tossici conurbazione Casertana (altro…)

Piove, governo ladro(Fr)- (di Giampiero Casoni )“Piove, governo ladro”, si diceva una volta, ma stavolta la pioggia non censita potrebbe inguaiare il governo cittadino di un comune cassinate, Pignataro Interamna, diventato suo malgrado simbolo di gestione allegra dell’emergenza rifiuti. Coi tempi che corrono scusate se è poco. Facciano fa di nuovo boom e si ricandida a sito destinato a fare storia nello smaltimento della “monnezza” con annesse Continua a leggere

“Campania chiama Europa. La distruzione del paesaggio e il rischio di collasso ecologico”
(La Scuola di Pitagora Editrice, Napoli 2011).

Napoli- Mercoledì 12 ottobre 2011 alle ore 17, presso l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, in via Monte di Dio n. 14 – Napoli, Salvatore Settis, della Scuola Normale Superiore di Pisa, e Franco Ortolani, dell’ Università degli Studi di Napoli “Federico II”, presenteranno il volume “Campania chiama Europa. La distruzione del paesaggio e il rischio di collasso ecologico” (La Scuola di Pitagora Editrice, Napoli 2011).
Introduce Nicola Capone, delle Assise della Città di Napoli e del Mezzogiorno d’Italia.
Modera Manuele Bonaccorsi, giornalista.

Campania chiama Europa è una raccolta di articoli e saggi di vari autori (tra i quali Stefano Rodotà, Paolo Rabitti, Donato Ceglie, Raffaele Raimondi, Continua a leggere

Caserta– ( Di Giampiero Casoni )I Servizi impelagati nella offuscata vicenda della gestione dei rifiuti in Campania secondo due direttrici ipotetiche ma inquietanti, una depistatoria ed un’ altra di supporto a Forze dell’ Ordine isolatamente troppo “integrate” con il territorio su cui operare e con l’appoggio permanente delle Istituzioni che contano? Da stanotte è un dato di fatto: ed una delle innumerevoli chiavi di volta dell’ agghiacciante teorema porta un nome Continua a leggere

Dalla Santa INQUISIZIONE alla …“Santa” DIFFERENZIAZIONE. Due brutte facce di un Medio Evo, indegno dell’auto-definitosi Homo Sapiens.

La famosa frase di J.F. Kennedy “Non chiedere al tuo Paese cosa può fare per te, ma chiedi a te stesso cosa puoi fare per lui.”, potrebbe essere traslata verso la differenziazione dei Rifiuti e potrebbe essere modificata in “Non vantarti di quanto sei bravo per aver differenziato il 50% dei tuoi Rifiuti, ma vergognati invece per quanto stai inquinando con l’incenerimento dell’altro 50%!” Continua a leggere

San Tammaro (CE)- Si è riunito sabato 16 Luglio 2011  nella discarica di San Tammaro il Consiglio provinciale di Caserta, per ribadire il dissenso del territorio ai provvedimenti della Regione che smistano in altre zone i rifiuti napoletani. Alla riunione hanno partecipato anche sindaci di vari Continua a leggere

“CO.RE.ri” e “Terra Pulita” mobilitano amministratori locali e cittadini
SANTA MARIA LA FOSSA: TUTTI IN PIAZZA IL 10 APRILE: PUBBLICO DIBATTITO
Obiettivi dichiarati la “

SANTA MARIA LA FOSSA(Ce)- (di Raffaele Raimondo) – Domenica 10 aprile, alle ore 17, in Piazza Europa, nel cuore pulsante della “cittadella della monnezza” dibattito pubblico sul tema “Dall’emergenza rifiuti ai rifiuti come risorsa”, cioè il meglio della visione operativa che si finora è concepibile su quel ciclo integrato di cui tutte le recenti leggi parlano e che si vede soltanto in Continua a leggere

Camigliano(Ce)- (di Enrico Scotton) La vicenda di Vincenzo Cenname, sindaco di Camigliano (Caserta), rimosso dalla carica nonostante abbia portato il suo Comune oltre quota 65% nella raccolta differenziata dei rifiuti, rischia di non rimanere un caso isolato. Oggi la Camera, durante l’ esame in aula del decreto sull’ emergenza in Campania, ha bocciato un ordine del giorno presentato dall’ on. Simonetta Rubinato che chiedeva al Governo di modificare “una norma iniqua che punisce gli amministratori virtuosi”.  Sull’ argomento si è aperto un vivace dibattito dopo che la deputata del Pd ha invitato il ministro dell’ Ambiente, Stefania Prestigiacomo, a riflettere sulle conseguenze che il testo normativo del decreto avrà in futuro. “Siamo di fronte ad un paradosso – ha spiegato l’ on. Rubinato – perché se un sindaco non raggiunge la percentuale fissata di raccolta differenziata nel suo Comune viene sanzionato con la nomina di un Continua a leggere

Boscotrecase(Na)- Con l’ innovazione del piano comunale dei rifiuti, la riduzione della Tarsu è possibile già dal 2011. A lanciare la sfida, è Catello Pane (nella foto) , Consigliere Comunale del PD, promotore di una proposta per il miglioramento delle politiche di Igiene Urbana a livello territoriale basata su obiettivi di riduzione dei conferimenti sia della frazione organica, che di quella indifferenziata, e l’introduzione di incentivi alla famiglie “virtuose”, nonché di sistemi efficaci di controllo, assistenza e tracciabilità. Inoltre, Catello Pane, indica due pilastri fondamentali delle politiche di riduzione che i comuni, come Boscotrecase, sono in condizione di adottare, fin da subito, a costo zero. Una per la riduzione dei conferimenti del cosiddetto “umido” Continua a leggere

“L’EMERGENZA AMBIENTALE IN CAMPANIA LA RISOLVIAMO NOI”! E’ L’APPELLO CHE LE MAESTRANZE DELL’ASTIR HANNO LANCIATO ALLA DELEGAZIONE UE IN QUESTE ORE IN CAMPANIA PER L’EMERGENZA RIFIUTI

Caserta- “Abbiamo le risorse umane e le competenze per poter contribuire alla soluzione dell’emergenza rifiuti in atto”. Lo hanno comunicato i rappresentanti sindacali dell’Astir, società a capitale regionale in occasione della ispezione della delegazione Ue in Campania per monitorare sulla grave Continua a leggere

Napoli e Campania – ( di Raffaele Pirozzi e Giuseppe Biasco)  In uno dei più bei racconti della Bibbia, si narra della lotta del popolo ebraico contro il Faraone d’Egitto che costringeva tutti gli ebrei in una schiavitù senza fine e senza speranza. Interprete delle rivendicazioni del suo popolo era Mosè, che più volte aveva avvertito il sovrano d’Egitto di non sfidare l’ira divina. Continua a leggere

Giugliano(Na) – “L” Intifada dei rifiuti, scontri a Taverna del re” (video a cura del Mattino di Napoli)

Il Sindacalista Lino MARTONE (ALTRAGRICOLTURA, SIAAB, AMPI) CICCC interviene sullo sversamento a Taverna del Re, zona altamente inquinata: “CON QUALE CORAGGIO SI VUOL CONTINUARE A SVERSARE A TAVERNA DEL RE DI GIUGLIANO IN PRESENZA DI ORDINANZE DEL SINDACO CHE ADDIRITTURA VIETANO L’USO DELL’ACQUA E RIMANE UN GRANDE PUNTO INTERROGATIVO SU TUTTA L’AREA INDIVIDUATA DOMIZIA FLEGREA COMPRENDENTE 66 COMUNI”.

Giugliano(Na)-  (di Lino Martone) Mentre continuano gli scontri e la ribellione popolare a Giugliano in Campania, per impedire ulteriore sversamenti a Taverna del Re, sono ancora in atto le notifiche a firma del Sindaco, in ottemperanza all’obbligo imposto dalle superiori Autorità Ambientali, che fanno divieto dell’ utilizzo dell’acqua per irrigazione nel caso non sia comprovata l’assenza di sostanze inquinanti e pericolose. Il problema non riguarda solo Giugliano ma ben 66 comuni, tra Napoli e Caserta(area Domizia Flegrea), a partire da Acerra fino a Sessa Aurunca che precise Delibere Regionali e la Task Force presso il Ministero dell’Ambiente hanno individuato con le falde a forte rischio d’inquinamento. Il Commissario prefettizio insediatosi a Villa Literno diede adempimento a questo Ordine emettendo ordinanze addirittura di divieto della coltivazione, poi revocate dopo la reintegra del sindaco Fabozzi; parimenti stava provvedendo l’ex sindaco Nuzzo di CastelVolturno e minacce larvate sono iniziate anche dal versante del comune di Maddaloni. Poi c’è stata una sospensione elettorale ma il comune di Giugliano, pare, non ha potuto più disattendere. Continua a leggere

Ormai ci stanno uccidendo giorno per giorno… qualsiasi tipo di scarico viene gettato nei Regi lagni e giunge a mare … ormai è tutto il sistema biologico e alimentare che viene intaccato, non è solo un discorso di balneabilità o meno… si riesce a comprendere?

Castel Volturno(Ce)- A seguito di una convenzione firmata il 22 giugno 2007 tra l’ARPAC e l’Istituto sull’Inquinamento Atmosferico del CNR (CNR-IIA) è stato prodotto recentemente un primo lavoro all’interno di un programma più ampio e inerente alla “Creazione di una struttura finalizzata alla gestione ed elaborazione di dati telerilevati per la tutela dell’ambiente”. Questo lavoro si basa sul telerilevamento satellitare. Continua a leggere

SAN NICOLA LA STRADA(Ce)- (di Nunzio De Pinto) Bonificare le cave abbandonate o dismesse della Campania e valutare l’opportunità di utilizzarle per inerti e rifiuti trattati come soluzione alternativa alle discariche nella fase di risoluzione dell’emergenza rifiuti in corso nella regione. Questi i punti nevralgici della proposta che ha avanzato Luciano CAIAZZA, dirigente regionale dell’Associazione culturale “Casa Nostra per il Risanamento del Sud”. Continua a leggere

Cancello ed Arnone(Ce)- (di Francesco Di Pasquale) Il mondo è un business, ma io credo sempre nei Valori e nell’ intelligenza umana per vivere tutti insieme, si perché sono i Valori la soluzione di tutto.RIFIUTI. NO AGLI AFFARI DI POCHI AI DANNI DEI CITTADINI E DELL’AMBIENTE, DELLA STORIA E DELLA CULTURA, NONCHE’ DELLA LEGALITA’. SE INVECE LI FACESSIMO NOI GLI AFFARI, ADESSO VI SPIEGO. Ritorno molto volentieri sul argomento, questo dopo che ho appreso la notizia dell’ apertura di negozi per l ‘immondizia, ossia veri e propri centri di acquisto dei rifiuti, che poi saranno venduti/portati nei siti di smaltimento. Questo per ora sta avvenendo già a Torino. Io ho avuto modo tempo fa di esporre l’idea, anche con petizioni al Parlamento Italiano della liberalizzazione dei rifiuti, Continua a leggere

Napoli– (del prof. Franco Ortolani geologo) L’emergenza dei profittarori, degli incapaci e dei distratti: rifiuti a Taverna del Re( vedi foto 1 e 2)  come ad Acerra (vedo foto 3 e 4 ) . Stefano Franciosi, responsabile WWF di Lago Patria e componente della delegazione che ha potuto visitare la piazzola numero 12 di Taverna del Re insieme ad altre quattro persone, tra cui Lucia De Cicco e alcuni consiglieri comunali di Giugliano ha diffuso le foto di seguito illustrate che evidenziano una vera e propria discarica di rifiuti soli urbani a cielo aperto senza alcuna protezione alla base. Secondo l’ordinanza 512 del 27 ottobre scorso, firmata dal Presidente della provincia Luigi Cesaro, i rifiuti sarebbero dovuti essere disposti sopra un telo impermeabile. Secondo Franciosi: «Sono poche le prescrizioni dell’ Asl che sono state rispettate in questa situazione». «Veniamo trattati peggio delle bestie, continua Franciosi. Questa ordinanza è solo un pretesto per scaricare quanto e come si vuole. Continua a leggere

stirIMPIANTO STIR ( EX CDR) .  QUESTO FANTASMA. (di Gerardo D’Amore)

In questi giorni, gli abitanti delle zone di Terzigno, Chiaiano, Giugliano –Taverna del Re si sono giustamente opposti all’ apertura di nuove discariche nelle loro zone impedendo, (altro…)

“CAMPANIA, ALZATI E CAMMINA!”

S.Arpino(Ce)- Il Comitato ‘Contramunnezza’ da tre anni è impegnato a Sant’Arpino sul tema dei rifiuti, tentando di incidere sulla sensibilità dei cittadini e sulle decisioni delle istituzioni. Insieme alla rete sempre più vasta di movimenti e comitati sorti nella nostra regione, Continua a leggere

Terzigno(Na)- I CITTADINISONO INVITATI A PARTECIPARE ALLA MANIFESTAZIONE GENERALE DI SABATO 30 OTTOBRE CONTRO LE DISCARICHE NEL PARCO NAZIONALE DEL VESUVIO. LA MANIFESTAZIONE COINVOLGERA’ TUTTI I COMUNI VESUVIANI PER DIFENDERE IL NOSTRO DIRITTO ALLA VITA E ALLA SALUTE! I CORTEI PARTIRANNO SABATO 30 OTTOBRE DA: COntinua a leggere

Nella loro tenda davanti alla discarica Sari, le donne che animano la protesta pacifica a Terzigno.  «La nostra protesta va avanti da due anni e non si fermerà ora»

Terzigno(Na)- Alla rotonda di Terzigno una fila di sette camionette dei Carabinieri fa da sfondo al corteo organizzato da un gruppo di studenti provenienti da Torre Annunziata. La solidarietà per il popolo di Terzigno, Boscotrecase e Boscoreale è tanta e giunge da tutti i comuni limitrofi. Alla tenda delle ‘mamme vulcaniche’ Annamaria, Patrizia, Elena e Patrizia parlano a lungo: hanno l’esigenza di spiegare le motivazioni della loro protesta, che non “è iniziata tre settimane fa, ma già nel 2008”, come tiene a sottolineare Patrizia. Continua a leggere

Santa Maria La Fossa(Ce)-  Il presidio dei sindaci casertani presso la discarica di san Tammaro (vedi foto striscione ” Fermate Il Mostro“) ha retto all’ urto delle preventivate 400 tonnellate di rifiuti che avrebbero dovuto arrivare dalla città di Napoli e dal suo hinterland. All’ indomani della scadenza (del 26 Continua a leggere

Terzigno(Na)- La denuncia di Padre Alex Zanotelli su Terzigno, dall’ Infedele del 25-10-2010: “…tanto di cappello direi alle “mamme vulcaniche” che hanno inventato di tutto per gridare la loro voglia di vivere, che lottano per i loro figli e il futuro di quella terra… Continua a leggere

Napoli- (A cura del Ministro Brunetta) Caro Sindaco, non sarebbe certo un gran problema se io non conoscessi approfonditamente i gravi problemi legati al pessimo funzionamento del ciclo di smaltimento dei rifiuti napoletani. Il guaio è che non li conosci tu, caro Sindaco di Napoli. Ne parli infatti come se fossi appena sbarcata da Marte e non invece alla guida della città dal maggio 2001, succeduta peraltro ad altri primi cittadini del tuo stesso partito, in particolare al tuo amico Bassolino. Continua a leggere

Ghe pensi mì. Anzi, ghe pensa lù. E balle colossali. Il Governo ha deciso di inviare a Terzigno la Protezione civile, con a capo il sottosegretario Guido Bertolaso. In dieci giorni, dice Berlusconi, tutti i problemi saranno risolti.

Terzigno(Na)- A Terzigno esiste una discarica all’ interno del Parco nazionale del Vesuvio. E’ destinata ad esaurirsi a gennaio-febbraio. La gente tumultua per l’annunciata apertura di un’altra discarica sempre a Terzigno, quella di  Cava Vitellio (sarà la più grande d’Europa), anch’essa nel Parco nazionale del Vesuvio. Il Governo conferma che verrà realizzata. L’unica novità è che la Protezione civile tornerà a gestire la vecchia discarica.

Bertolaso aggiunge che la Protezione civile ha Continua a leggere

Santa Maria La Fossa(CE)- L’amministrazione comunale è contraria allo sversamento dei rifiuti “napoletani” per due principali motivi. E’ quanto ha dichiarato il vice sindaco Salvatore Russo. “In primo luogo perché la discarica di San Tammaro è confinante con il territorio del nostro comune e, dunque, siamo direttamente coinvolti. “Vorrei precisare – ha continuato Russo -, semmai ce ne fosse bisogno, che nello stretto fazzoletto di pochi chilometri quadrati inistono sette mega discariche e due depositi di eco balle. Continua a leggere

Terzigno(Na)- (di Andrea De Luca) Aria irrespirabile e tensione alle stelle: è questa la situazione a Terzigno, nel napoletano, da qualche giorno. La gente si oppone all’apertura di una seconda discarica. Da giorni i manifestanti hanno bloccano via Zabatta che impedisce l’accesso alla discarica «Sari». Continua a leggere