Vitulazio(Ce)- 29 mar – I finanzieri del Comando Provinciale Napoli hanno scoperto, in una zona periferica del Comune di Vitulazio in provincia di Caserta, una stamperia clandestina specializzata nella realizzazione di banconote da 20 euro contraffatte, ricavata all’interno di un garage sottostante ad una anonima villetta familiare di recente costruzione. Il blitz dei militari della Continua a leggere

Milano- (Di Giampiero Casoni )Lui, così amante dei colori sgargianti e delle situazioni “fru fru” è stato arrestato da uomini che indossano la divisa grigia: Lele Mora, l’agente del Vip, il pluridecorato protagonista di numerose vicende giudiziarie ancora tutte in itinere, è stato fatto oggetto proprio oggi di una ordinanza di custodia cautelare per bancarotta fraudolenta dagli agenti della Guardia di Finanza, con mansioni di Polizia Giudiziaria messa su traccia dal Sostituto Procuratore della repubblica di Milano Eugenio Fusco. Secondo l’ipotesi di reato, Mora avrebbe contratto una “mora” col Fisco italiano per un ammontare quantificato dagli inquirenti in circa 8 milioni e seicentomila euro. Tutto questo si sarebbe verificato, sempre secondo il fascicolo con cui il Pm milanese sta esercitando l’azione penale ed ha ottenuto proprio oggi l’ordinanza di custodia cautelare, in merito al crac della società LM Management. A giugno infatti il gruppo era fallito Continua a leggere

San Potito Sannitico(Ce) - Tre aziende bufaline con amianto incorporati con mille capi di bestiame sono state sequestrate alcuni giorni fa insieme a 17 capannoni e un’area di oltre 27mila mq a San Potito Sannitico, località San Cassiano, nel casertano. I sequestri sono stati eseguiti dalla Guardia di Finanza di Piedimonte Matese, al termine delle indagini finalizzate alla salvaguardia, prevenzione e Continua a leggere

Sora(Fr)- (di Daniele Palazzo)La Guardia di Finanza di Sora(Fr) scopre l’esistenza di un corpulento cartello di imprese della Ciociaria e dell’Alto Casertano che aveva messo su una intesa di sinergia criminale finalizzata alla pianificazione di frodi e raggiri ai danni della Comunità Economica Europea. Al termine di un lungo e meticoloso lavoro di intelligence finanziaria, mirato al contrasto e alla repressione di truffe e falsi richieste di finanziamento ai danni della C.E.E., le fiamme gialle sorane hanno avuto modo di scoperchiare il pentolone di tante ed assurde richieste di finanziamento in danno dell’ Unione Europea.

Continua a leggere

Piedimonte Matese(Ce) – Per anni ha incassato la pensione di entrambi i genitori nonostante fossero defunti. Ludovica Tonziello di 51 anni, ha ricevuto un’ ordinanza impositiva di misura cautelare emessa dal giudice delle indagini preliminari presso il tribunale di Napoli su richiesta dei pm della sezione reati contro la pubblica amministrazione della Procura di Napoli in base alla quale l’indagata ha l’obbligo di dimora nel comune di Piedimonte Matese. L’ indagine e’ Continua a leggere

Alvignano e Dragoni(Ce)- Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Caserta, sotto la spinta propulsiva del Procuratore Capo della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere e in aderenza al protocollo d’intesa recentemente sottoscritto presso la Prefettura di Caserta alla presenza dei Ministri dell’Interno, della Giustizia e dell’Ambiente, ha intensificato i controlli in materia di tutela ambientale. In tale contesto, le Fiamme Gialle della Tenenza di Piedimonte Matese al comando del luogotenente LILIANO Liberato (nella foto 2 a dx),  hanno individuato e posto sotto sequestro 5 appezzamenti di terreno, per un totale di circa 20.000 mq., localizzati nei comuni di Dragoni ed Alvignano, alcuni a poche centinaia di metri in linea d’aria dal centro abitato e in prossimità dei fondi coltivati, illecitamente adibiti a discariche abusive di rifiuti speciali. L’operazione di servizio, che si inquadra nell’ambito della più complessa attività di monitoraggio del territorio della Provincia di Caserta finalizzato alla tutela dell’ambiente, ha consentito di rinvenire una elevata quantità di rifiuti, molti dei quali rientranti nella categoria di Continua a leggere

S. Marco Evangelista(Ce)- La Guardia di Finanza di Caserta ha sequestrato a San Marco Evangelista una cava di tufo dismessa di circa 17mila metri quadrati, trasformata in discarica abusiva. Il proprietario e’ stato denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere per reati in materia di tutela ambientale. Continua a leggere

OLTRE L’OSTACOLO” Manifesto pubblico del gruppo comunale d’opposizione “Leali per Alife”

Alife(Ce)- Con nostro grande rammarico ed un forte senso di disagio la collettività di Alife è sottoposta in questo periodo all’attenzione mediatica per motivi, purtroppo, poco nobili e che, se fondati, sicuramente procureranno grossi problemi di convivenza al suo interno. I fatti che si stanno manifestando sotto gli occhi di tutti vedono come “protagonisti” in negativo personaggi coinvolti, a vario titolo, nella vita pubblica e amministrativa della nostra città essendo gli stessi oggetto di accertamenti da parte della Guardia di Finanza. L’attività di controllo, così come diffusa dagli organi di informazione, si va focalizzando su presunte irregolarità consumate nell’ambito dell’ attività amministrativa delle ultime sindacature di centro – destra. Noi, in qualità di cittadini alifani nonché consiglieri comunali di minoranza, auspichiamo che il tutto possa essere presto archiviato e tutte le persone coinvolte possano dimostrare la propria lealtà verso le istituzioni ed il ruolo che rappresentano. Continua a leggere

Caserta- Ricavi non dichiarati e base imponibile sottratta all’Irap di 3 milioni e 873 mila euro nonché mancato pagamento dell’ Iva dovuta per oltre 775 mila. E’ quanto la Guardia di Finanza di Caserta ha accertato nel corso di una verifica fiscale in un’ impresa di pulizie operante tra Caserta e provincia. E’ stata, dunque, accertata, spiegano le Fiamme Gialle, un’evasione quantificabile in diversi milioni di euro sottratti all’ Erario, tra imposte dirette, imposta sul valore aggiunto ed Irap. Nel corso dell’attività di verifica è emerso che la ditta era sprovvista della documentazione contabile prevista dalla normativa vigente. Continua a leggere

Piedimonte Matese(Ce)- Sulla vicenda Pizzo su punti-patente: 215 indagati fra cui 2 agenti polizia  municipale(leggi quì art.) che tra gli altri aveva visto coinvolto l’ex comandante della polizia municipale Giuseppe Esposito di 62 anni, arriva la revoca da parte del gip Antonio Baldassare del tribunale di S. Maria Capua Vetere. Il Giudice Baldassare ha firmato su istanza degli avvocati della difesa Antonello Fabrocile e Fulvio Fiorillo, la revoca su misura cautelare agli arresti domiciliari di cui era destinatario il comandante della polizia municipale Giuseppe Esposito, 62enne che aveva prestato servizio a Piedimonte Matese. Esposito era stato coinvolto nella bufera che aveva travolto la polizia municipale di Piedimonte Matese a seguito delle attività di indagini condotte dalla Guardia di Finanza di Caserta sotto il comando del Colonnello Francesco Saverio Manozzi, in collaborazione con la tenenza di Piedimonte Matese al comando di Liliano Liberato(vedi quì art), da cui sarebbe emerso un sistema criminale con il quale gli agenti della municipale del comune matesino nell’ esercizio delle loro pubbliche funzioni avrebbero strumentalizzato, per interessi privati, il servizio di rilevazione delle violazioni del codice della strada, attraverso la falsificazione o la soppressione dei verbali di conravvenzione con l’ausilio del tecnico della ditta preposta alla gestione degli autovelox, la società “all service s.r.l.”. Continua a leggere

Alife(Ce)- Continua incessante l’azione delle Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Caserta a tutela della legalità e della sicurezza nell’ambito del territorio provinciale. I militari della Tenenza di Piedimonte Matese, all’esito di una penetrante attività investigativa operata nel comparto delle accise, ha individuato nel comune di Alife (Ce) un deposito abusivo di GPL per uso domestico. Gli accertamenti condotti dai finanzieri hanno permesso di accertare che il deposito era privo di qualsiasi autorizzazione e, soprattutto, senza il rispetto di alcuna norma di sicurezza. Nel corso delle suddette operazioni sono state sequestrate più di 450 bombole contenenti complessivamente kg. 6.812 di liquido altamente infiammabile. Il responsabile, E.M., di anni 51, è stata denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere. Continua a leggere

Alife(CE)- Alla trasmissione “Le IENE” di mercoledi 21 Aprile 2010 su Italia 1 a partire dalle ore 21:00,  si parlerà del CASO MEGA-Truffa FINANZIARIA di ALIFE perpetrata nello scorso MAGGIO 2009. MOLTISSIMI ALIFANI e tanti cittadini dei comuni della zona matesina e del Sannio, oltre 150, incapparono in questo terribile crack finanziario e rimasero prosciugati senza una lira in tasca. Stando alle stime della Guardia di Finanza matesina, che sul caso stava indagando, pare che la mega truffa ammontasse dai 12 ai 20 milioni di euro. Continua a leggere

Pignataro Maggiore(Ce)- “Con estrema serenità e pacatezza, continuando ad avere piena ed assoluta fiducia nella giustizia, vorrei dichiarare che alcune circostanze, almeno quelle che riguardano l’azione del mio ente, riportate nel provvedimento eseguito questa mattina dalla Guardia di Finanza nei confronti di alcuni amministratori, non rispondono assolutamente alla realtà dei fatti. Se dicessi che continuo ad avere fiducia dei miei colleghi di consiglio, diminuirei il valore della loro integrità morale. Continua a leggere

(Video cerimonia Antonio Sottile Alife(Ce), a cura del prof. Fernando Occhibove)

 

ALIFE(Ce)- In piazza della Liberazione, si é svolta la cerimonia di fiori-2-e-cero-pace-ad-antonio-sottile-busto-alife-feb-09commemorazione del decimo anniversario della scomparsa del Finanziere Scelto Antonio Sottile, nato nel citato Comune di Alife il 15 febbraio 1971 ed arruolato nel Corpo il 22 settembre 1990. La cerimonia (vedi video) ha visto la presenza delle istituzioni di Alife capeggiate dal Sindaco Fernando Iannelli, dei rappresentanti del Comando della Guardia di Finanza territoriale nella figura del comandante Liliano Liberato, del Comandante comandante provinciale della Guardia di Finanza, colonnello Francesco Saverio Manozzi, dei familiari del giovane caduto in servizio, e di  numerosi cittadini.ed  é culminata con la deposizione di una corona d’alloro sul busto commemorativo dedicato al finanziere Antonio Sottile sito presso la Villetta comunale (vedi foto a dx) . Il militare è stato decorato di Medaglia d’Oro al Valor Civile, alla memoria, in seguito a fatti accaduti allorquando era in forza alla Compagnia Pronto Impiego della Guardia di Finanza di Brindisi. Il 23 febbraio 2000, a Contrada Jaddico (Br), nel corso di un’operazione anticontrabbando, il Finanziere Scelto Antonio Sottile perdeva la vita in seguito allo speronamento dell’autovettura di servizio ove era a bordo da parte di un fuoristrada guidato da un contrabbandiere. Nella circostanza decedeva altro militare del Corpo e altri rimasero feriti. Il gravissimo episodio destò grande commozione in tutto il Paese, da cui prese avvio il piano straordinario anticrimine per la Puglia, meglio noto come operazione “Primavera”.

Continua a leggere

15 ordinanze per amministratori, funzionari comunali, imprenditori. L’accusa: associazione a delinquere

BENEVENTO – L’accusa è pesante: associazione a delinquere finalizzata alla corruzione e alla truffa nella gestione degli appalti pubblici nella Valle Telesina. Per questa ragione sono state arrestate quindici persone, tra cui anche il sindaco di Telese Terme, Giuseppe D’Occhio (Pdl)(nella foto) , nell’ambito di un’operazione ella Guardia di Finanza. Ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip del tribunale di Benevento su richiesta della locale procura. In manette sono finiti amministratori pubblici, funzionari comunali e imprenditori della valle telesina. Da qui il nome dell’operazione soprannominata «Telesia». Sono stati sequestrati anche beni mobili ed immobili per un valore di due milioni di euro. Le indagini sono partite nel 2002, quando D’Occhio era già sindaco di Telese e sono proseguite negli anni successivi. Lo stesso Telese ha ricoperto dapprima la carica di assessore ai Lavori Pubblici e poi è stati rieletto primo cittadino. Alla scoperta della tangentopoli telesina hanno contribuito anche le intercettazioni telefoniche. Continua a leggere

SAN NICOLA LA STRADA(Ce)– (di NunziO De Pinto) Quella che stiamo per MOTTA Salvatore Comunisti Italiani San Nicola La Stradaraccontarvi sembra un una polemica ferragostana tanto per riempire i quotidiani, ma non è così. Il prossimo 10 settembre l’amministrazione comunale intitolerà il campo di calcio di Via Fermi alla memoria dell’ appuntato Domenico Amato, di San Nicola La Strada, morto per mano dei nazifascisti per aver aiutato numerosi profughi ebrei a fuggire in Svizzera, meritandosi così la Medaglia d’Oro al Valor Civile conferitagli dal Capo dello Stato nel 2008. Ma quello che tiene banco è il fatto che per l’occasione non saranno presenti alcun discendente dell’uomo. Continua a leggere

Alife(Ce)- Sul caso Maxi truffa da milioni di euro messa in atto dal Mostro promotore finanziario di nota famiglia alifana, le vittime non si rassegnano e scendono in campo. Nella mattinata di martedi, giornata di mercato settimanale, nella grande città delle meraviglie, presa in questi giorni d’assalto dalle diatribe politiche (pare che non si viva e non si parli d’altro..), un notevole gruppo di cittadini vittime della truffa si sono ritrovati in una zona del centro storico della città alifana per discutere nuovamente sul caso, un duro colpo che con il tempo che passa diventa sempre più difficile da ammortizzare. Alcuni di questi cittadini erano su tutte le furie e hanno minacciato di fare giustizia a modo loro. “Non lo vogliamo più in questa città se ne deve andare. Chiediamo giustizia che vengano arrestati i colpevoli..” – ha espresso una vittima riferendosi al promotore- “Se lo vedo lo squarto in due ..” ha dichiarato furibonda un’altra sua vittima prosciugata dei risparmi di una vita intera, anni e anni di lavoro, e che ora non si ritrova più nulla di nulla. ” Ci sentiamo soli e abbandonati in questa città“- ha espresso ancora un altra vittima- Continua a leggere

Piedimonte Matese(Ce)- (da red. cultura Matese)E’ previsto nei prossimi giorni, nella serata del 3 Gennaio 2009, una serata sociale:  “Pizza / cena sociale di solidarietà per la Pace“. Questo é il biglietto da visita  dell’evento, il cui scopo sarà quello di raccogliere fondi di beneficenza a favore di casi familiari del nostro comprensorio matesino che versano  gravi condizioni  economiche. Continua a leggere

MADDALONI(Ce) -( di Nunzio De Pinto) La scuola di Amministrazione e Commissariato di Maddaloni, sita all’interno della Caserma Magroni” e comandata dal Generale di Brigata Antonino Agricola, non poteva festeggiare meglio i suoi primi sessanta anni se non con un prestigioso premio. È quello vinto al terzo campionato italiano di ristorazione collettiva, per il settore “Mensa militare”, dalla squadra dell’Esercito Italiano composta dal cuoco Gianfranco De Iorio, caporal maggiore scelto, e l’aiuto Michele Zucca La Ventura, anch’egli caporal maggiore scelto. I due graduati, in servizio presso la Caserma Magrone di Maddaloni, si sono aggiudicati il primo premio del concorso che si è tenuto a Guidonia nel corso della settimana dal 12 al 19 ottobre scorso. La gara, dedicata alla Ristorazione collettiva, si pone l’obiettivo di valorizzare le qualità gastronomiche di mense e catering. In campo c’erano ben 14 squadre di cuochi composte da chef, aiuti e dietiste per quattro categorie: aziendale, sanitaria, scolastica, militare. Concorrenti importanti per questa III^ edizione gli chef di Marina, Aeronautica, Esercito e Guardia di Finanza che hanno testimoniato come si mangia e come si lavora nelle cucine delle caserme. E quest’anno erano presenti in gara per la prima volta. Continua a leggere

Piedimonte Matese(Ce)- (GDM)Finanza in festa! Sono i militati della Tenenza della Guardia di Finanza di Piedimonte che l’altro giorno hanno festeggiato il Tenente Liliano Liberato (nella foto*, leggere in coda la didascalia) che per essersi contraddistinto quale uomo di alti valori umani per aver fatto rispettare le Leggi attraverso i valori di legalità impartiti ai giovani del posto con l’avvicinamento al dovere è stato nominato socio onorario dei Cavalieri di San Giorgio in Carinzia. A volere la sua nomina è stato il Presidente dell’Associazione unitamente al segretario della stessa, ovvero l’ex Maresciallo delle Fiamme Gialle, Giuseppe Presente, che investendolo quale socio nel Santuario di Ave Gratia Plena Continua a leggere

PIACENZA -(da Repubblica - PAOLO BERIZZI ) Quando gli uomini della Guardia di  Finanza trascrivono le intercettazioni, quasi non credono alle loro orecchie. Chi è il rappresentante legale e amministratore unico dell’azienda che ricicla formaggi avariati e scaduti? Semplice, l’ex comandante della stazione dei carabinieri. E chi certifica, passando a bere un caffè, che è tutto a posto, nonostante le celle frigorifere trabocchino di tonnellate di merce con dentro insetti, larve, escrementi e carcasse di topi, muffe, pezzi di plastica? Semplice: il veterinario dell’Asl. È talmente disinvolto, il medico, con i banditi della tavola, da “dimenticarsi” i timbri dell’Asl di Piacenza – dov’è tuttora tranquillamente in servizio – in un cassetto della scrivania, nell’ufficio contabilità del caseificio. E così da controllore è diventato controllato. Continua a leggere

Caserta- Alla presenza del Generale D. Vito Bardi, il 27 Agosto 2008 presso la sede del comando provinciale delle Fiamme Gialle di Caserta,  presso la Caserma “Finanziere Domenico Bovienzo“, sede del Comando, é avvenuta la cerimonia ovvero  l’ avvicendamento del Comandante Provinciale delle Fiamme Gialle di Caserta. Il colonnello Francesco Mattana (nella foto 2 a dx) ha lasciato l’incarico al colonnello Francesco Saverio Manozzi (foto 1 a sx). Dopo tre anni, il Col. t. ST Francesco Mattana, destinato ad assumere a Roma la responsabilità dell’Ufficio Ordinamento del Comando Generale, ha passato le consegne al Col. t.ST Francesco Saverio Manozzi. Il Colonnello Manozzi, 48 anni, titolato Corso Superiore di Polizia Tributaria, proviene dal Comando Generale del Corpo, ove ha ricoperto l’incarico di Capo della Centrale Operativa. In precedenza il nuovo Comandante ha prestato servizio in Sicilia, Puglia e a Roma, presso il Comando Generale del Corpo. Il Colonnello Manozzi é l’attuale direttore della Centrale Operativa del Comando Generale della Guardia di Finanza, Continua a leggere

Ritrovati su un’area di 60mila metri quadrati ethernit. Discarica abusiva di ospedalieri.  Plauso alla Guardia di Finanza di Piedimonte Matese

Alife(Ce)Ritrovati su un’ area di 60mila metri quadrati ethernit, provette contenenti campioni di sangue e anche un barattolo recante la scritta “embrione”(foto relative all’ articolo. Cliccare su ogni singola foto per ingrandire l’immagine) . Il sequestro è stato effettuato dalla Guardia di Finanza di Piedimonte Matese(Ce) nella zona di Alife, località Totari. Continua a leggere

Caserta- ( di Nunzio De Pinto) L’autostrada Milano – Napoli, la famosa A1 prima autostrada degli anni Sessanta, è da sempre stata considerata dalle Forze dell’Ordine come il crocevia per le rotte della droga. Da essa si dipartono numerose rotte che portano tanto al Sud quanto al Nord, da est ad ovest. Ma il tratto per certi versi più trafficato è proprio quello che da Roma conduce a Napoli od al raccordo per la A30. l’arresto dell’ennesimo corriere della droga avvenuto domenica scorsa ne è la riprova. Già lo scorso 9 febbraio, sempre in territorio sannicolese dell’autostrada A1, venne tratto in arresto dagli uomini del sostituto commissario di P.S., Angelo Terranova, della sottosezione della Polstrada di Napoli Nord, con l’accusa di traffico di sostanze stupefacenti il ventenne calabrese Mirco Rania. Continua a leggere

Piedimonte Matese(CE) .   (di Pietro Rossi) L’analisi delle circa duecento domande pervenute, ha spiegato il Consigliere Delegato Augusto Massi (nella foto) , si è articolata rispettando fedelmente le procedure imposte dal regolamento attuativo della misura, mentre è cambiata l’impostazione politica del bando. A differenza degli anni scorsi, quando è sempre prevalsa l’impostazione esclusivamente assistenzialista, stavolta come amministrazione abbiamo voluto elaborare un indirizzo politico peculiare che rendesse incidente la misura. In relazione agli articoli apparsi sulla stampa locale in data 12 febbraio sull’argomento del “Contrasto alla povertà”, ha aggiunto il Consigliere Massi, ritengo necessario fare alcune dovute precisazioni. Continua a leggere

SAN NICOLA LA STRADA(Ce) – Indagini sono state avviate a Napoli su presunte tangenti versate per appalti della Soprintendenza ai Beni architettonici. Una serie di perquisizioni sono state condotte nei giorni scorsi a Napoli dalla Guardia di Finanza, che ipotizza il reato di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione ed alla turbativa d’asta. Dodici le persone indagate, tra imprenditori, architetti e funzionari della Soprintendenza napoletana. Tra questi, il soprintendente ai Beni architettonici di Napoli Enrico Guglielmo che è titolare della stessa carica anche a Caserta e Benevento. La notizia ha fatto molto scalpore a San Nicola La Strada, anche perché il nome del soprintendente Guglielmo viene associato al “pasticcio” di Via SS. Cosma e Damiano. Come si ricorderà, nel 2006, scoppiò “l’affaire”  riguardante Via SS. Cosma e Damiano per la quale l’Amministrazione Comunale aveva progettato l’ampliamento per una più scorrevole e sicura viabilità. Continua a leggere

Caiazzo-Comincia a tremare qualche colletto bianco dopo il blitz operato dalle “Fiamme Gialle” in via Guadanelle? Secondo attendibile fonte, da alcuni giorni più di un personaggio che si riteneva al di sopra di ogni sospetto non dormirebbe sonni tranquilli in seguito al sequestro operato presso l’ex fondo (oggi Fondazione) Mormile dai militari della Guardia di Finanza che avrebbero trasmesso tutti gli atti in Procura con espressa richiesta di procedere a 360 gradi. Bisogna però precisare che le preoccupazioni maggiori di qualche mammasantissima non riguarderebbero tanto i rifiuti speciali, pericolosi o addirittura nocivi scoperti o che potrebbero affiorare in seguito ad approfonditi scavi, si vocifera già predisposti, ma l’enorme complesso immobiliare sorto al posto Continua a leggere

SOLO IN ITALIA CAPITANO QUESTE COSE. MA LA COLPA DI CHI E? E quanti di noi incappano nella TRAPPOLA delle multe di Semafori e AUTOVELOX? Troppe TRUFFE a danno dei CITTADINI.

Milano- ‘Il vampiro rosso di Segrate’ lo chiamano in zona. E il ‘vampiro’ è sempre stato implacabile, con tutti. E’ un semaforo posto a un incrocio di una delle strade più trafficate in brianza, la Cassanese. Evitare che la telecamera posta sopra il semaforo non facesse una multa era cosa da pochissimi fortunati. Intanto è difficile individuarlo, posto com’è dopo una curva e seminascosto da un albero. Soprattutto è tarato in modo singolare: il tempo di durata del giallo è mediamente di due secondi e mezzo Continua a leggere

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 190 follower