terremoto1Terremoto superficiale di magnitudo 3,2 al confine tra Campania e Basilicata alle ore 19,44 del 7 luglio 2014.
INGV segnala un sisma di magnitudo(Ml) 3.2 avvenuto alle ore 19:44:14 italiane del giorno 07/Lug/2014. Dice INGV che il terremoto è stato localizzato dalla Rete Sismica Nazionale dell’INGV al confine tra Campania e Basilicata nell’area epicentrale del disastroso sisma del 1980. (altro…)

Map LocationTerremoto Campania, 01 Marzo 2014: tripla scossa fra Matese e Cilento, la più intensa M 2.9 in Cilento alle ore 02:48. Replica di M 2.7 poco fa alle ore 12:51. (altro…)

287909_terremotoPubblichiamo un articolo (tratto da Un Mondo di Italiani) il cui fine é quello di informare sul rischio che si sta correndo, e di chiedere ai Sindaci del Matese, ovvero l’area interessata dallo sciame sismico in atto, attraverso le diverse sollecitazioni e segnalazioni che stanno pervenendo da più fonti autorevoli, di attivarsi immediatamente ed informare la popolazione sul da farsi.

(di Mina Cappussi )- Il Matese tra le zone a più alto rischio sismico d’ Italia, continuamente sotto osservazione. Le dichiarazioni shock del già Presidente (altro…)

TERREMOTO – ROMA – Una forte scossa, durata una decina di secondi, è stata avvertita alle 17.13 di oggi Lunedi 9 Luglio 2012 a Roma. L’epicentro pare sia sui Castelli Romani, la magnitudo è superiore a 3. La gente, impaurita, si è riversata nelle (altro…)

Terremoto Allerta Faglia Matese–  Raccogliamo l’ appello di una lettrice che fortemente preoccupata per il fenomeno dell’ aumento delle scosse sismiche che si sta verificando  un pò in tutt’ Italia, dopo l’ ultima esperienza del terremoto dell’ Irpinia dell’ 80 che segnò una tragica pagina della storia nella nostra Regione Campania, dopo quella recente del terremoto aquilano, e ultima ancora,  quella del terremoto  in Emilia,  ha scritto al nostro portale per chiederci aiuto:  “bisogna trovare assolutamente un modo per far installare i precursori sismici al radon sulla faglia del Matese. Quì saltiamo tutti in aria se si attiva la faglia!”. L’appello dunque che lanciamo a tutte le realtà scientifiche, alle Istituzioni ed in primis ai SINDACI della vastissima zona del Continua a leggere

Di seguito si riporta la nota dell’ Ingv diffusa durante la conferenza stampa indetta e presieduta dal funzionario di sala sismica sul casod el terremoto in Emilia Romagna: “La sequenza sismica della Pianura Padana Emiliana sta interessando un’area che si estende per oltre 50 km parallelamente al fronte della catena appenninica e al fiume Po. La zona interessata dall’attività Continua a leggere

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 242 follower