Piedimonte Matese(Ce)- L’ Amministrazione Comunale vuole porre fine ad un annoso problema. Conferito incarico a ditta specializzata nel rilevare le perdite occulte. La crisi idrica che si verifica nei periodi estivi a Piedimonte Matese e le lagnanze dei cittadini circa la scarsità di acqua potabile a servizio delle abitazioni ha spinto l’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Vincenzo Cappello ad avviare un monitoraggio del servizio. I Tecnici comunali hanno Continua a leggere

 Invito ad aderire al MANIFESTO: “Salviamo il Matese dalla devastazione!”. “Custodire il Creato per coltivare la Pace”.

Piedimonte Matese(Ce)- Riprendendo il titolo del Messaggio dello scorso 1 Settembre in cui si é celebrata la 5a Giornata della Salvaguardia del Creato: “Custodire il creato per coltivare la Pace“, in merito agli ultimi fatti avvenuti nella zona del Matese, una zona che dovrebbe essere Continua a leggere

Castel Morrone (Ce)- Sta gia dando i primi risultati positivi il monitoraggio della rete idrica comunale, operazione questa che si sta effettuando in questi giorni in paese a cura di una ditta altamente specializzata, la quale per conto dell’Amministrazione Comunale  sta rilevando con apparecchiature all’avanguardia le eventuali perdite alla condotta idrica che non sono individuabili ad occhio in quanto non affioranti in superficie.  Infatti la ditta ha gia provveduto ad evidenziare e successivamente a far riparare due consistenti perdite di acqua nella condotta, la prima in prossimità della caserma dei Carabinieri e la seconda in Via Gagliola. Sull’argomento è intervenuto il Sindaco Pietro Riello il quale ha dichiarato “mi congratulo con l’Assessore al ramo Antonio Damiano, per la felice intuizione di monitorare l’intera rete idrica comunale. Continua a leggere

Caserta – Si è svolta Sabato 2 Febbraio u.s., presso la sede del Coordinamento Provinciale IDV di Caserta, l’attesissima Conferenza Stampa del Presidente della Commissione Ambiente della Provincia di Caserta, cons. dott. Roberto MASSI, Dirigente Regionale IDV.  Il Presidente Massi, in presenza dell’on. Americo PORFIDIA, Deputato al Parlamento, e Presidente Provinciale IDV-Caserta, del Consigliere Provinciale STEFANELLI, del Gruppo Misto, del Coordinatore Provinciale IDV-Caserta, Luigi PASSARIELLO, dell’on. Domenico PORFIDIA, Dirigente Regionale IDV, già Consigliere della Regione Campania e del Coordinatore IDV per la Città Capoluogo di Caserta, nonché Responsabile Organizzativo Provinciale Luigi COBIANCHI, ha tracciato un bilancio delle attività svolte dalla Commissione, nel corso del 2007, ed ha illustrato le linee generali delle attività programmate per il 2008.  Continua a leggere

Pubblichiamo i dati di contaminazione da diossine, furani, PCB e metalli pesanti emersi dalle analisi tossicologiche su contaminazione ambientale condotte, a spese proprie, da cinque abitanti del Triangolo della Morte, resi noti nella conferenza stampa tenutasi ad ad Acerra il 19 gennaio presso la Biblioteca Diocesana. Tali dati, insieme a quelli delle rilevazioni sulla famiglia di pastori dei Cannavacciuolo, forniscono una prima allarmante idea dell’emergenza campana in tema di rifiuti tossici. ( A cura di Vittorio Moccia, Peacelink)

Acerra(Napoli) Marfella ed altri-A questa conferenza volevamo esserci. Ci pareva un dovere di cittadini campani oltre che di volontari dell’informazione capire l’entità del problema, rendersi conto dei livelli di pressione ambientale generati dalla criminale ed incosciente azione di uomini corrotti, i quali, grazie all’appoggio del “sistema” campano, hanno sfiancato fino alla dissoluzione un territorio di pregiatissimo valore agricolo, con conseguenze imprevedibili e disastrose per le popolazioni che sulla catena alimentare di quel terreno ci vivono. Oltre 2500 discariche tra legali ed illegali, queste ultime zeppe di rifiuti tossico-industriali, sparse sul territorio, con enormi concentrazioni nelle zone del Triangolo della Morte (Acerra, Nola, Marigliano) e della Terra dei Fuochi (Giugliano, Qualiano, Villaricca) lungo le direttrici delle statali su cui confluiscono i gommati della camorra; 2500 discariche di rifiuti presenti da anni; la Campania pattumiera de rifiuti industriali del nord Italia; sversamenti che continuano indisturbati nell’immobilismo decennale di una classe politica inadempiente ed incapace, Continua a leggere

Napoli-Quotidianamente assistiamo ad una barriera umana costituita da Poliziotti e Carabinieri che, per garantire l’Ordine Pubblico, devono fronteggiare masse di cittadini che vogliono difendere il loro territorio dalle sostanze nocive e dai gas che emanano i depositi di rifiuti, dovendo subìre violenze di ogni tipo. Periodicamente, molte di queste sostanze vengono bruciate dalla gente disperata ed esasperata da un problema che non vede soluzioni e che continua a degenerare senza vedere nessuno pagare per il disastro ambientale provocato e la salute messa in pericolo. Nessuno vuole assumersi le responsabilità di questa tragedia che ha arrecato una gravissima offesa all’immagine di Napoli, della Campania dell’Italia agli occhi del mondo intero. Può la politica arrivare a questi inusitati livelli e rimanere impunita? Continua a leggere