Napoli- (del prof. Franco Ortolani) La stampa ha evidenziato che l’affare inceneritore di Napoli est vale circa 400milioni di euro che pagheranno gli stessi cittadini a favore di imprese già saldamente inserite nell’affare rifiuti della Campania. Si legge che la Provincia di Napoli garantirà al futuro gestore dell’impianto guadagni superiori a quelli che l’A2A percepisce attualmente per l’impianto di Acerra. Un affarone perché grazie agli incentivi CIP6, pagati Continua a leggere

Campania- Potocnik ha riferito di aver “incontrato brevemente” il ministro italiano dell’Ambiente, Stefania Prestigiacomo, alla Conferenza internazionale sulla biodiversità di Nogoya, la settimana scorsa, e ha ribadito l’ intenzione di inviare una missione di esperti della Commissione in Campania. “Per ora non posso dire di più, non ho niente da aggiugere a quanto ho già detto nella mia dichiarazione” del 22 ottobre, ha concluso il commissario. Le autorità italiane, hanno aggiunto nel pomeriggio le fonti della Commissione parlando con Apcom, “stanno spingendoci verso una direzione che non ci lascia scelta: di questo passo dovremo chiedere una seconda sentenza alla Corte europea di giustizia, che vorremmo evitare, perché costerà cifre infernali all’Italia e renderà la situazione ancora più grave”. A parte una battuta ironica sull’impegno preso dal governo italiano di risolvere la crisi in 10 giorni (“forse intendevano dire 10 giorni lavorativi”), le fonti della Continua a leggere

S. Salvatore Telesino(Bn)- La solita emergenza rifiuti…”. Annunciata ormai da un mese, preannunciata anche dal Presidente Cimitile ( minacciava le barricate, ricordate ?) e dall’Assessore all’Ambiente, l’emergenza rifiuti in Campania è puntualmente scoppiata. Benevento non è Terzigno. Per strada non c’è nessuno; il clima non è abbastanza amabile per fare una passeggiata tra Sant’Arcangelo Trimonte e Paduli, e nemmeno a Ponte Valentino, per ri-guardare il suolo dove” ovviamente “ sarà costruita la Luminosa. Continua a leggere

Acerra(Na)- (del prof. Franco Ortolani) Il 15 luglio 2009 la Giunta regionale della Campania, su proposta del presidente Antonio Bassolino e dell’assessore all’Ambiente Walter Ganapini ha nominato il prof. Gennaro Volpicelli direttore generale dell’Arpac. Continua a leggere

Acerra(Na)- Il 9 e 10 Ottobre 2010 si svolgerà in Piazza Castello il Festival dell’Ambiente Acerra. Continua a leggere

Nola(Na)- (di Alessandro Santulli) Pochi sanno che una delle montagne più panoramiche in Campania si trova a pochi chilometri da Caserta, subito al di sopra di Casertavecchia; io la chiamo la montagna degli asparagi per via delle grandi raccolte fatte sui suoi pendii, per tutti si chiama monte Virgo, cima principale e centrale delle colline Tifatine, che con i suoi 620 mt d’altezza rappresenta anche la massima elevazione. Fin dalla prima volta che l’ ho scalata in effetti sono subito stato affascinato dal suo imponente panorama, come credo poi chiunque, ma quello che colpisce è soprattutto il grande contrasto, sempre più accentuato, tra pace e casino, tra antropizzazione e natura, tra sacro e profano che si intuisce dalla sua cima. Continua a leggere

Acerra(NA)- (da  portavoce) Ascoltati dalla Commissione Petizioni del Parlamento Europeo, i comitati cittadini contro l’inceneritore di Acerra, a seguito delle violazioni del diritto comunitario sollevate per l’autorizzazione alla combustione del rifiuto indifferenziato in deroga al parere della commissione ministeriale VIA, nonché della concessione allo stesso impianto dei finanziamenti di Stato (Cip6), riservati alle energie rinnovabili. Ad argomentare le ragioni dei comitati l’avv. Tommaso Esposito (nella foto 2 a dx) che ha chiesto alla commissione di sollecitare la Corte di Giustizia ad emettere la sentenza relativa alla mancanza di una valida rete di infrastrutture di gestione dei rifiuti in Campania ed in Italia, questione tuttora aperta, e che, in ossequio del principio di precauzione per cui “nessun rischio è perseguibile se è evitabile” ha altresì chiesto la sospensione dell’esercizio provvisorio dell’ impianto, in attesa della pronuncia della Corte di Giustizia. Continua a leggere

Fra le Istituzioni presenti  il vescovo di Acerra Mons. Giovanni Rinaldi

Manifesto 3 ed.ne Colomba Pace AcerraAcerra(Na)- Sabato 24 Ottbre 2009 presso la sede centrale del IV Circolo didattico di Acerra(NA) in Via Spiniello, si svolgerà la Cerimonia di Consegna del premio internazionale de: “La Colomba della Pace“, importantissimo riconoscimento che viene assegnato a Scuole ed Istituzioni che si prodigano e promuovono percorsi formativi e progetti di educazione alla Pace, alla Legalità, alla difesa dell’Ambiente e tematiche correlate. “L’ importantissimo evento annuale promosso dal nuovo “Movimento internazionale della Pace e la Salvaguardia del Creato (III Millennio)” -ha fatto sapere la Testimonial del Movimento Internazionale della Pace-III Millennio  Agnese Ginocchio referente del Movimento- ” giunge così alla sua terza edizione. Dopo la consegna della Colomba alla scuola IAC Dante Alighieri di Bellona(Ce)nell’anno 2007- 2008 (dirigente Luca Antropoli) e al 1° Circolo Didattico di Castel Volturno(Ce) nell’anno 2008-2009(dirigente Comune Patrizia), quest’ ultima avvenuta appena dopo la strage di camorra di San Gennaro, e non a caso si decise di scegliere proprio la città di Castel Volturno per rilanciare un forte messaggio di Pace, quest’anno il premio é stato assegnato ad una scuola con la quale ho collaborato, si tratta del IV Circolo didattico diretto dal dott. Lorenzo Antonelli , da quest’anno passato alla dirigenza del IV Circolo”. Continua a leggere

Acerra(Na)- (dal dott.  Gaetano Rivezzi) Il coordinamento Campano dell’ Associazione dei Medici per l’ Ambiente riprendendo la notizia già pubblicata delle emissioni pericolose nell’ aria di polveri inquinanti ( sforamento di Pm 10 per 9 volte su 35 giorni di funzionamento dell’ inceneritore di Acerra inaugurato a fine Marzo) e della liberazione nell’ aria di alte concentrazioni medie di Monossido di Carbonio e Idrocarburi Policiclici Aromatici, sottolinea quanto sia importante il monitoraggio di tali elementi potenzialmente tossici e ancor di più di quanto l’ incenerimento dei rifiuti indifferenziati (ritenuto a torto e in maniera superficiale toccasana dello smaltimento sia una pratica dannosa per l’ambiente e la salute dei cittadini). La gestione industriale (profumatamente pagata con il CIP 6) deve tener conto degli effetti sulla Salute delle emissioni gassose senza sottostimarne i rischi, perché l’aria è di tutti ed è assurdo il concetto di “discarica aerea ..controllata!” Continua a leggere

Caserta– (di Giuseppe Messina) Le parole di Berlusconi e del suo sodale Bertolaso ad Acerra, in occasione  dell’apertura dell’ inceneritore, dovrebbero far riflettere tutti: dalla  magistratura irrisa, all’imprenditoria campana ignorata, dalla classe  politica messa a tacere, alla società civile colpevolizzata e con un’ informazione  prevalentemente allineata e autocensurata. In questa condizione ha prevalso un’idea di sviluppo e di paese  rappresentato da una classe dirigente sconsiderata quanto furba, ma capace  di mantenere il potere che, in netta contraddizione con quanto affermava De  Gasperi (gli uomini di Stato pensano alle future generazioni) si preoccupa  delle prossime elezioni come punto irrinunciabile del suo obiettivo. In  questa direzione il centro sinistra non ha fatto altro che da violino di  spalla a Berlusconi Continua a leggere

Acerra(Na)- (Del Dott. Gaetano Rivezzi-Medici per l’Ambiente) Impegnati per la tutela dell’ Ambiente e della Salute riteniamo che la costruzione e la prossima accensione del megaimpianto di incenerimento di Acerra rappresenta un grave atto di irresponsabilità scientifica e sanitaria e un molto discutibile intervento industriale.Le nostre neomamme e i loro figli subiranno un molto probabile danno di salute irreversibile con l’accumulo degli invisibili contaminanti ambientali che si produrranno dall’ incenerimento di ogni tipo di materiale, anche di plastiche, gomme, assemblaggio di sostanze chimiche.più o meno pericolose che si accumulano nel nostro organismo producendo danni al DNA. Continua a leggere

ACERRA(Na) – La Federazione Assocampaniafelix parteciperà alle manifestazioni indette il 25 (ore 16) e 26 marzo (ore 10) ad Acerra per protestare contro l’inaugurazione dell’inceneritore e lo fa organizzando il ‘Funerale della Salute’, insieme ai Medici per l’Ambiente e alle altre organizzazioni di associazioni e comitati. “Riteniamo ” ha dichiarato Gennaro Esposito (nella foto) , medico ambientalista e delegato della Federazione per l’area nolana ” che bruciare rifiuti tal quale per legge è un crimine contro l’umanità, in quanto è stato dimostrato scientificamente che nelle popolazioni che vivono intorno ad un’inceneritore aumenta la mortalità per alcune patologie come il cancro e non esistono filtri sufficienti per trattenere diossine, metalli pesanti e nano particelle spigionate dalla combustione di tali rifiuti commisti”. “Acerra ” continua Esposito ” è già stata dichiarata da un Decreto del Consiglio dei Ministri ‘disastrata per diossina’, per cui incenerire le balle di tal quale accumulate in Campania per i prossimi vent’anni è assolutamente rischioso per la salute pubblica. Continua a leggere

LA TERMODISTRUZIONE DEI DIRITTI FONDAMENTALI: UN INVITO DI DEL CASTELLO (CCAR) A RIFLETTERE SU UN’ORDINANZA CRITICATA DA ZANOTELLI ED ALTRE CINQUE PERSONALITA’ DELLA CUTURA E DELLE ISTITUZIONI FOTOGRAFIA: Antonio Del Castello (Portavoce del Comitato captano allarme rifiuti)

CAPUA(CE)- (di Raffaele Raimondo, giornalista)-A seguito del pressante ed attualissimo invito alla pubblicazione lanciato da Antonio Del Castello, portavoce del Ccar (Comitato capuano allarme rifiuti), riportiamo l’appello firmato da Alex Zanotelli, Gerardo Marotta e altri contro la decisione di Prodi di autorizzare la combustione nel futuro inceneritore di Acerra delle ecoballe di cui la magistratura ha denunciato nel 2005 l’irregolarità e la pericolosità. Continua a leggere

Cancello(Ce)-“E Cancello se ne và…così é intitolato questo messaggio. GUARDATE La FOTO E PREGATE PER ME E I MIEI PAESANI…..si continua a leggere. Questo é il messaggio che ci perviene da un lettore casertano. Volentieri pubblichiamo e diffondiamo questa immagine (cliccare sopra per ingrandire)che denuncia in che stato di assedio si ritrova la cittadina della nostra provincia casertana di Cancello, circondata a pochi Kilometri di distanza sia  dal sito di stoccaggio di Marigliano che dall’ inceneritore di Acerra. Drammatico. Non SI SONO PAROLE!!!! CONDANNA a MORTE PREANNUNCIATA!!!  Intanto giungono altre segnalazioni da parte dei comitati ambientalisti di Marigliano(Na). SEGUE DRAMMATICO MESSAGGIO DI NUNZIA LOMBARDI.  GUARDATE IL FIMATO DELL’ATTACCO DI MARIGLIANO: 6 FERITI, tra cui un bambino di 8 anni!!!  Continua aleggere

Su discariche e rifiuti– Intervento di Alex Zanotelli. Ecco la dettagliata ricostruzione di quanto accaduto a proposito della discarica di Korogocho, secondo la denuncia di Alex Zanotelli ( nella foto a sx insieme ad Agnese Ginocchio. Manifestazione nazionale ad Acerra(Na) contro i rifiuti 13 Ottobre 07. Autore foto Andrea Piotlini. Cliccare sopra per ingrandire ) e la sintesi della redazione di Nigrizia. C’è una società: Eurafrica management and consulting che ha sede legale a Napoli, è operativa a Roma con filiale a Nairobi. Capitale sociale, 10 mila euro. C’è la più grande discarica di Nairobi: Dandora, un inferno di rifiuti che “avvelena” circa 700 mila persone, quelle che vivono nei dintorni, compreso lo slum di Korogocho. C’è uno studio di fattibilità che ha come oggetto la bonifica e lo spostamento della discarica: costo 721 mila euro. C’è un ministro, Alfonso Pecoraro Scanio, che di fatto sfiducia l’azione del direttore generale [Corrado Clini] del suo stesso ministero [Politiche ambientali] Continua a leggere