CatturaordigniIl 3 aprile 2014 alle ore 10.00, presso la Sala Nassirya di Palazzo Madama in Senato, l’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra, l’Ente Morale preposto per legge alla rappresentanza e tutela delle vittime civili di guerra italiane e dei loro congiunti, annuncerà il lancio della campagna di sensibilizzazione sul tema degli ordigni bellici inesplosi. (altro…)

bombaCapua(Ce)- Attualmente un team bcm della ditta CCM è impegnata in un lavoro di bonifica bellica all’interno della stazione di Capua. Normalmente questi delicatissimi (altro…)

Esercito, geniere casertano controlla lo stato dell'ordignoL’anno trascorso si chiude con la notizia di un ordigno risalente la seconda guerra mondiale abbandonato sotto l’obelisco di Piazza Marconi in pieno centro a Torino. L’incosciente non considera di posare la granata a pochi metri dall’ uscita della metropolitana. In questo caso le domande nascono spontanee: da dove giunge quella bomba…? In che modo ha raggiunto la Piazza…? E perché lasciarla proprio in quel punto…? Ovviamente non avremo mai alcuna risposta. Passano pochi mesi, è una bella giornata, anzi è la vigilia della passata primavera. Dalle pagine della Nuova Sardegna, il giornalista Gianni Bazzoni racconta di altra bomba lunga quasi due metri “abbandonata” alla periferia di Sassari, giusto sul ciglio di una strada molto frequentata. L’ordigno è notato da un automobilista di passaggio, il quale un po’ confuso, un po’ incredulo, segnala la “cosa” alle forze dell’ordine. La centrale operativa dei Carabinieri invia sul posto più volanti per recintare l’area in questione e deviare la circolazione automobilistica. Anche questa vicenda termina bene. Intervengono i tecnici della Brigata Sassari che pongono (altro…)

Tonino FilomenaTonino Filomena, per gli amici solo Tonino, attraverso il proprio disincantato scrivere continua a stregare i suoi lettori. Anche se con ritardo (colpa mia) riesco a leggere i suoi ultimi (altro…)

piazza armerina(di Giovanni Lafirenze) Piazza Armerina, comune in provincia di Enna è geograficamente posizionato al centro della Sicilia a pochi chilometri da Caltanisetta, Gela, Pachino e Catania. (altro…)

La crisi economica spinge tutti, soprattutto i più deboli sull’orlo dellafollia. E’ il 5 marzo 2013: Un uomo armato di una Beretta, confuso tra altri utenti, entra nel Palazzo della regione a Perugia. (altro…)

bonificaRinvenuti numerosi residuati bellici della prima guerra mondiale, in località Solbiate Olona, provincia di Varese. Protagonista della straordinaria scoperta una squadra BCM della Cofiba, nota azienda del settore da anni impegnata sia nella bonifica bellica in Italia, sia attenta e sensibilenei lavori di sminamento umanitario all’ estero. Cofiba è guidata da (altro…)

nino fezzaLa notizia è sconvolgente: quattro giornalisti rapiti, non è ancora chiaro da chi, nel nord della Siria, ai confini con la Turchia. La Farnesina con grande discrezione è al lavoro, (altro…)

Il nostro, ex Bel Paese, che lo si guardi da lontano o da vicino, sembra dare l’impressione di una nazione in perenne guerra con se stessa. Attenzione, in realtà, non intendo una guerra legittimata (altro…)

napolitanoIl richiamo al buon senso del nostro Presidente della Repubblica, rivolto alle polemiche giudiziarie odierne, non avrebbe raccolto i consensi delle parti in causa. Infatti, i soliti noti continuano ad inondare il fuoco devastatore delle polemiche in corso, con botte e risposte al benzene, aumentando a dismisura il clamore mediatico. Subito dopo la provocatoria manifestazione non autorizzata del Pdl al Palazzo di Giustizia milanese (altro…)

Novalesa è un piccolissimo paese appartenente alla Comunità Montana di Val di Susa provincia di Torino, è situato ai confini con la Francia. Un comune turisticamente attrattivo famoso per l’Abbazia della Novalesa. Borgo composto da bellissime borgate medioevali e suggestivi percorsi di (altro…)

(Di Giovanni Lafirenze) Non è cambiato nulla, non cambierà mai nulla. In Italia e solo in Italia si continua a morire nel mezzo dei festeggiamenti di fine anno. La vita dell’essere umano è il risultato di un meccanismo meraviglioso, ma non lo comprendiamo del tutto. Da anni ripetiamo che è assurdo morire, ustionarsi o perdere mani ed occhi a causa dei petardi illegali o legali che siano. Lo Stato continua a sostenere questo assurdo mercato che andrebbe lasciato nelle mani (altro…)

Italia- (di Giovanni LAFIRENZE) “Patente d’Esperto”. La notizia è incredibile: domenica 2 dicembre 2012 una potente detonazione coglie di sorpresa gli abitanti del comune di Fonzaso Provincia di Belluno. Sono le 10.30 (circa). La fonte è il Corriere delle Alpi. L’articolo è curato dal dott. Roberto Curo. Il servizio del giornalista spiega che un uomo residente proprio nella piccola cittadina veneta è investito dall’esplosione di un residuato bellico. L’uomo, un cinquantaduenne, forse è intento a maneggiare una piccola granata risalente la “Grande guerra”, trovata durante le sue escursioni con il metaldetector. La (altro…)

ITALIA- Una lista nera per segnalare utenti morosi nei confronti delle aziende fornitrici di luce e gas. Un documento che non consente al cattivo pagatore di cambiare fornitore. Tutto questo a dire dell’ Autorità per l’energia e gas, per tutelare le aziende fornitrici. Il tutto sembrerebbe già approvato da Camera e Senato ( Fonte: Repubblica). In Italia, nel mondo l’energia industriale, casalinga è indispensabile, non penso che questa assurdità vada a buon fine, infatti si potrebbe ( esiste già) stabilire un rateo per la bolletta esagerata (se non c’è guasto al contatore). Ovviamente le associazioni dei consumatori contrastano l’assurda idea di lasciare al buio imprese e famiglie in difficoltà. Forse Camera e Senato non identificano la figura del “moroso 2012”. Quest’ultimo potrebbe essere una persona investita, coinvolta dalla crisi economica in atto: imprenditore colmo di problemi, dipendente licenziato etc, questi personaggi senza più reddito devono superare ulteriori esigenze: nutrirsi, pagare fitti, tasse, gabelle, imposte d’ogni genere, eccetera, eccetera, eccetera…! Ora non resta che chiedere a Camera e Senato d’intervenire (altro…)

(di Giovanni Lafirenze) L’Europa chiede l’ Italia risponde. L’ Europa impone lacrime e sangue, l’Italia esegue. L’ Europa  a prescindere esige e l’Italia per ovvie ragioni dettate da euro e sistema finanziario deve obbligatoriamente “ubbidire”. Per tanti anni le casse statali hanno illecitamente distribuito fondi pubblici per interesse personale o altro. A questo proposito il Presidente Giorgio Napolitano nei (altro…)

Di “Giovanni Lafirenze “

L’iniziativa “Otre il Risorgimento”  è uno spettacolo itinerante storico/musicale del tutto maruggese, l’idea coltivata dallo storiografo Tonino Filomena è stata apprezzata in pieno da Vittorio Fusco cofondatore e Presidente del gruppo Folk “Aria di Casa Nostra”, l’Associazione già nota per il legame nei confronti della pizzica s’è impegnata non poco in straordinari lavori di ricerca musicale dedicata al brigantaggio locale, evolvendo i (altro…)

IL VIAGGIO (di Giovanni Lafirenze)

Sono le sette e dieci del 27 mattina, la corriera destinazione Taranto è già pronta sul piazzale della Stazione di Sibari, in attesa di eventuali ritardatari, la partenza è prevista tra qualche minuto. Saluto i colleghi, consegno il bagaglio all’autista e celermente percorro il corridoio del mezzo in cerca del posto Continua a leggere

Umberto Bossi segretario nazionale della lega Nord da sempre ha ingiuriato personalità politiche, istituzionali e non solo. Sempre il senatur non ha mai cessato d’oltraggiare sia il Tricolore, quanto l’Inno di Mameli simboli dell’ unità nazionale (polemiche storiche a parte). Un esempio per tutti il dito medio alzato dell’Umbertun il 20 luglio Continua a leggere

CHI RISARCIRA’ IL BIMBO….?

E’ una mattina come tante quella del 28 dicembre 2011, ogni italiano assapora con entusiasmo ciò che promette il futuro 2012. Le nostre città sebbene colme di grandi contraddizioni guardano al nuovo anno con grande interesse: “la fase due del Governo Monti intesa come spinta alla crescita nazionale”. Lo spread è protagonista e tormentone di queste ultime ore dell’anno 2011. Tuttavia adulti e ragazzi organizzano giusti festeggiamenti per onorare ognuno come può il nuovo anno. Infatti vorrei augurare a tutti Voi un 2012 che sia in Continua a leggere

BUON NATALE PROFESSORE MONTI….(di giovanni LAFIRENZE)

Bene, tra le tante avversità patite ultimamente (disastri ambientali, finanziari, chiusura di stabilimenti e tanto altro) dal nostro Bel Paese finalmente una notizia quasi positiva: “siamo uno Stato indebitato e di cittadini benestanti, questa è la vera situazione dell’Italia”. Continua a leggere

Tentare un rendiconto annuo collegato alle vittime dei petardi per comprensibili ragioni (nessuno possiede una statistica del genere) purtroppo non è possibile.
Tuttavia è nostro dovere riflettere sul conteggio dei feriti delle festività natalizie 2010/2011.
Le cronache del gennaio trascorso stimano 500 persone rovinate da petardi esplosi inavvertitamente.
Codesti incidenti appaiono geograficamente ben distribuiti su tutta la penisola ( a Napoli una vittima a causa di un proiettile vagante *) e travolgono 68 ragazzini e 59 adolescenti.
Poso qualche esempio: Continua a leggere

PREVENIRE L’EMERGENZA

Nubifragi e alluvioni procurano disastri ambientali molte volte indimenticabili. Molti addetti ai lavori precisano che le cause di queste sciagure sarebbero il cambiamento del clima in Europa, una pessima gestione del territorio (…), mancanza di tempestività nel gestire l’informazione. Continua a leggere

ESPLODE REDIDUATO BELLICO (di Giocanni LAFIRENZE)
Il Resto del Carlino e precisamente la redazione di Fermo il 27 settembre 2011 lancia una tremenda notizia: la notte precedente un boato scuote il territorio di Casabianca. Continua a leggere

Il territorio italiano al termine del secondo conflitto mondiale è permeato in ogni luogo di residuati bellici esplodenti sepolti o affondati. La guerra aerea strategica distrugge intere aree urbane, ogni territorio del Bel Paese. Le incursioni aeree del tipo tattico colpiscono ponti ferroviari, importanti nodi stradali, stazioni ferroviarie, capannoni industriali, strutture portuali, e tanto altro. La furia dei B-17, dei Lancaster, in seguito dei Messerschmitt lascia inesplose Continua a leggere

Il 3 settembre per mezzo del quotidiano “La Nazione”, redazione Terni, apprendiamo la notizia del rinvenimento di un residuato bellico risalente alla seconda guerra mondiale. Continua a leggere

La Forza e il Coraggio di Vivere di Liliana Speziale

Tre racconti, tre differenti storie, unite da un preciso filo conduttore: “ la volontà di non arrendersi mai”.
Il desiderio di superare ogni ostacolo, la saggia capacità di sapersi destreggiare tra i meandri della ragione e del cuore.
L’amica Liliana Speziale autrice de “la forza e il coraggio di vivere”
(edito Albatros il FiloRoma 2011) elegantemente offre ad ogni lettore l’inevitabile opportunità di rivivere parte del proprio ieri e di meditare a proposito delle quotidianità.
In pratica molteplici e più spunti di riflessione per tutti noi.
Liliana racconta e presenta “Il Mondo di Chiara”: una bimba milanese, la quale nel corso della propria vita nonostante sia Continua a leggere

MARIO BORGHEZIO VISTO DA LONTANO….!!!!
Il terrorista norvegese A. B. Breivik, responsabile (…) del folle doppio attentato di Oslo che spazza via la vita a 76 persone fa esplodere le proprie bombe in nome del proprio squilibrio mentale. Infatti l’assassino norvegese da anni coltiva la propria malattia per mezzo dell’odio che quotidianamente genera Continua a leggere

(di Giovanni Lafirenze) Il 14 ottobre 2010 per mezzo della pagina web “QuiBrescia.it apprendiamo la notizia del ferimento a causa di un residuato bellico risalente la seconda guerra mondiale, di un 36enne residente a Darfo Boario Terme. Il quotidiano bresciano spiega come l’ incidente sia avvenuto all’ interno dell’ abitazione dell’ incauto e precisamente in cantina, mentre tenta di “aprire” il piccolo manufatto bellico recuperato nel corso di una immersione subacquea (l’uomo sarebbe un provetto Sub). Il secco boato attira l’attenzione dei genitori, che immediatamente allertano il 118 di Esine, ovviamente intervengono anche Vigili del Fuoco. I medici diagnosticano serie ferite alle mani ed escoriazioni varie al volto. Sul momento qualcuno pensa sia scoppiata una bombola ARA, ma la perquisizione del locale, ha permesso (sempre a dire del portale d’ informazione su citato), di scoprire un “vero arsenale” vale a dire: “…varie parti di Continua a leggere

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 188 follower