Lino MartoneNei giorni scorsi e mesi a ridosso abbiamo assistito a qualche film televisivo con il solito immaginario accostamento dell’allevamento bufalino di Caserta alla camorra; poi come è scattata la primavera la coincidenza di una conferenza stampa della Procura che annunciava il sequestro di una azienda, rea di aver utilizzato in modo non conforme il vaccino RB51 che sarebbe stato utilizzato per “nascondere la presenza della brucellosi”; tutt’ora uno schieramento di decine di agenti della Forestale ha sottoposto sotto controllo altri 5 allevamenti, unificati dalla consulenza dello (altro…)

Agnone(IS)- Una serie di piccoli furti che avevano cominciato a creare malumore tra la popolazione di Poggio Sannita, centro Altomolisano, tant’è che segnali di allarme serpeggiavano da qualche settimana in paese. Ma i militari della Stazione e Compagnia di Agnone che avevano già prontamente raccolto le preoccupazioni dei cittadini hanno intensificato i servizi preventivi già regolarmente effettuati nella Continua a leggere

 AZIONE A LARGO RAGGIO IN TUTTA LA PROVINCIA FINALIZZATA ALLA PREVENZIONE FURTI E DEI REATI CONTRO IL PATRIMONIO. BLOCCATI E DENUNCIATI STRANIERI PROFESSIONISTI ABITUALI DEL FURTO. -ARRESTATE NUOVAMENTE DUE PERSONE GIA’ COLPITE NEI GIORNI SCORSI DA PROVVEDIMENTI CAUTELARI PER DROGA

Isernia- La costante azione di prevenzione impostata dai militari della Compagnia di Venafro, consentiva nella mattinata odierna di individuare quattro soggetti Continua a leggere

Alife(Ce)- Blitz dei carabinieri della Compagnia di Piedimonte Matese, diretta dal capitano Salvatore Vitiello, finalizzata a prevenire reati contro il patrimonio e la persona. Durante un controllo in un’operazione anticrimine, nella città di Alife (Caserta), diretta dal maresciallo Giovanni Aceto (nella foto, autore Andrea Pioltini) , sono finiti nella rete dei militari, due nomadi, R.R. e C.R., entrambi 230enni. I due provenivano dal campo nomadi ubicato nell’ hinterland napoletano e si aggiravano per il mercato cittadino in data odierna(martedi 25 Agosto) con aria sospetta. I due nomadi sono stati fermati ed al controllo eseguiti presso la Banca dati delle Forze di Polizia, sono emersi una serie di precedenti a carico di entrambi, in particolare per reati di furto. Nei confronti dei due pregiudicati, che si aggiravano tra la folla del mercato settimanale, e del quale si sospetta che fossero in procinto di preparare qualche “colpo” nella zona, i militari hanno emesso una misura preventiva che prevede il foglio di via obbligatorio con l’ordinanza del divieto di ritorno per la durata di tre anni. I sospetti dei carabinieri erano avvalorati dal fatto che, Continua a leggere

Piedimonte Matese(Ce)- (da red. cron Matese AC-M&d) )Tre pluripregiudicati di Arzano, nel napoletano, sono stati arrestati in flagranza dai carabinieri della compagnia di Piedimonte Matese al comandod el capitano Salvatore Vitiello (nella foto) mentre svaligiavano una villetta su tre livelli nella periferia della cittadina casertana di Piedimonte Matese. La banda era specializzata in questo tipo di rapine, come indicano anche gli ‘arnesi’ sequestrati durante l’arresto: fiamma ossidrica, trapani, furgoni per portare la refurtiva ed altro; il ‘colpo’ prevedeva il furto non solo di preziosi, ma anche di mobili e, in caso, casseforti. I tre hanno precedenti per associazione a delinquere, oltre che per reati contro il patrimonio o la persona. Secondo gli investigatori, Continua a leggere

Alife- (red cron.)Fermate sei persone dalle forze dell’ordine: per loro foglio di via obbligatorio. Le forze dell’ordine hanno riscontrato che a loro carico vi erano reati di estorsione, porto illegale di armi, rapine, furti, ricettazione e spaccio di droga. Nel corso della giornata di ieri, i militari della Compagnia dei carabinieri di Piedimonte Matese, diretta dal capitano Salvatore Vitiello, nel corso di una operazione anticrimine finalizzata a prevenire reati contro il patrimonio e la persona, hanno bloccato dei malfattori. Tra i comuni di Piedimonte Matese, Alife, Alvignano e Dragoni, durante i controlli eseguiti dai militari, sono stati sorpresi sei pregiudicati. Nel dettaglio, a Piedimonte Matese è stato fermato un pregiudicato per reati contro la persona, N. P., trentenne proveniente dal napoletano. Ad Alife, invece, sono stati fermati due pregiudicati. Si tratta di L. M., di quarant’anni, e di A. M., di trenta anni, anche loro residenti nell’hinterland napoletano, sul loro conto spiccano precedenti per estorsione e rapina Continua a leggere