image003Piedimonte Matese(Ce)- Sabato 24 settembre, nella Città di Piedimonte Matese (CE), presso l’Ospedale Civile Ave Gratia Plena è stata accolta la Reliquia di primo grado del Santo Giovanni Paolo II, donata dall’Arcidiocesi di Cracovia alla Cappella (altro…)

Annunci

Piedimonte Matese(Ce)16.08.2008- (Di Roberto Diiorio)Oggi ho vissuto in prima persona un qualcosa che ha dell’inverosimile ! Un Neurologo con il suo staff infermieristico,si sono “scusati con me”,si,avete letto bene,SCUSATI ! Il perchè ? pazientate e ve lo spiegherò.Parliamo del Distretto Sanitario N°30,il Poliambulatorio ASL di Piedimonte Matese,uno strazio,un pugno in un occhio ! cominciamo col dire che i professionisti che ci lavorano tra medici,infermieri ed impiegati,sono persone ricche di professionalità e sensibilità,ma la struttura lascia veramente a desiderare,niente ascensore, Continua a leggere

Città di Piedimonte Matese Gruppo Consiliare “Popolo della Libertà” Il Capogruppo: Giovanni Ferrante

Piedimonte Matese(Ce)- ( da Giovanni Ferrante) Dopo il duro colpo inferto al sistema sanitario in Campania dal nuovo Piano di ristrutturazione della rete ospedaliera approvato dal Consiglio regionale, che prevede la riduzione di quasi 700 posti letto e l’accorpamento di alcuni ospedali senza, peraltro, sortire alcuna efficacia visto che vengono tagliati servizi essenziali e ridotto il livello delle prestazioni nel misero tentativo di recuperare i disastri provocati in tanti anni di governo regionale di centrosinistra; ora è il turno dell’ospedale di Piedimonte Matese dove l’intervento dell’ASL ha imposto una riduzione delle prestazioni nel reparto di oncologia chirurgica che, essenzialmente, fornisce un day hospital per coloro che devono essere sottoposti alla chemioterapia. La conseguenza diretta di questo intervento è che ora molti pazienti saranno costretti a subire notevoli disagi nel tentativo di rivolgersi ad altre strutture per potersi assicurare la stessa assistenza. E’ trascorso poco più di un anno dalla chiusura del servizio psichiatrico di diagnosi e cura all’interno dell’Unità Operativa di Piedimonte Matese e dalla esternalizzazione del servizio di emergenza 118 ed ora un ulteriore danno a carico dei cittadini del nostro territorio. Continua a leggere

La New Splash, per poter assumere la segnalata di turno, crea i presupposti di licenziamento per giusta causa dei lavoratori storici. Ciò si è già verificato più volte attraverso trasferimenti immotivati fino a 70 Km. di distanza con turni frazionati sull’intera giornata. In allegato la richiesta di convocazione dopo l’ennesimo episodio di trasferimento di una lavoratrice che si è opposta alle corsie preferenziali create scientificamente.  Saluti Rosario Cipollaro e Giuseppe Gravino (Segreteria Provinciale della Fit-Cisl)
SEGRETERIA PROVINCIALE DI CASERTA Igiene e Servizi Ambientali

Prot. 05.Org/New Splash. Caserta, 20 Ottobre 2008 New Splash s.r.l. Servizi di pulizia Casagiove (CE)
Fax 0823.256367; Direttore Generale ASL CE/1 Dott. Francesco A.Bottino Fax 0823.324099; Direzione Provinciale del Lavoro CASERTA U.O.Relazioni Sindacali e Conflitti di Lavoro  Fax. 0823.451510; E p.c. Spett.le Prefettura di Caserta Fax 0823.429503

Oggetto: Ritiro trasferimento e richiesta convocazione urgente.

La scrivente O.S. chiede il ritiro immediato dell’atto di trasferimento adottato verso la lavoratrice e rappresentante sindacale aziendale della CISL sig.ra MAIO FILOMENA. Il provvedimento, adottato unilateralmente in maniera discriminante, escludendo un preventivo confronto, senza giusta motivazione ed irrisorio della carica di rappresentante sindacale aziendale, viola palesemente le norme contrattuali e la legge 300/70. Continua a leggere

Nico BRUNELLI, giornalista

Guglielmo RAVONE, presidente Ass. Arcobaleno onlus

Piedimonte Matese(CE)- (di Nico Brunelli) Dopo l’ultima iniziativa benefica in corso di attuazione, per la raccolta di fondi per finanziare l’ allestimento di una sala ludica presso il nuovo Pronto Soccorso Medico Chirurgico dell’Ospedale di Piedimonte Matese, dove i piccoli pazienti potranno giocare e in qualche modo alleviare le sofferenze ed eventualmente distrarsi dai tempi di attesa, di cui si ricorda che le offerte potranno essere inviate sul C.C.Bancario intestato all’Associazione Arcobaleno Onlus, presso la Banca Popolare di Ancona filiale di Piedimonte Matese – Codice Iban: IT22H0530874940000000003320, info Continua a leggere

Piedimonte Matese(Ce)- (di Nico Brunelli) L’Associazione Arcobaleno Onlus, presieduta dal dinamico Guglielmo RAVONE che ha provveduto a far inserire il sodalizio nell’elenco delle Associazioni che riceveranno il 5 x mille dell’IRPEF nella dichiarazione dei redditi dei propri soci e di tutti i contribuenti che vogliono donare senza alcun addebito tale percentuale, informa che l’ultima iniziativa benefica in corso di attuazione, è una raccolta di fondi per finanziare l’allestimento di una sala ludica presso il nuovo Pronto Soccorso Medico Chirurgico dell’Ospedale di Piedimonte Matese. Qui, i piccoli pazienti potranno giocare e in qualche modo alleviare le sofferenze ed eventualmente distrarsi dai tempi di attesa. Le offerte potranno essere inviate sul C.C.Bancario intestato all’Associazione Arcobaleno Onlus, presso la Banca Popolare di Ancona filiale di Piedimonte Matese – Codice Iban: IT22H0530874940000000003320. Per Info Continua a leggere

Il capitano Salvatore Vitiello

ALVIGNANO (Ce) – Picchia la nonna per futili motivi e si scaglia anche contro le forze dell’ordine: giovane in stato di ebbrezza finisce in carcere. Nella tarda serata di ieri, ad Alvignano, i militari della locale stazione dei carabinieri, guidati dal luogotenente Nicola Marsilio, hanno tratto in arresto un ragazzo per lesioni personali e resistenza a pubblico ufficiale. Si tratta di Giuseppe Zullo, ventiseienne del posto, già con precedenti. Il giovane pare fosse già brillo quando ha cominciato a litigare con la nonna materna settantottenne, per futili motivi. All’improvviso il malfattore, con una reazione spropositata, ha cominciato a picchiare la poverina con calci e pugni, all’addome e al viso. Le urla di alcuni vicini, che erano stati richiamati dagli schiamazzi Continua a leggere