Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario.(Primo Levi)

Non è più un uomo, chi si riduce (viene ridotto) allo stato di bestia per sopravvivere, oppure chi ha messo in moto un perverso meccanismo di sistematica distruzione e morte, e chi ha obbedito per vigliaccheria o fanatico zelo, e chi sapeva e ha fatto finta di non sapere, chi sospettava ma ha girato lo sguardo per non vedere, chi ora conosce la verità e continua a negarla.
Continua a leggere

Riceviamo e ben volentieri pubblichiamo queste notizie che per amore della verità vanno diffuse e fatte conoscere. La storia non corrisponde sempre alle notizie ufficiali che vogliono farci credere e che ci fanno imparare nelle scuole. Dietro le cosiddette “vittorie” si nascondono violenze, soprusi, eccidi e crimini contro l’ umanità a danno di inermi civili e bambini. Continuiamo a domandarci: cosa c’é da festeggiare dietro queste vittorie conquistate a caro prezzo tra spargimenti di sangue e macelli umani? Apriamo gli occhi e cominciamo a conoscere il lato rovesciato della medaglia. Ogni guerra é un crimine contro l’ umanità, non può essere assolutamente giustificata. Nessuna guerra é giusta. Chi  emana un’ ordine di guerra (e gli stati che appoggiano indirettamente i governi che vogliono la guerra ) é da considerare un folle e un criminale che va condannato e cacciato via!
ITALIANI BRAVA GENTE” (…)?? A DIFFERENZA DI GERMANIA E GIAPPONE, DOVE SI SONO TENUTI I PROCESSI DI (Nella foto 1: La parata dei fascisti Italiani tra le vittime del villaggio di Radoh ) NORIMBERGA  E DI TOKIO, IN ITALIA E’ SEMPRE STATA RIFIUTATA L’ ESTRADIZIONE DI OLTRE 1500 CRIMINALI DI GUERRA FASCISTI RESPONSABILI DI ECCIDI ED ATROCITA’ COMMESSI IN LIBIA, ETIOPIA, GRECIA, JUGOSLAVIA ED UNIONE SOVIETICA. In questo sito alcuni dei crimini efferati commessi dagli Italiani durante l’ occupazione della Jugoslavia. Il 6 aprile 1941 le forze armate Continua a leggere

25 Aprile Festa della Liberazione e della Resistenza Italiana. Il presidente del Il Museo nazionale storico della Liberazione (www.viatasso.eu) dott. Antonio Parisella comunica a tutti/e coloro che é possibile visitare il Museo in questa giornata e anche dopo il 25 aprile. Per il 1 maggio: via Tasso è a 100 m da Piazza San Giovanni e dal concerto.

Dal Memoriale di Ondina Peteani . Contro ogni forma di razzismo, contro qualsiasi discriminazione e prevaricazione razziale, sociale, culturale e religiosa Ostinatamente, Ora e Sempre: Resistenza! Ondina Peteani

Dal Memoriale di Ondina Peteani. Note di Ondina Peteani per conferenza. Il testo é adatto in prossimità della Festa della Liberazione . (Testo inedito presentato in occasione del 61° anniversario della Liberazione )

Ondina Peteani (prima staffetta partigiana d’ Italia), deportata La storia di quelle giornate eroiche determinò l’inderogabile cognizione della nuova collocazione che la Donna, con sacrifici inimmaginabili aveva finalmente guadagnato. Il martirio socio-culturale imposto dal regime fascista durante tutti i vent’anni di dittatura accentuò in noi giovani l’irrefrenabile bisogno di Libertà. La negazione di una Cultura Libera e Democratica e l’ imposizione di una ferrea censura indusse schiere di giovani ad acuire la curiosità e l’interesse in direzione di una sostanziale sete di Sapere. Continua a leggere

Pignataro Maggiore(Ce)- La notte del primo maggio, nel centro di Verona, Nicola Tommasoli di 29 anni, viene selvaggiamente aggredito da un branco di facinorosi e finisce in coma. Successivamente, le indagini accerteranno che gli aggressori erano un gruppo di neofascisti, gravitanti nell’orbita di organizzazioni di estrema destra come Forza Nuova. Lo stesso giorno in cui i lavoratori, i precari, i disoccupati ed i movimenti dell’autorganizzazione sociale rilanciavano, nell’aniversario della Festa dei Lavoratori, le lotte per i diritti e per le tutele delle classi deboli, c’era chi, prendendo a pretesto il rifiuto di offrire una sigaretta, sfogava la sua frustrazione con una violenza brutale, gratuita, insensata Continua a leggere

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 190 follower