Prima di scendere sul molo di Lampedusa, ha deposto in mare una corona di fiori per ricordare i migranti morti in mare. (altro…)

S. Salvatore Telesino(Bn)- 13.gennaio 2012 Parte, anche nel nostro territorio, la raccolta di firme per le due proposte di legge di iniziativa popolare che riguardano le persone immigrate nel nostro Paese per Continua a leggere

ALIFE(Ce) – (di Nunzio De Pinto)  Solidarietà a padre Alex Zanotelli, caricato dalla polizia. Questo é veramente troppo”. È quanto ha affermato Agnese Ginocchio (nella foto con Aleex Zanotelli e Felicetta Parisi. Autore: Andrea Pioltini) del Movimento della Pace in relazione all’aggressione subita da Alex Zanotelli, padre comboniano, da sempre al servizio dei più poveri e derelitti del mondo. “Ieri (mercoledi 15 Aprile, ndr.)” – ha aggiunto la testimonial della Pace – “arrivò anche a me un sms da Napoli per sostenere il presidio che si stava svolgendo sul caso dei 9 africani. Continua a leggere

Il padre missionario comboniano Alex Zanotelli, caricato dalla polizia perché difendeva dei poveri immigrati: “Li state mandando in un lager, sono dei bambini dovete passare su di me…e così é stato “.

NAPOLI – (di Antonio Rispoli) Sono diversi giorni che a Napoli c’è fibrillazione, per la presenza di un gruppo di nove extracomunitari, che hanno tentato di entrare illegalmente in Italia nascosti a bordo di una nave da trasporto, la Vera D. Scoperti e fermati, hanno richiesto asilo politico. Ma per cinque di loro c’era un problema di età, dato che hanno un aspetto di ragazzi molto giovani. Per questo si è disposto l’esame medico per l’accertamento dell’età, fatto attraverso l’esame del disco epifisario, una cartilagine del posso che diventa ossea man mano che il corpo cresce, fino ai 18 anni. Continua a leggere

Alife(Ce)- (da Agnese Ginocchio) Ringrazio tutti voi per gli infiniti pacchi regalo ricevuti su Facebook(troppi!!!) che mi avete inviato e le frasi di Auguri che mi avete dedicato e li ricambio con questo mio ‘Augurio 2009 per un “Natale scomodo…”. Ricordiamoci che la Santa Famiglia era clandestina, immigrata in un paese straniero. Non fu accolta nelle case dei ricchi, ma fu costretta a rifugiarsi in un tugurio, dove ad assistere la Madre partoriente furono persone umili e semplici. Continua a leggere

Piedimonte Matese(Ce)- L’Italia dei Valori di Piedimonte Matese invita a considerare le prevedibili e inique conseguenze dell’ introduzione del concetto del reato di immigrazione clandestina previsto nel pacchetto sicurezza del Governo Berlusconi. “In effetti, – dichiara il presidente cittadino e pediatra di famiglia dott. Emilio Iannotta– tantissimi figli di immigrati, sino ad oggi non rei, anche nella nostra comunità, vanno a scuola e sono assistiti dai Pediatri di famiglia, come prevede la legge, il contratto nazionale, e le relative deroghe che ne disciplinano l’accesso temporaneo al servizio sanitario nazionale. L’introduzione del concetto di reato di immigrazione clandestina non potrà che avere come esito, che era ed è facilmente prevedibile, il fatto che questi bambini verranno dai loro genitori tolti dalla scuola e dall’accesso ai servizi sanitari diventando, in brevissimo tempo, “bambini invisibili“. L’Italia dei Valori Continua a leggere