Turismo Baia Domizia”: messaggi di vicinanza da politica e istituzioni. Cerrito: il nostro è un progetto vincente  da concretizzare oggi e non domani. Urge il tavolo d’incontro definitivo in Prefettura

Cerrito, questo progetto parte o non parte?

Io credo sia arrivato il momento della verità, anche sulla scorta di tanti messaggi di vicinanza e sostegno al Progetto e alla mia persona, che sono, a mio avviso, la dimostrazione inconfutabile di essere arrivati al “redde rationem” (resa dei conti, ndr). Da qui l’urgenza del terzo tavolo in Prefettura, fattivo e concreto.

Non dimentichi che siamo ormai in campagna elettorale…

Non abbiamo bisogno di promesse da marinaio, la nostra è una storia lunga e tormentata che ci ha relegati nel tunnel di un buio senza fine ed è ora che si veda la luce. Non a caso diciamo “oggi” e non “domani”, proprio perché riteniamo che debba essere una questione di giorni, al fine di ridare vita, vitalità e lavoro a Baia Domizia e, di riflesso, alla provincia di Caserta. Aggiungo che il nostro è un progetto-pilota da poter esportare anche in altre aree degradate e depresse del nostro Sud, per tirarle fuori dal guado paludoso della grande fame di lavoro. Continua a leggere

Baia e Domizia(CE)- (Da reda l’Altra Italia Gaetano Cerrito, (nella foto) Gaetano Cerrito 1presidente dell’Associazione “L’Altra Italia”, con accanto i sindaci di Sessa Aurunca Luciano Di Meo e Cellole, Antonio Lepore, la vicinanza del Quirinale, della Presidenza della Camera, del Prefetto di Caserta, Ezio Monaco e con la sottoscrizione del progetto di deputati e senatori della Repubblica e consiglieri regionali lancia la sfida di Baia Domizia al turismo mondiale. La ridente località del litorale domizio vuole riconquistare quel posto nel turismo di qualità che già gli è appartenuto in passato. L’obiettivo prefissato dall’associazione è quello di creare un luogo di vacanza non più per 2-3 settimane, ma per 360 giorni l’anno. Baia Domizia rappresenta infatti una vera e propria isola felice nel difficile territorio campano, essa può annoverare tra le sue peculiarità non solo chilometri di spiagge attrezzate, ma anche un clima eccezionalmente mite, straordinarie bellezze paesaggistiche, baia domizia 2percorsi storici-culturali, una grande ricchezza eno-gastronomica. A questo proposito è opportuno citare le parole del giornalista subacqueo e scrittore Adriano Madonna che ha voluto salutare in questo modo Cerrito a margine della 6° edizione del premio “L’Altra Italia”: Continua a leggere