siaSussidio alle famiglie povere: nei comuni le domande

Buone notizie per le famiglie indigenti. Parte il sostegno all’Inclusione Attiva (SIA).
Si tratta di una misura a contrasto della povertà che prevede un sussidio economico alle famiglie economicamente svantaggiate nelle quali siano presenti minorenni, figli disabili o donne in stato di gravidanza accertata. Dal 2 settembre è possibile presentare la domanda presso il proprio comune di residenza. (altro…)

Annunci

gianpiero martoneApprendiamo con interesse la presa di posizione,  da parte dell’INPS, circa le scelte governative di ridurre gli aiuti economici ai Patronati, a favore di essi invece, sostenendo pubblicamente che senza la sussidiarietà dei Patronati non potranno  garantire la qualità di servizi oggi svolti da tali (altro…)

Mai prima d’ora si sentivano di queste storie, il peggio che aumentano sempre più. STATO USURAIO COLPEVOLE della morte di questo povero pensionato e di tutti quelli che come lui si sentono schiacciati sotto il peso dell’ingiustizia!

Bari – Non dormiva più la notte, il pensionato di Bari gettatosi dal balcone di casa sua, ieri, dopo la richiesta dell’Inps di restituire 5000,00 euro. L’uomo, 74 anni, aveva lavorato tutta la vita tra Germania, Olanda e Bari. Viveva con una pensione sociale di 450,00 euro e una seconda da 250,00 euro, maturata durante il suo periodo di lavoro all’estero. In tutto 700,00 euro. Alcune settimane fa, poi, arriva una comunicazione dell’Inps. C’è stato un errore di calcolo e l’uomo deve restituire 5000,00 euro. Al pensionato è proposta una rateizzazione del debito, 50,00 euro al mese. Una cifra impossibile da pagare. Il pensionato perde il sonno, sta male, Continua a leggere

TASSI RISULTANO DA USURA, DENUNCIATE EQUITALIA.ANDATE DALLA GUARDA DI FINANZA CON LA PERIZIA CHE ATTESTA L’USURA E DENUNCIATE IL FATTO! E’ UNA COSA FATTIBILE E LEGALE..IN TANTI GIA’ LO STANNO…-STIAMO FACENDO ! INFORMATEVI MEGLIO E VEDETE IL DA FARSI ! PRESTO SARANNO SPAZZATI VIA DA MIGLIAIA DI DENUNCE! E NON SOTTOVALUTATE LA DENUNCIA X STALKING. L’USURA è UN REATO MOLTO GRAVE !! UNA VOLTA ACCERTATA L’ USURA AVRETE 3 ANNI DI BLOCCO DEI PAGAMENTI VERSO IL FISCO(equitalia-inps-inail ecc) E 300 GIORNI DI BLOCCO DEI PAGAMENTI VERSO I PRIVATI-BANCHE(prestiti-mutui ecc)..INFORMATEVI E VEDRETE !

Collegarsi ai seguenti link per maggiori info: Continua a leggere

MILANO – Anche per le indennità di accompagnamento verrà introdotto un limite reddituale. Queste le intenzioni espresse nella Manovra correttiva che il Governo presenterà a breve. Il limite reddituale personale dovrebbe essere di 25mila euro. Per gli invalidi coniugati oltre al limite personale c’è n’è uno “di coppia” pari a 38mila euro. Il nuovo limite riguarderà le indennità erogate dal 1 gennaio 2011. Nel caso si superino i 25mila euro sommando reddito e indennità, la provvidenza viene ridotta fino a limite reddituale. Esempio: un invalido percepisce 23 mila euro di reddito (o pensione di anzianità), Continua a leggere

CAIAZZO-CASERTA– (Di Roberto Diiorio) Menefreghismo,associato a burocrazia,una bomba letale per il cittadino,vi voglio raccontare una delle tante vicende appena accaduta ad una persona diversamente abile,Cose che non dovrebbero accadere,ma “accadono di continuo”.A questa persona affetta da serie patologie,viene riconosciuta la legge 104,naturalmente si sarebbe voluto avvalere di questa legge per ottenere determinate agevolazioni che la legge concede ai possessori,ma non gli è stato possibile. Praticamente quasi un intero anno ad aspettare che arrivasse il verbale di riconoscimento a casa,ma niente di niente,nonostante le varie telefonate all’INPS di Caserta, Continua a leggere

 Piedimonte Matese(Ce)- Maxi truffa all’Inps ideata da un funzionario ‘creativo’, grazie alla quale è stato sottratto alle casse dell’ istituto previdenziale di Piedimonte Matese quasi un milione di euro. Assegni familiari a persone celibi e senza figli, indennita’ indebitamente percepite ”in massa” da interi gruppi familiari (madre, padre, figli, fratelli e altri parenti di gruppi), liquidazioni a favore di soggetti inesistenti. Sono alcuni degli episodi emersi nel corso di un’indagine della Gdf di Caserta, che ha denunciato 70 persone alla procura di Santa Maria Capua Vetere in provincia di Caserta, responsabili di una truffa ai danni dell’Inps presso la sede di Piedimonte Matese per quasi un milione di euro, perpetrata attraverso la produzione e l’utilizzo di falsa documentazione amministrativa in materia di lavoro, per il riconoscimento delle diverse indennità previste nel settore, quali la disoccupazione ridotta, le prestazioni agricole, gli assegni al nucleo familiare Continua a leggere