image002Capua(Ce)- Ricorre oggi il settantesimo anniversario del bombardamento aereo americano su Capua, uno dei più devastanti tra quelli effettuati sull’ intero territorio italiano nel corso della seconda guerra mondiale.
Quel giovedì è il giorno stabilito per lo sbarco a Salerno, ma anche quello successivo alla dichiarazione dell’ armistizio. Così come nella maggior parte della penisola, anche i capuani sono scesi in strada a festeggiare la “conclusione” della guerra. Ma poche ore dopo, alla gioia si contrappone l’incredulità e il panico:
infatti, mentre le strade sono gremite di gente che sta tornando nelle proprie case dopo lo “sfollamento” e saluta con i fazzoletti il passaggio degli aerei, l’antico centro subisce l’incursione più devastante di tutto il conflitto. Sulla carta, come si (altro…)