CastelVolturno(Ce)- «La camorra ha assassinato il nostro paese, noi lo si deve far risorgere,  bisogna risalire sui tetti e riannunciare la Parola di vita» disse don Peppino Diana prima di essere ucciso. Sono parole che a distanza di tempo continuano a scavare nella nostra coscienza, invitandoci ad alzare la testa, ad essere attori di vita per costruire comunità capaci – con la forza del diritto e della dignità – di contrastare la violenza e l’ingiustizia. Sabato 31 maggio si svolgera’ UNA MANIFESTAZIONE PUBBLICA che prenderà il via alle ore 10 del 31.5.2008 dal Palazzo Comunale- Centro Storico di Castel Volturno, confluirà al campo sportivo e proseguirà per Baia Verde, luogo dell’assassinio di Mimmo Noviello(leggi:). Dopo la commemorazione, saranno distribuiti prodotti Domenico Novielloprovenienti da aziende confiscate alla camorra. Il Comune di Castel Volturno, l’Ascom e la Confesercenti Provinciali, le Associazioni LIBERA, Comitato Don Peppe Diana, Alilacco, , Arca, Liberamente, Radica, La voce dei giovani, Magnificat, Centro Laila, il Bilanciere, la Pro Loco. S.Maria del Mare, Bagnara che vive, Centro Fernandes, Jerry E. Masslo, Facimmece quattro risate, Informare, Associazione Albergatori, Associazione Stabilimenti Balneari, C.S.V. ASSO.VO. CE, Jean Piaget, Aphrodite, Associazione Allevatori invitano tutti i cittadini a partecipare.

Nessuno monterà sopra di noi se prima non avremo piegato la schienaMartin Lhuter King . Assassini sanguinari e barbari ci hanno tolto l’amico Mimmo Noviello, ma non ci hanno tolto la voglia di lottare, la certezza che batteremo, insieme, il crimine, l’illegalità, la camorra. La vastità del territorio, la sua conformazione, la consistente presenza di  clandestini e di un’economia illegale Continua a leggere