abitabileE’ trascorso un mese dallo sciopero della fame,è trascorso il Santo Natale,il Capodanno e neanche la Befana ha portato alcun regalo(retribuzioni ed allocazione temporanea).Sono state delle feste tristi !!!!!!

Per tali ragioni II sindacalista Abitabile Ciro,dipendente del soppresso Consorzio di Bonifica della Valle Telesina,(come detto già ,autore di uno sciopero della fame) ha di (altro…)

operatori incatenatiMaddaloni(Ce)- La protesta degli ex lavoratori della Dhi del comune di Maddaloni, ha trovato
finalmente voce in capitolo questa mattina al quartier generale del commissario Tortelli. Alessandro Cioffi, tramite la sua associazione Civitas,  si è
incatenato fuori lo stabile di via S. Francesco d’ Assisi per rivendicare con gli operai,  quei diritti di cui sono stati privati da tempo: La legge non è uguale per tutti soprattutto per coloro che (altro…)

Vedi pagina FB Catena Umana Attorno Al Parlamento Italiano

DAL 29 S E T T E M B R E 2012 TUTTI A ROMA! “VOLETE LA RIVOLUZIONE?” – “SI’, LA VOGLIAMO”.

“LA VOLETE SUL SERIO?” – “CERTO, SIAMO PRONTI, QUANDO SI PARTE?”.
“PREPARATEVI NEL CORPO E NELLO SPIRITO PERCHE’ E’ GIA’ INIZIATA… E CI CONDURRA’ SIA A ROMA, A BLOCCARE IL PARLAMENTO, CHE A VICENZA, A CIRCONDARE LA BASE DELLA POLIZIA EUROPEA, IN CONTEMPORANEA.”
SARA’ LA PIU’ GRANDE MANIFESTAZIONE MAI ORGANIZZATA IN ITALIA DAI TEMPI DEL DOPOGUERRA! (altro…)

Caserta- A seguito delle manifestazioni sindacali organizzate dai lavoratori del Carrefour di Capodrise, che avevano manifestato contro la paventata messa in mobilità di circa ottanta addetti e che avevano subito la inutile repressione da parte delle forze dell’ordine, si è svolta a Roma, una riunione alla quale hanno partecipato i vertici della multinazionale ed il Segretario Provinciale della categoria Commercio della Ugl Caserta Carmine Cimmino. A quanto si apprende da fonti sindacali, si sarebbero aperti interessanti spiragli di trattativa, a tal proposito la direzione Carrefour ha fissato un nuovo incontro con i lavoratori per il giorno 21/04/2008 presso la sede di Capodrise Continua a leggere

 I PARADOSSI DI FERRANDELLE:    SI CONTINUA A RILENTO A REALIZZARE LA PRIMA PIAZZOLA, MENTRE A POCHE DECINE DI METRI PROSEGUONO I LAVORI ORMAI “INUTILI” DI COSTRUZIONE DELLA “FATTORIA DIDATTICA DEI PRODOTTI TIPICI” PROGETTATA DA “AGRORINASCE

Santa Maria La Fossa(Ce)- “Con le ombre della sera è calata una fitta nebbia, mercoledì 30 gennaio, a far penetrare nelle ossa dei temerari cittadini del Basso Volturno che, in lungo corteo attraversando le vie rurali a sud delle arterie asfaltate e glissando così lo sbarramento delle Forze dell’Ordine posizionato all’incrocio fra la SP 333 e Via Vaticale, sono riusciti a raggiungere il presidio permanente della Coldiretti incardinato all’ingresso dell’area di 120 moggia dove escavatrici e camions stanno lavorando senza sosta protetti da Polizia e Carabinieri. Un falò per riscaldarsi e tanta rabbia nell’animo mista al triste presagio di dover emigrare da una zona ormai colpita da un autentico disastro ecologico. La gente è infuriata, ma non ha perso tutte le speranze e conta sull’uscita dalle “tane” in cui si sarebbero rifugiati consiglieri ed assessori regionali e parlamentari. Stamattina gli stessi umori di rivincita e di ricerca di mediazioni e dialoghi ad alto livello. Dalle osservazioni di qualche ora fa sono emersi alcuni elementi, alcuni dei quali configurano autentici paradossi. Continua a leggere

 San Nicola La Strada(Ce)-(da Domenico Russo, consigliere comunale, nella foto a sx con don Gelmini)”Non più tardi di due mesi fa Sandro De Franciscis garantì alla comunità casertana che avrebbe profuso il massimo sforzo fino al certo raggiungimento dell’obiettivo di non far sversare in provincia di Caserta neppure un sacchetto di rifiuti proveniente da Napoli. Ed invece, così come appreso dagli organi di stampa e dai sindaci intervenuti all’incontro con il prefetto De Gennaro, ma anche dai lavori consiliari provinciali di questa mattina, è emerso che della capacità di 350 mila tonnellate di Ferrandelle, 200 mila saranno destinate ai rifiuti di Napoli. Ancora bugie, da parte di De Franciscis,  ad un territorio martoriato negli anni dalla gestione fallimentare del centrosinistra di cui egli stesso è una delle massime espressioni regionali in quanto appartenente al Partito Democratico. Ancora una volta, così, la maggioranza consiliare provinciale ed il presidente De Franciscis hanno mortificato la provincia di Caserta. Ed ancora una volta hanno dichiarato la propria corresponsabilità rispetto a scelte che calpestano un territorio già martoriato. Continua a leggere

Rifiuti, l’assalto della mamme della scuola Speranzas  Ancora attivo da dieci giorni un focolaio di fumo presso il parco Sccac ( nella foto 1 a sx: fumo che si innalza da un cumulo di rifiuti nei pressi del parco Sccac. Autore: Andrea Pioltini, fotoreporter)SAN NICOLA LA STRADA(Ce) – Otto sindaci del casertano, San Nicola La Strada, Casagiove, Capodrise, Recale, San Marco Evangelista, Casapulla, Maddaloni e San Felice a Cancello hanno lanciato un forte grido di protesta nei confronti del Commissario Straordinario per l’Emergenza Rifiuti, Gianni De Gennaro (foto 2) , del Presidente dell’Amministrazione provinciale, On. Sandro De Franciscis (foto 3) , e del Sindaco del comune di Caserta Continua a leggere

Piedimonte Matese(Ce) – Venerdi scorso il Consiglio dei Ministri, su richiesta dei ministri campani (Mastella e Pecoraro Scanio), ha deciso di dare un’altro anno di proroga al commissariamento per l’emergenza rifiuti, confermando la non volontà delle amministrazioni locali di assumersi le proprie responsabilità, per non doverne rendere conto di fronte all’elettorato. Nessuno si è indignato per quanto accaduto, anzi, appare quanto mai assurdo il silenzio assordante dell’Amministrazione Comunale e degli ambientalisti locali che in tante occasioni meno importanti hanno fatto sentire la loro voce di protesta, mentre oggi sono “stranamente” assenti e muti. Abbiamo atteso invano (e con noi tantissimi cittadini) un intervento del Sindaco, un segno di protesta o di indignazione, un pallido tentativo di trovare una soluzione provvisoria quanto meno per evitare alla città di trascorrere un Natale e un Capodanno indignitosamente “occupati” dai cumuli di rifiuti nel centro cosi come in periferia. Una condizione indecorosa per Piedimonte! Continua a leggere

Caiazzo (Ce)- ( di Giuseppe Sangiovanni)-Caso Pontecorvo(vedi foto). D-day. Il giorno della verità, della possibile soluzione del caso, o di un probabile trasferimento in ospedale. L’ipotesi più accreditata, è la soluzione del problema- questa mattina discusso dai vertici dell’Asl Caserta Uno- che consentirebbe al provato dottor Pontecorvo di tornare ad alimentarsi- quindi recuperare le forze fisiche, minate dalla vibrata protesta. “Un recupero di energie-che va fatto gradualmente-precisa il dottor Cesare Cuscianna, anestesista-rianimatore- che con la dottoressa Giovanna Rolli, ha monitorato lo stato di salute del medico ribelle del 118- “che dovrà riprendere lentamente l’attività, favorendo inoltre il riequilibro gastro-intestinale e cardiaco Continua a leggere

CASO del MEDICO PONTECORVO. IL DRAMMA! VERGOGNOSA ASSENZA delle ISTITUZIONI. CHE COSA ASPETTANO AD INTERVENIRE? Appello alle ISTITUZIONI perché rispettino la LEGALITA’ che nel caso del dott. Pontecorvo é stata violata, in quanto sono violati i suoi diritti. DOVE ANDRA’ FINIRE QUESTO MONDO? Booh!!! L’UOMO si trova in condizioni pessissime a causa del digiuno da 4 giorni. Di seguito le drammatiche parole del medico che protesta pacificamente per difendere i propri diritti, raccolte dal giornalista Giuseppe Sangiovanni. “Al dott. Mariano Pontecorvo la nostra redazione “Alto Casertano-Matesino & dintorni” esprime la più profonda solidarietà e vicinanza”.

Caiazzo(Caserta)- “Mi muovo da qui solo se mi ridaranno il mio diritto scippato illegittimamente. Voglio “morire” qui-tra la mia gente, tra i miei pazienti che conosco uno ad uno”-racconta con un flebile filo di voce, Mariano Pontecorvo (nelle foto, cliccare sopra ogni foto per ingrandire. Il reportage fotografico é a cura di Giuseppe Sangiovanni. La prima foto in alto rappresenta il medico stremato dopo 4 giorni di protesta) , vulcanico, inossidabile medico chirurgo del servizio 118 di Caiazzo Continua a leggere

L’articolo sul caso del dott. Pontecorvo in catene e il reportage fotografico é a firma del giornalista Giuseppe Sangiovanni di Caiazzo(Ce)

Caiazzo- Detto fatto. E’ stato di parola Mariano Pontecorvo (nella foto, cliccare sopra per ingrandire) , 60enne medico di Piana di Monte Verna del servizio di emergenza 118. Incatenatosi ieri davanti al distretto 32 di Caiazzo – dove da oltre un decennio è titolare con rapporto di convenzione. Una forma di protesta forte, vibrante- architettata per reclamare un suo diritto- scippato a seguito di un provvedimento generale di riorganizzazione dell’Asl Continua a leggere

Da mercoledì 31 ottobre s’incatenerà ai cancelli dell’Asl di Caiazzo e comincerà lo sciopero della fame.

Caiazzo- Comincia da Mercoledi 31 Ottobre mattina -la clamorosa manifestazione di protesta di Mariano Pontecorvo, medico di Piana di Monte Verna del servizio di emergenza 118. Lo farà per richiamare l’attenzione delle istituzioni- sulla vicenda che riguarda lui ed altri colleghi. Titolare presso il distretto 32 di Caiazzo, con rapporto di convenzione da oltre venticinque anni, a seguito di un provvedimento generale di riorganizzazione, a sessanta anni suonati trasferito presso il distretto di Maddaloni Continua a leggere

Caserta-( da Comitato Emergenza Rifiuti, nella foto. Autore foto dx Andrea Pioltini) Il presidente della Provincia di Caserta De Franciscis finora ha concretizzato le sue buone intenzioni per l’ambiente soprattutto con la creazione della discarica illegale e inquinante ubicata nella cava Mastropietro, in località “Lo Uttaro(nella foto sotto), a poche centinaia di metri dalle abitazioni di quattro comuni con una popolazione totale di ben 200.000 persone. Dopo l’ultima estate, tra Caserta e dintorni tutti conosciamo la puzza della discarica e ne temiamo i danni. Ci è stato raccontato che la scelta è caduta sul quel sito, nonostante ben otto alternative possibili, unicamente per una questione di urgenza. Così recita il Protocollo d’Intesa firmato da De Franciscis e dal Sindaco di Caserta Nicodemo Petteruti, suo compagno di cordata Continua a leggere

CASERTA e prov.- Il Comitato dei Garanti, nelle persone dei dott. Nicola Santagata e Giuseppe Lembo, avevano convocato per oggi una riunione di tutto il Comitato dei garanti, nominato dal Commissario di governo per l’emergenza rifiuti allo scopo di informare tutti i membri del lavoro svolto sinora e, soprattutto per individuare atti e azioni utili da intraprendere in considerazione delle problematiche legate alla cattiva gestione della discarica illegale e pericolosa di Lo Uttaro Continua a leggere

Striscione e slogan contro l’elezione di De Franciscis alla guida del Partito Democratico

Caserta e prov- Impegnato com’è nella corsa alla nomina di coordinatore regionale della Campania del nascente Partito Democratico, il presidente dell’ amministrazione provinciale di Caserta, Sandro De Franciscis, non si fa distrarre da niente e da nessuno. Ecco allora, che anche la recente marcia di protesta di sabato scorso organizzata dal Comitato Emergenza Rifiuti Continua a leggere

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 190 follower