Isernia- (di Giovanni Lafirenze) Il primo settembre un grave incendio si estende e devasta aree boschive tra i Comuni di Pozzilli, (Isernia) e Acquafondata, (Frosinone). La notizia parte da un lancio Ansa del 2 settembre 2010. Infatti quest’ ultima specifica: le fiamme divampano tra residuati bellici inesplosi ai tempi della seconda guerra mondiale. L’ansa conclude affermando che il rogo è sotto controllo. Naturalmente la conferma a tutto ciò è rintracciabile solo nel sito dei Vigili del Fuoco di Frosinone. Infatti anche in questo caso i canali informativi locali e nazionali hanno snobbato la gravissima notizia. Certo domare un rogo di tali dimensioni non è semplice, ancora peggio se quest’ultimo si estende su terreni colmi di bombe interrate e pronte ad esplodere a causa dell’alta temperatura generata delle fiamme. Continua a leggere