Buon FERRAGOSTO 2013 dal MATESE a tutti gli amici e lettori che ci seguono. Quest’anno lo facciamo in maniera particolare pubblicando una bella notizia che abbiamo da poco appreso da Fb, riguardante proprio il bellissimo “Parco del MATESE con la sue catena appenninica dei Monti del Matese” . Ed in in coincidenza con la data ferragostana la pubblichiamo ben volentieri per far conoscere tutte le realtà (altro…)

Agnese Consegna Bandiera Pace a Carlo anno 2013Alife(CE)- Nel pomeriggio dell’ 11 agosto 2013, in occasione della solennità del santo protettore Sisto I papa e martire, presso la cappella di S. Sisto fuori le mura sita in via S. Sisto e confinante con via Porta Romana, è avvenuta la consegna della “Bandiera della Pace” al prof. Carlo Pastore ( già storico fondatore della sezione matesina del Cai insieme alla compianta Giulia D’Angerio), attuale Consigliere del direttivo della nostra Associazione di Pace. Con alcuni amici, Carlo PASTORE fra qualche giorno in occasione dell’ escursione organizzata dalla sezione matesina del CAI, si recherà sulle cime più alte dei monti del Matese, ovvero su (altro…)

GIORNATA NAZIONALE DEI SENTIERI Monte Miletto m. 2050. Giorno 30 Maggio 2010. Partenza dalla Chiesa di San Michele (raduno ore: 09:30) Dislivello: m. 1050

 Referenti: Gino Guadalupo 3357570256 – Pino Ciaburri 3209075064

 Il PresidenteFranco PANELLA info@caipiedimontematese.it – www.caipiedimontematese.it Via Sala 2 – 81016 San Potito Sannitico (CE) Tel./Fax presidenza 0823783603 – Cell. Presidente +393293728748 Continua a leggere

San Potito Sannitico(Ce)- Potrebbe sembrare un gioco di parole, ma la Matese CUP, Campionato Italiano di Parapendio, per la prima volta disputato nel sud Italia a San Potito Sannitico, avanza a gonfie vele. La manifestazione è iniziata il 23 agosto. San Potito Sannitico si è rivelato particolarmente favorevole a promuovere uno sport ancora poco praticato ma d’intenso fascino. La scelta del luogo è stata motivata dall’alto contenuto tecnico dei percorsi realizzabili. Il Matese è infatti una cornice ideale per il volo libero nel centro-sud: da circa trent’anni è un banco di prova per i miglioramenti tecnologici prima del deltaplano, poi del parapendio. Le giornate di competizione saranno dal 23 al 29 agosto. Il 30 agosto è da considerarsi data di riserva da utilizzare se non sono state disputate le quattro task valide entro il 29 agosto, come previsto dai regolamento internazionale. Secondo le condizioni meteo, i piloti utilizzeranno diversi decolli, come Sant’Angiolillo a quota 1150, quello di Bocca della Selva a Cusano Mutri (m 1200), o quelli delle Tre Finestre a Campitello Matese, o sul versante sud della Gallinola, entrambi a quota 1700. Continua a leggere

Alberto Vitale, campione italiano di parapendio a San Potito S.(Ce)

San Potito Sannitico(Ce)- Dal 23 al 30 agosto nel suggestivo scenario del parco regionale del Matese, il comune di San Potito Sannitico (Caserta) ospiterà il Campionato Italiano Parapendio, per la prima volta nel sud Italia. L’evento è organizzato dal club locale “Le Streghe” e si prevede una partecipazione di circa 130 piloti che voleranno per sei giorni in una cornice ideale per il volo libero, vale a dire il volo senza motore. La catena del Matese si estende tra Campania e Molise ed ha nel monte Miletto (2050 m) la sua vetta più alta, seguita dalla Gallinola con 1980 m.  Secondo le condizioni meteo, i piloti utilizzeranno diversi decolli, come Sant’Angiolillo a quota 1150, quello di Bocca della Selva a Cusano Mutri (m 1200), o quelli delle Bocca della Selva a Cusano Mutri , o sul versante sud della Gallinola, entrambi a quota 1700.  Dal decollo prescelto i piloti dovranno eseguire un percorso studiato dall’organizzazione tenendo conto delle condizioni meteo del momento e che si snoderà per decine di chilometri, toccando punti salienti del territorio, detti in gergo “boe”, prima di raggiungere l’atterraggio ufficiale a San Potito. L’aggiramento delle boe è certificato dal GPS in dotazione a ciascun pilota. Vince chi impiega meno tempo. La somma dei punti conseguiti nelle varie manches darà la classifica finale per assegnare il titolo del 2008. Il pilota da battere è il bolognese Alberto Vitale, 33 anni, campione italiano 2007. Da cornice all’evento stand gastronomici e spettacoli musicali aperti a tutti, esposizione di attrezzature per il volo e per la montagna. La premiazione è prevista per le 19,30 del 29 agosto nella piazza di San Potito Sannitico, comune molto attento alla promozione di iniziative di elevata qualità culturale e sportiva Continua a leggere

Alberto Vitale, campione italiano di parapendio a San Potito S.(Ce)

San Potito Sannitico(Ce)- Dal 23 al 30 agosto nel suggestivo scenario del parco regionale del Matese, il comune di San Potito Sannitico (Caserta) ospiterà il Campionato Italiano Parapendio, per la prima volta nel sud Italia. L’evento è organizzato dal club locale “Le Streghe” e si prevede una partecipazione di circa 130 piloti che voleranno per sei giorni in una cornice ideale per il volo libero, vale a dire il volo senza motore. La catena del Matese si estende tra Campania e Molise ed ha nel monte Miletto (2050 m) la sua vetta più alta, seguita dalla Gallinola con 1980 m.  Secondo le condizioni meteo, i piloti utilizzeranno diversi decolli, come Sant’Angiolillo a quota 1150, quello di Bocca della Selva a Cusano Mutri (m 1200), o quelli delle Bocca della Selva a Cusano Mutri , o sul versante sud della Gallinola, entrambi a quota 1700.  Dal decollo prescelto i piloti dovranno eseguire un percorso studiato dall’organizzazione tenendo conto delle condizioni meteo del momento e che si snoderà per decine di chilometri, toccando punti salienti del territorio, detti in gergo “boe”, prima di raggiungere l’atterraggio ufficiale a San Potito. L’aggiramento delle boe è certificato dal GPS in dotazione a ciascun pilota. Vince chi impiega meno tempo. La somma dei punti conseguiti nelle varie manches darà la classifica finale per assegnare il titolo del 2008. Il pilota da battere è il bolognese Alberto Vitale, 33 anni, campione italiano 2007. Da cornice all’evento stand gastronomici e spettacoli musicali aperti a tutti, esposizione di attrezzature per il volo e per la montagna. La premiazione è prevista per le 19,30 del 29 agosto nella piazza di San Potito Sannitico Continua a leggere

“Il Coordinamento della REDAZIONE PROVINCIALE del portale ” ALTO CASERTANO    MATESINO  & DINTORNI” AUGURA a tutti i lettori, amici, collaboratori e redattori del portale, di trascorrere serenamente un BUON FERRAGOSTO e un buon prosieguo di VACANZE”!!! (Di seguito dopo le notizie sulla Festa religiosa che ricorre in giornata odierna, riportiamo articolo su: “FERRAGOSTO nel PARCO del MATESE”) 

“A Maria SS.ma Regna della Pace, Assunta in cielo, invochiamo Pace per i popoli traviati dalla guerra, in particolare invochiamo Pace per il Caucaso (Ossezia, Georgia, leggi quì art. ), la Russia, una terribile guerra che potrebbe minacciare l’umanità intera…e ancora Pace e libertà per il il Tibet ed il mondo intero”

Oggi ricorre anche la Solennità religiosa dell’ Assunzione della gran Madre di Dio Maria SS.ma, Regina della Pace. La Donna vestita di Sole, con la luna sotto i suoi piedi e sul suo capo una corona di dodici (Immagine della Chiesa formata dai 12 Apostoli), di cui parla il Capitolo 12mo dell’Apocalisse é proprio l’ Immacolata Concezione di Maria, Assunta in Cielo. La redazione “Alto Casertano- Matesino & dintorni” Porge gli Auguri alla Gran Madre di Dio. Auguri inoltre a tutti Coloro che oggi festeggiano il Compleanno, l’Onomastico o altre ricorrenze, anniversari e feste particolari. Affidiamo tutti questi amici e persone care sotto la cura, la custodia e la protezione materna di Maria, invocando per Loro alla Celeste Madre la speciale Benedizione.

L’Immacolata Vergine, preservata immune da ogni colpa originale, finito il corso della sua vita, fu assunta alla celeste gloria in anima e corpo e dal Signore esaltata quale regina dell’universo, perché  fosse più pienamente conforme al Figlio suo, Signore dei dominanti e vincitore del peccato e della morte’. (Conc. Vat. II, ‘Lumen gentium’, 59). L’Assunta è primizia della Chiesa celeste e segno di consolazione e di sicura speranza per la chiesa pellegrina. La ‘dormitio Virginis’ e l’assunzione, in Oriente e in Occidente, sono fra le più antiche feste mariane. Questa antica testimonianza liturgica fu esplicitata e solennemente proclamata con la definizione dommatica di Pio XII nel 1950. (Mess. Rom.) E’ presente nel Martirologio Romano.

Maria compare per l’ultima volta negli scritti del Nuovo Testamento nel primo capitolo degli Atti Continua a leggere

Piedimonte Matese(Ce)- (di Pietro Rossi) La Giunta Regionale nella Seduta del 18 luglio scorso, preso atto che la DGR n. 3811 del 22.12. 2003 stabiliva di procedere all’assegnazione delle risorse finanziarie da trasferire ai Parchi ed alle Riserve Naturali Regionali individuando una quota base fissa uguale per tutti, cui sommare un importo aggiuntivo in rapporto alla estensione della superficie territoriale, con la Deliberazione N. 1225 dell’Area Generale di Coordinamento N. 5 – Ecologia, Tutela dell’Ambiente, Disinquinamento, Protezione Civile ha assegnato le risorse finanziarie ai Parchi Regionali ed alle Riserve Naturali Regionali. Continua a leggere

MATESE, IL PIU’ BEL PARCO d’ITALIA. I MOTIVI PER I QUALI NON PUO ESSERE INDIVIDUATO COME SVERSATOIO DI RIFIUTI O SITO DI STOCCAGGIO DI ECO-BALLE mortali. L’AMBIENTE E’ PATRIMONIO DELL’UMANITA e va SALVAGUARDATO come la NOSTRA STESSA VITA. SALVIAMO E SALVAGUARDIAMO NOSTRA MADRE TERRA MATESINA DI CUI SIAMO FIGLI.

(di MAURO DI MUZIO) Ampio massiccio calcareo dell’estensione complessiva di circa 1000 chilometri quadrati, con le cime che superano di poco (Miletto, 2050 m.) o sfiorano i duemila metri di altezza (Colle Tamburo 1982 m., Gallinola 1923 m.), a cavallo tra Molise e Campania, il Matese rappresenta l’estremo lembo meridionale della serie di imponenti gruppi montuosi che caratterizzano l’Appennino centrale, ai quali è assimilabile anche dal punto di vista geologico (massicci carbonatici). Sotto il profilo naturalistico, Il Matese possiede una straordinaria varietà di ricchezze, tanto più notevole se rapportata all’estensione del massiccio in confronto con gli stessi gruppi abruzzesi, più vasti o meglio collegati tra loro, in particolare per gli aspetti botanici e vegetazionali. Sul Matese è possibile ritrovare la serie pressoché completa delle formazioni vegetali tipiche dell’ambiente mediterraneo, dalla fascia temperata a quella altomontana Continua a leggere

Piedimonte Matese(CE)- Il problema degli incendi boschivi cheincendi-2.jpg hanno distrutto durante l’estate scorsa, migliaia di ettari di boschi e macchia mediterranea in tutta la penisola, in Campania, e in special modo nel territorio dell’alto casertano, è stato esaminato con attenzione da varie Associazioni di Volontariato e dagli organi preposti alla salvaguardia dell’ambiente in primis la Guardia Forestale. Una interessante proposta è stata formulata dal segretario della Sezione cittadina di Piedimonte Matese della Federcaccia Franco Iannotta Continua a leggere