Napoli– Sabato 26 gennaio alle ore 15 si è insediato, in piazza del Gesù , il presidio di controinformazione permanente per l’emergenza rifiuti urbani in Campania, aggravata, o forse alleviata, dall’emergenza rifiuti parlamentari nazionale. (Le foto pubblicate in questo articolo sono tratte dal reportage fotografico: Manifestazione nazionale contro i rifiuti a Napoli. Autore Andrea Pioltini fotoreporter) Due stand, il primo, a ridosso del liceo Genovesi , a cura del comitato dei disoccupati, i veri protagonisti di questa incresciosa farsa perdurante ormai da quindici anni e che ha visto lo sperpero di milioni e milioni di euro sottratti alla loro fisiologica destinazione di legittima remunerazione del netturbino, per finire nelle tasche della corruttela politico imprenditoriale mafiosa che, sotto l’ alibi della privatizzazione della gestione del ciclo rifiuti, punta alla produzione di grosse quantità di rifiuto residuo finale, per giustificare le scelte dei mega inceneritori. Gli aspiranti operatori ecologici autonomamente documentatisi , da qualche tempo, con impegno, sulla problematica dei rifiuti, hanno allestito sul tema una interessante documentazione in mostra. Un secondo gazebo è stato posto sotto la cittadella di s.Chiara, a cura della rete campana salute e ambiente allargata a tutte le associazioni, i sindacati di base, i centri sociali, i comitati cittadini, le assise e quant’altro presente sabato 19 gennaio all’assemblea cittadina di palazzo Orsini-Gravina e che da questo momento chiameremo con l’assunto comune di: “RETE RIFIUTI ZERO”. Continua a leggere

Pubblicità

Napoli-(da Repubblica, ed. del 10 Gennaio 2008) È il giorno di Gianni De Gennaro, ma da Pianura la risposta arriva massiccia. (Le foto pubblicate in questo articolo sono tratte dal reportage fotografico inerente a Manifestazione Napoli pianura del 9 Gennaio 2008, realizzato da Andrea Pioltini, fotoreporter) Galassia antagonista, ma non solo, nel grande corteo che da piazza del Gesù fa partire oltre diecimila persone e che regge la marcia per quattr´ore fino a piazza Plebiscito. L´obiettivo è la prefettura, ma i manifestanti si fermano anche davanti al commissariato straordinario di governo da dove partono le decisioni sui rifiuti e da dove, da ieri, il coordinamento è affidato all´ex capo della polizia De Gennaro. «Le risposte non tarderanno, sarà mantenuto il patto di lealtà con i napoletani», invita al dialogo il neo-supercommissario. Il corteo appare se non diviso in due, fatto di due parti differenti. La prima formata dalle molteplici sigle della galassia antagonista, centro sociali, disoccupati e no-global. A cento metri di distanza, volutamente, stanno gli abitanti di Pianura che sottolineano il loro no alla riapertura della discarica «e a ogni strumentalizzazione». Anche quando in via Medina vengono lanciati sacchetti e uova marce, da Pianura arriva una secca condanna: «Gli slogan contro De Gennaro non ci appartengono. Siamo solo famiglie che vogliono una vita normale, difendono la loro salute» Continua aleggere,

Cari ‘POLITICI’ avete fatto arrabbiare e scomodare persino il mitico ‘PULCINELLA’, per essere sceso in piazza ad Acerra a manifestare contro le vostre decisioni scellerate …

ACERRA(NAPOLI)- Alla scorsa manifestazione nazionale contro i rifiuti, ( vedi foto correlate, cliccare su ogni singola foto per ingrandire l’immagine. Autore foto: Andrea Pioltini) inceneritori e discariche in Campania ed in Itali ( i rifiuti in Campania é un enorme disastro e scempio ambientale causato dalla cattiva gestione  politica, da affari e infiltrazioni di camorra), alla quale hanno partecipato gruppi, comitati e delegazioni dei vari movimenti da tutt’Italia ( No dal Molin, Rete nazionale rifiuti zero, No Tav.. leggi articolo inerente all’argomento e vedi adesioni. Clicca su questa scritta per aprire la pagina..), e, per quanto riguarda la nostra provincia di Caserta é stato presente il “Comitato Emergenza rifiuti “(contro la discarica illegale e pericolosa de Lo Uttaro), non poteva mancare il mitico, ovvero il simbolo del popolo napoletano e del sud: “PULCINELLA( nella foto 1 a sx insieme al Comitato emergenza rifiuti Ce. Cliccare sopra per ingrandire) Continua a leggere

SABATO 13 OTTOBRE 2007 ORE 16 STAZIONE CENTRALE F.S. ad ACERRA “NO ALL’ INCENERIMENTO ED ALLE MEGADISCARICHE PER LA DIFESA DELLA SALUTE, DEI TERRITORI E DEI BENI COMUNI ( foto articolo: Autore Andrea Pioltini)

Per i residenti da Caserta e prov. l’appuntamento per la manifestazione del 13/10/2007 ad Acerra (Na)”manifestazione contro i Termovalorizzatori e le megadiscariche, per una correta gestione del ciclo dei rifiuti ” è alla stazione dei treni di Caserta alle ore 15 in punto di sabato 13 ottobre. Andremo, quindi, in treno. La partenza del treno è prevista per le ore 15.15, l’arrivo alle 15.32, in tempo utile per organizzarsi ed aggregarsi al corteo. Ognuno, arrivando alla stazione di Caserta, si munisca di biglietto ferroviario singolarmente. Gli orari dei treni per il ritorno sono Acerra Caserta 18.27- 18.48 Acerra Caserta 18.50- 19.09 Acerra Caserta 19.11-19.34 Acerra Caserta 20.23 -20.43 . E’ importante aderire alla manifestazione nazionale. E’ importante essere lì tutti. Ci vediamo alla stazione!(Segue comunicato dei comitati Rete No Rifiuti ed inceneritori Campania)

In Campania, dopo 14 anni di commissariamento “straordinario” sulla gestione dei rifiuti, la “politica dell’emergenza” è diventata una strategia per drenare soldi pubblici, sottraendo le scelte ad ogni espressione di volontà popolare. Da Rastrelli a Bassolino, dal centrodestra al centrosinistra, un accordo trasversale e consociativo ha espropriato ogni luogo democratico per consegnarsi agli interessi di comitati d’affari Continua a leggere