San Potito Sannitico(Ce)- I militari del Nucleo Mobile di Piedimonte Matese capitanati dal comandante Liliano Liberato ( nella foto il primo da sx, insieme al finanziere scelto Vincenzo Micheli; cliccare sopra la foto per ingrandire immagine ) in collaborazione con i Baschi Verdi della Compagnia di Montesarchio(Bn), nella nottata a cavallo tra venerdì e sabato, hanno arrestato tre giovani di San Potito Sannitico poiché colti in possesso di hashish e marijuana. I falchi delle fiamme gialle si sono messi sulle tracce dei tre pensando che probabilmente potevano essere i pusher che rifornivano i tossicodipendenti della zona. I finanzieri in un primo momento hanno pensato che i pusher per rifornirsi prendessero come direzione Napoli mentre i tre 20enni di San Potito Sannitico, che non avevano intuito di essere inseguiti, arrivati nella zona di Montesarchio tempestivamente è stato imposto loro l’alt dai falchi matesini in sinergia ai colleghi della locale Compagnia competente per territorio che si sono avvalsi anche dell’aiuto delle Unità Cinofili. Subito dopo i tre giovani venivano tradotti presso la Casa Circondariale Capodimonte di Benevento dove tutt’ora si trovano a disposizione della Procura datosi che potrebbero appartenere a una grossa rete di narcotrafficanti a cavallo tra Benevento e Caserta Continua a leggere

Pubblicità