Egregio On. Domenico Zinzi Presidente della Provincia di Caserta. Egregio Dott. Gino Tommasino Sindaco di Sessa Aurunca. Egregio Dott. Aldo Izzo Sindaco di Cellole

BASTA ATTENDISMI … BAIA, VOGLIA DI RISCATTO NEL CUORE!

Amare Sessa, amare Cellole e comunque la Terra Aurunca nel suo insieme significa in primis amare Baia Domizia, il suo meraviglioso mare, cuore pulsante di un’economia a tutt’oggi perdente e che invece, proprio a partire da Baia, può rappresentare il realistico volano dell’intero territorio.
È questo l’auspicio che io, Gaetano Cerrito, da sempre convinto assertore del riscatto di questa terra e del Sud nel suo insieme, rivolgo – come e più di sempre – ai due primi cittadini di Sessa Aurunca e Cellole. Continua a leggere

Baia Domizia(Ce)- PREMIO L’ALTRA ITALIA; GIOVANNI ALLEVI E’ L’ULTIMA SORPRESA Venerdì 23 e sabato 24 a Baia Domitia artisti, scienziati, giornalisti all’VIII edizione della kermesse. Il Premio Nazionale TV “L’Altra Italia – Vite da Premio”, che si Continua a leggere

UN ALTRO SUD E’ POSSIBILE CON IL PREMIO L’ALTRA ITALIA. IL cardinale Sepe primo ospite della ottava edizione del “Vite da Premio”

Baia Domizia(Ce)- E’ il cardinale Crescenzio Sepe il primo ospite che sarà accolto a Baia Domizia all’apertura della VIII Edizione del Premio TV Nazionale “L’Altra Italia – Vite da Premio”, ideato da Gaetano Cerrito, che firma da sempre grandi eventi ed iniziative per il Sud, alla presenza della madrina Liliana De Curtis. Il Premio, che si svolgerà il 23 e 24 settembre, è nato per testimoniare le qualità ed attitudini di uomini e donne d’Italia, che si sono particolarmente distinti nel campo della ricerca scientifica, nel mondo politico ed istituzionale, della cultura, del giornalismo, dello sport, del cinema, dello spettacolo, e dell’ imprenditoria. “Onore a donne e Continua a leggere

Baia Domizia 2011: positività in movimento
Interessante stage di giovani studenti della IPSSART Sede Associata di Cellole
Venerdì 15 Luglio c.a.,a chiusura del percorso formativo pranzo ufficiale preparato dagli allievi, al quale saranno presenti le Istituzioni territoriali e Gaetano Cerrito

In Baia Domizia si è svolto lo stage formativo della scuola IPSSART Sede Associata di Cellole (preside prof. Raffaele Mannarelli e responsabile di Sede prof.ssa Giuseppina Loffredo), presso la struttura alberghiera Continua a leggere

Il Polo Industriale ASI di Giugliano in Campania chiama… …il talk-show “L’Altra Italia” risponde Realtà produttive d’eccellenza in trincea, a causa di un “assedio” dei Rom

 Andrà in onda sabato 12 marzo 2011, alle ore 18.00, sul network digitale Tele A e su Sky canale free 868, una tematica di scottante attualità, afferente l’eterna Continua a leggere

Baia Domizia(Ce)- Ancora un attacco devastante a Baia Domizia. Gaetano Cerrito: basta con certa stampa faziosa e razzista. Ora basta! Sono stanco di questo continuo ed odioso discrimine verso Baia Domizia e delle iniziative poste in essere dalla Associazione amici de Continua a leggere

Baia Domizia(Ce)- Acchiappa il successo con “Vola e và”. E’ partita la macchina organizzativa del Festival “Vola e Và”, dopo il grande successo ottenuto con la settima edizione del premio “L’altra Italia”, un’altra grande idea firmata Gaetano Cerrito, un vero e proprio festival a tappe, il primo in Italia dedicato ai giovani talenti del mondo dello spettacolo: Continua a leggere

Baia Domizia(Ce)- Un sala gremita di imprenditori del turismo e del terziario, proprietari di case vacanza, nonché esponenti della politica locale e di numerose associazioni e consorzi balneari di Cellole e Sessa, ha fatto da cornice all’incontro tra Gaetano Cerrito e Annamaria Colao (nella foto), Presidente

Continua a leggere

Ambiente, turismo e lavoro a Baia: summit tra gli imprenditori locali, Cerrito e la Presidente Onoraria Prof.ssa Annamaria Colao

Baia Domizia(Ce)- Lunedì 13 dicembre, alle ore 16,00, presso il Viktoria Club a Baia Domizia, Annamaria Colao investita della Presidenza Onoraria dell’ass.ne “Amici de L’Altra Italia” incontrerà, insieme a Cerrito, gli associati e gli imprenditori del turismo e del terziario di Baia e del territorio aurunco, nonché una rappresentanza di piccoli proprietari di case vacanze, napoletani e casertani. “La zona geografica del litorale domizio è un patrimonio straordinario per bellezza e potenziale economico e non soltanto dal punto di vista turistico” – ha affermato, nel rispondere a Cerrito, la Docente di Endocrinologia dell’Università Federico II – “Sarà per me estremamente interessante e stimolante partecipare Continua a leggere

BAIA DOMIZIA(CE) – 24 e 25 SETTEMBRE 2010 – Ore 20:00 Tra i nomi della prima serata il Sottosegretario agli Interni On. Alfredo Mantovano, il Vice Presidente della Banca Europea per gli Investimenti Dario Scannapieco, i registi e produttori Luciano e Sergio Martino. Sarà inoltre assegnato un Premio speciale alla memoria di Angelo Vassallo. Continua a leggere

Baia  Domizia(Ce)- Gli ultimi sono stati certamente anni di consacrazione per il Premio Tv “L’Altra Italia – Vite da Premio”, che da un’edizione all’altra va assumendo una dimensione sovranazionale, facendo convergere sulla Riviera Domizia personalità di prestigio all’ interno del panorama internazionale.

Continua a leggere

Baia Domizia(Ce)- (Di Gaetano Cerrito) È giunta l’ora della rinascita di  Baia, del territorio Aurunco, ma più in generale dell’intera Provincia di Caserta. Il Prefetto di Caserta, e non solo, ce ne ha dato atto, mettendo in moto un meccanismo virtuoso che dovrebbe portarci alla concretizzazione del progetto-pilota “Baia: Turismo, il Tesoro della nostra Terra”, che potrebbe rappresentare un reale modello di sviluppo. Riscontriamo parimenti uno stallo da parte di politica ed istituzioni provinciali e regionali che penalizzano ancora una volta il lavoro massacrante sin qui prodotto, fatto di convegni, tavoli tecnici, incontri a tutti i livelli, sino ai massimi vertici dello Stato. Ho detto e ribadisco anche in questa occasione che voglio ancora credere nella politica e nelle istituzioni, ma affinché ciò sia possibile, ritengo che il momento voglia ed imponga azioni concrete in tal senso. Continua a leggere

Baia Domizia(Ce)- Con Prefetto e Vicario di Caserta, a lavoro per la rinascita di Baia Nel momento in cui il Prefetto di Caserta si accinge ad istituire il tavolo di concertazione per il progetto-pilota “Turismo: Il Tesoro della nostra Terra” forte è il mio appello al senso di responsabilità, amore e rispetto per la nostra terra, perché possa riappropriarsi e da subito d’immagine, lavoro ed occupazione tutto l’anno, attraverso il succitato progetto. Un piano di programmazione e lavoro condiviso in tanti tavoli d’incontro, dalla politica e le istituzioni, ritenendo legittime e dovute le nostre istanze, per un territorio tramortito da una serie di eventi ormai noti a tutti. Continua a leggere

Premiati tra gli altri l’allenatore del Napoli, Mazzarri, il cantautore Gigi Finizio, il generale Bianco, vertice della Protezione Civile Campania e Liliana De Curtis, figlia del grande Totò

Baia Domizia(CE)- La rivista Il Den, nel luglio del 2008, titolava: “Gaetano Cerrito, un Italiano Vero”; sulla stessa falsariga Il Corriere del Mezziogiorno con: “Cerrito, il Simon Bolivar, il patriota della Riviera Casertana”, come anche “Il Bossi del Sud”, senza contare gli innumerevoli attestati di stima, piovuti un po’ da tutte le parti, dal mondo politico-istituzionale, a quello dello spettacolo, dalla cultura al giornalismo, nonché svariati premi conseguiti in più circostanze al Palazzo dei Congressi di Roma, al Teatro Politeama di Napoli, ma anche a Caserta, Formia e Cellole (suo paese natale, di cui nel 2006 ha ricevuto le chiavi della città). Ed ora, direttamente dal capoluogo campano, arriva un nuovo prestigioso riconoscimento: Stiamo parlando del “Premio la Terza Napoli – La Città che Eccelle”, giunto ormai alla sua III edizione, istituito dall’Associazione l’Emicilio e patrocinato dal Comune di Napoli. Continua a leggere

Baia Domizia(Ce)- Neanche il cattivo tempo ha inciso sull’incontro! Tanti operatori, piccoli proprietari e una sala gremitissima. Cerrito (nella foto)oggi come ieri è indiscutibilmente il punto di riferimento per quanti hanno a cuore le sorti di Baia Domizia e della Riviera Casertana. Non a caso Don Marcus della Chiesa di S. Francesco gli si avvicina e dice: ”Ora so quando viene il vescovo a chi rivolgermi per avere tanta gente”. “Quella di questa sera” esordisce Cerrito “è un’ulteriore prova di quanto gli operatori e i piccoli proprietari avvertano l’esigenza inderogabile di risposte concrete al territorio. E rivolgendoci alla politica e alle istituzioni diciamo che non siamo più disposti ad ulteriori fasi di silenzi assordanti da parte di qualche esponente politico che bene farebbe ad essere vicino alla sua gente e alla sua terra. Ci siamo rimessi in gioco e dopo due anni di lavoro tra convegni, incontri e scontri nelle varie sedi istituzionali e non” aggiunge Cerrito “siamo arrivati al momento della resa dei conti. Continua a leggere

Baia Domizia(Ce)- (di Gaetano Cerrito) Credo fermamente sia arrivato il momento di dire basta a questa farneticante ed ossessiva cappa mediatica, che finisce per essere un killeraggio psicologico per le menti di quanti devono assistere non solo a notizie raccapriccianti della cronaca nera, ma anche al susseguirsi incessante di comunicazioni afferenti crolli di borsa, previsioni inquietanti, un quadro insomma devastatane che si ripercuote su tutti noi come una bomba di Hiroshima. A tutto questo bisogna aggiungere i gossip, le volgarità inaudite, i messaggi dissacranti e diseducativi nel disprezzo più assoluto dei valori della vita. Anche i fatti di questo ultimo lasso di tempo che ci vengono portati nelle case, come gli stupri, gli atti di bullismo di giovani sconsiderati e senz’anima, sono la conseguenza di una società che, per correre a cento a l’ora, e molto spesso sulle ruote di un’arida e drogante macchina tecnologica, ha perso di vista i veri valori, e cioè la famiglia, la scuola, i rapporti interpersonali, in un mondo dove non si vive più una vita reale ma virtuale (non a caso molti ragazzi finiscono per uccidere come in una fiction televisiva). Tutto ciò non fa altro che accelerare quel processo di disgregazione sociale, già ampiamente avanzato. I responsabili delle sorti del paese devono rivedere il loro modo di operare, smettendola in primis di guerreggiare tra loro, devono riflettere e capire che i tempi delle sperequazioni sulla distribuzione delle ricchezze devono assolutamente essere rivisitati a favore delle fasce più deboli al fine di riequilibrare le sorti della società. Continua a leggere

Gaetano Cerrito (nella foto 1 e 2 insieme alla cantautrice e testimonial per la Pace Agnese Ginocchio, ospite qualche anno fa alla sua trasmissione), noto ShowMan italiano, conduttore di importanti programmi televisivi. Ideatore del Premio culturale  “L’Altra Italia” ,é  Presidente neo costituita Associazione Amici de “L’altra Italia” . Baia Domizia(Ce)- (di Gaetano Cerrito) Uscire dal buio per vedere la luce è possibile se in primis le “grandi intelligenze” che ci governano a livello centrale e periferico stabiliscono una tregua trasparente che ponga fine alle inutili diatribe, spesso fuori luogo, per pensare ai bisogni reali della gente che non riesce più ad avere punti di riferimento, mortificata, avvilita, prostrata, ma soprattutto indifesa ed inascoltata.  Cari “Signori” della politica e delle poltrone, istituzionali e non, alla luce della disastrosa situazione in cui il Paese versa a partire dal Sud, credo sia arrivato il momento di porre in essere iniziative che vadano a ricreare un humus di fertilità in primis umana, oltre che di certezza del lavoro e del rispetto dello stesso, considerando che le sperequazioni tra le fasce sociali sono ormai diventate siderali. Finalmente arrivano riflessioni che bene si farebbe a rivedere gli ingaggi milionari dei calciatori, dei manager, degli stipendi d’oro dei politici e… perché – dico io – ci sia maggiore giustizia sociale. La mia ricetta continua ad essere da una vita “Premiare il merito”e con esso la fantasia, la creatività, la voglia di fare e di osare, in un mondo ormai globalizzato dove la sfida è divenuta un imperativo, riconquistando però i valori del passato, ma al passo con i tempi, in un’ottica di prospettiva concreta a partire dalla ricerca ma anche attraverso una maggiore cooperazione tra Istituzioni e cittadini, senza più silenzi assordanti. L’Italia ormai, a mio avviso, non va più da nessuna parte senza l’Europa, ma anche l’Europa potrebbe avere il fiato corto senza l’Italia. Continua a leggere