manifesto Reyhaneh Jabbari3Nella Giornata Internazionale contro la Violenza sulla Donna che quest’anno viene dedicata in maniera particolare alla giovane iraniana “Reyhaneh Jabbari“, impiccata per essersi difesa contro l’uomo che l’aveva stuprata, si pubblica di seguito l’intervento di testimonianza di una delle Donne impegnate della  (altro…)

Caivano(alias Terra dei Fuochi)- Don Maurizio Patriciello,  ha lanciato un’idea sul suo profilo di Facebook un’ idea che, porterà le immagini e il dolore della Terra dei Fuochi ovunque. (altro…)

Ad Alife & d si campa e si sparla solo di politica e di ‘nciuci. Che razza di civiltà e di cultura é mai questa? Si riempiono le piazze  di gente solo per partecipare alle sagre popolari e alle feste patronali, per abbuffarsi di cibo, come se non bastasse quello già assunto giornalmente  ci si riempie lo stomaco fino a stare male e rischiare un infarto. …Ci si riunisce davanti ai bar per fare i padroni di piazza, a spettegolare e snobbare sull’ operato altrui, vuoi che sia gente comune, che anziché perdersi nel nulla preferisce impegnarsi in cause civiche, vuoi che siano politicanti di turno. Come fai fai si Continua a leggere

SAN NICOLA LA STRADA(Ce) – (di Nunzio De Pinto)  “A causa dell’ innefficienza della classe politica a tutti i livelli, nazionali, regionali e locali, la Campania è tornata sulla bocca di tutti per l’ennesima emergenza rifiuti”. È quanto ha dichiarato Luciano CAIAZZA, dirigente nazionale del sindacato Cisas-Anas, a proposito dei rifiuti che la città di Napoli vorrebbe venire a scaricare ancora una volta in provincia di Caserta. “L’ordinanza urgente adottata ieri dal Presidente della Regione Caldoro, con la quale si autorizza – con i poteri sostituvi – di sversare i rifiuti di Napoli a San Tammaro ed a Savignano Irpino (Avellino), e Sant’Arcangelo Trimonte (Benevento), è uno schiaffo in pieno volto ai cittadini campani ed è la dimostrazione del completo fallimento della Regione Campania di Caldoro, della politica nazionale di Berlusconi che non trovano di meglio che utilizzare la provincia di Caserta come l ‘immondezaio della città di Napoli. Bene aveva fatto” – ha sottolineato Caiazza – “la Provincia di Caserta ad oppors Continua a leggere

Caserta- LO UTTARO 2: Bertolaso colpisce ancora ! Dopo essere stato l’artefice dell’apertura di Lo Uttaro insieme a Petteruti e De Franciscis, ora ci riprova con Lo Uttaro 2: la Cava Mastroianni, già inquinata dai veleni di Lo Uttaro. Questa discarica a cielo aperto, quattro volte più grande di Lo Uttaro, diffonderà la sua puzza insopportabile per almeno altri tre anni, in attesa dei previsti inceneritori sparsi un po’ per tutta la Campania. Saranno altri anni di sofferenza per l’intera popolazione della zona. Appena 200.000 abitanti che non avranno altre alternative che la fuga (o morire tappati in casa). Dopo l’inefficienza dei governi locali, provinciali e regionali, incapaci per 15 anni di prendere le misure necessarie per risolvere il problema dei rifiuti, ora ci pensa il governo centrale a decretare LA  MORTE  DI  CASERTA. Rivolgiamo un appello a tutti Continua a leggere

 Rifiuti, Sardegna solidale con la Campania in difficoltà

“…L’egoismo non deve servire a nascondere le proprie manchevolezze. La Sardegna sarà solidale verso una popolazione e un territorio in difficoltà e risponderà positivamente all’appello dello Stato per risolvere un’emergenza nazionale. Se una persona sta annegando si cerca di salvarla, e solo dopo ci si chiede chi è il responsabile”(Fonte: Regione).

ROMA – (Fonte: Repubblica) Scontri davanti alla villa di Soru. Decima notte di presidio a PianuraDiscariche blindate: l’esercito vigilerà sulle aeree dove saranno stoccati i rifiuti. Il faccia a faccia sull’emergenza rifiuti tra il supercommissario e Romano Prodi è durato oltre due ore. Alla fine è stata firmata l’ordinanza che concede al commissario De Gennaro ampi poteri: “Potrà disporre dell’esercito per la protezione dei siti e dovrà avere la collaborazione delle autorità competenti”, ha detto il governo.  Anche se Prodi subito precisa: “L’uso dell’esercito a Napoli è solo in funzione logistica e non di ordine pubblico”, è chiaro che le forze armate assicureranno l’approntamento e la protezione dei siti e dei cantieri dove dovranno essere realizzate le discariche.
Continua