Caserta- Due capannoni industriali – per una superficie complessiva di 3.200 metri quadrati – e tre aree scoperte di circa 800 metri quadrati, utilizzati come discarica abusiva di rifiuti speciali, sono stati sequestrati oggi dal Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Caserta nella zona industriale di Gricignano di Aversa, nel Casertano. All’interno del sito, gestito da due diverse (altro…)

RIARDO(Ce)–  “In data odierna, su disposizione di questa Procura della Repubblica,  la Guardia di Finanza di Napoli ha dato esecuzione all’ordinanza  cautelare, personale e reale, emessa dal Gip presso il Tribunale di  Napoli nei confronti di 10 indagati ( di cui all’allegato elenco ),  per reati che vanno dal concorso esterno in associazione camorristica e reimpiego/ (altro…)

Piedimonte Matese(Ce)- Il dott. Liberato LILIANO, Luogotenente della Tenenza della Guardia di Finanza AUGURA VIVI AUGURI di cuore a tutti per una felice e serena Santa Pasqua. E, poi, ancora: ” Pensando di ricevere una mano, coglie l’occasione per comunicare che per le prossime Elezioni Amministrative – 15 e 16 maggio -, si è candidato a Consigliere per il Comune di Caserta. GRAZIE! GRAZIE! GRAZIE! (Comunicato stampa da redaz. matesina)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”

Telese, 7 anni di appalti truccati da sindaco e “cartello” di imprese. Le ditte simulavano anche le offerte dei tangentopoli telesina30 concorrenti. Un usciere confessa. Un indagato: 486 mila euro in cantina, ne dichiara 6 mila

TELESE (Bn)– (di Antonio Corbo)  L’ultima tangentopoli è crollata al numero 1 di via Forche Caudine, alle sei e mezzo. A Telese, settemila abitanti, paesotto elegante che vive di turismo intorno alle terme e al centro benessere con albergo di lusso, la Finanza ha arrestato il sindaco. Pochi minuti dopo, altri 14 tra dipendenti comunali e imprenditori. Giuseppe D´Occhio, 53 anni, per 25 sindaco o assessore, lista civica di centrodestra, è accusato di aver pilotato un sistema per truccare appalti di opere pubbliche. L´accelerazione alle indagini avviate nel 2002 risale al 2006, quando il pm Antonio Clemente appena arrivato dalla Procura di Napoli apre il filone che porta al blitz. Continua a leggere