AGGIORNAMENTI: Referendum, affluenza alle ore 22.00: il quorum è vicino!

(Post aggiornato) E’ del 40,91% il dato sull’affluenza alle urne registrato alle ore 22.00 di oggi nei 61.559 seggi aperti in Italia per la votazione di quattro referendum abrogativi.
Il risultato della prima giornata di votazione rende molto vicino il raggiungimento del quorum del 50%+1 che renderebbe valido il risultato dello spoglio. Per un referendum abrogativo non accade da oltre 16 anni.

 (segue Post precedente)

Il quorum è possibile: i precedenti. I voti regione per regione. Emilia Romagna da record: in provincia di Reggio Emilia raggiunto il 45,5%.

Italia- (di Michela Rossetti )Referendum: si vota oggi dalle 8 alle 22 e domani dalle 7 fino alle 15. Aperta la caccia al quorum, che dai primi dati, compresi gli ultimi delle 19, sembra avere buone possibilità di essere raggiunto.
Sono quattro le schede elettorali e pesa sul voto anche l’incognita del voto all’estero, dove sono state distribuite schede sbagliate per il quesito sul nucleare e il ministero degli Interni non ha fatto in tempo a sostituirle. Deciderà la Cassazione. Continua a leggere

REFERENDUM- Il Vice Sindaco dott. Giulio RICCIO ha invitato l’amministrazione e la cittadinanza a votare “SI”.  Reportage fotografico  Manifestazione del 2 Giugno 2011 a sostegno dei SI ai referendum promossa dal Movimento per la Pace. Il reportaqge é a cura di Andrea Pioltini

Alife(Ce)- “Sono enormemente preoccupato per la sorte della mia famiglia ed il futuro del mio territorio. Ecco perché sin dal primo momento il mio pensiero e la mia scelta é stata a favore del voto “SI”. Sono originario di un comune, Conca della Campania, che dista a otto chilometri dalla centrale Nucleare del Garigliano. Lungo il periodo in cui la centrale era in funzione, abbiamo vissuto con il terrore addosso. Incidenti che si verificavano di continuo, fuoriuscite di radioattività nell’aria, la stessa aria che respiravamo anche noi, e fuoriuscita di liquali radioattivi che si riversavano nel fiume del Garigliano e andavano a finire nella falda acquifera, il territorio,  la vegetazione,  tutto fu contamninato dalla radioattività. Nascevano animali già morti con volti deformati, e frutta già secca. Intere famiglie sterminate da leucemie e cancro. Ho avuto amici che per colpa di quella centrale si sono ammalati e oggi non sono più tra noi. Sono ricordi che non si dimenticano neanche a distanza di tempo. Quando si é vissuti sulla propria pelle una situazione del genere come si fa a dimenticare? Come si può essere a favore di una legge che vorrebbe il ritorno al nucleare in Italia? E’ pura follia! Per questo che mi sono sentito in dovere di lanciare l’appello e di invitare l’ amministrazione comunale di Alife a partire dal Sindaco dott. Giuseppe Avecone, assessori e consiglieri tutti, di recarsi alle urne nei giorni domenica 12 e 13 giugno e votare “SI” ai referendum abrogativi, per fermare il nucleare e salvare i Beni Comuni, quali l’ Acqua, diritto umano universale e fonte vitale, più preziosa di qualsiasi ricchezza al mondo. Un particolare ringraziamento va ai vertici del “Movimento per la Pace” per avere portato ad Alife eminenti personalità del Comitato campano Acqua Pubblica, Comitato campano antinucleare e Associazione campana Medici per l’ Ambiente, rappresentate dai dott: Consiglia Salvio, Ermete Ferraro, Antonio Marfella e a seguire gli altri rappresentanti delle associazioni che sono intervenuti quali: Legambiente (Nicola D’ Angerio) e Lega Consumatori (Vito Conforti). Un sentito ringraziamento per le importantissime ed interessantissime argomentazioni trattate. La conferenza svolta in piazza meritava maggior attenzione da parte del popolo alifano. Ciò significa che in futuro dovremo lavorare maggiormente sulla popolazione per stimolarla alla sensibilizzazione, alla vita attiva e alla partecipazione democratica alla vita della comunità. Come si fa a conoscere i problemi e quindi trovare soluzioni per risolverli se prima non si fa istruzione e cultura sull’ argomento?” Questo in sintesi il messaggio  molto chiaro del vicesindaco dott. Giulio RICCIO, (nella foto 1 in alto e altre a seguire) che prima di saluti finali alla manifestazione del 2 Giugno, ha voluto invitare la cittadinanza alifana a Votare “SI” per salvare i Beni Comuni e la salute dei cittadini. Accogliamo caldamente il suo invito facendocene a nostra volta portavoci, nell’ausilio che si possa raggiungere il Quorum e abrogare delle leggi che mettono in pericolo la vita umana e l’ambiente già troppo aggredito da inquinamento causato da sversamenti abusivi ed illegali di rifiuti radioattivi. (Comunicato da redazione cultura Alife)

-Di seguito seguono altre foto tratte dal reportage fotografico, sulla Manifestazione a sostegno dei SI ai referendum dello scorso 2 Giugno 2011 svoltasi ad Alife.

– Leggi art. correlato con Reportage fotografico manifestazione realizzato da Andrea Pioltini:

Alife(Ce)- PACE e REFERENDUM in Piazza della LIBERAZIONE. Conferenza con Marfella, Salvio, Ferraro, Conforti, D’ Angerio, Sindaco Avecone e altri

Il Movimento guidato dalla Testimonial Agnese Ginocchio ha promosso un’incisiva manifestazione. Col sindaco Avecone ed il vicesindaco Riccio, sul palco gli esperti Salvio, Marfella, Ferraro, D’Angerio, Conforti e soprattutto ragazzi e ragazze ad invitare i cittadini al voto del 12 giugno, lodando l’acqua “bene comune”

ALIFE(Ce)- (di Raffaele Raimondo) – Il “Movimento internazionale per la Pace e la Salvaguardia del creato-III Millennio” guidato dalla Testimonial Agnese Ginocchio ha dato vita ad un pubblico confonto sulle importantissime problematiche esposte al giudizio degli italiani con Referendum di domenica e lunedì 12 e 13 giugno prossimi. Eh, sì, il binomio Pace-Consultazione Popolare regge, eccome, e si rilancia proprio nella circostanza in cui gli elettori dovranno decidere se andare o no alle urne e dire il loro vincolante parere sull’acqua “bene comune”, sull’opzione relativa all’energia nucleare e sulla “vexata quaestio” del cosiddetto “legittimo impedimento”! Pochi ma attenti gli alifani presenti in Piazza della Liberazione qualche sera fa;

invece la massa della cittadinanza, per una ragione o per l’altra, ha disertato, rinunciando di fatto alla opportunità di assumere informazioni specifiche e documentate intorno agli argomenti-oggetto delle proposte di abrogazione di norme legislative su cui il Comitato referendario ha costruito faticosamente, ma con ferma determinazione, l’imminente appuntamento con le schede di vario colore su cui si opereranno le scelte del No o del Sì. La manifestazione è stata oltremodo incisiva e finalizzata anzitutto a spiegare la democratica necessità di recarsi alle urne: è pur vero che rifiutarsi di andare ai seggi è già un’opzione, ma lo è altrettanto l’opinione di chi ritiene che un cittadino maturo e responsabile, di fronte a questioni tanto delicate, non dovrebbe far la fine delle tre scimmiette (io non vedo, non sento, non parlo), giacché le decisioni che si andranno ad assumere riguarderanno, in ogni caso, il destino prossimo e remoto di tutti. Col giovane e brillante neosindaco, Giuseppe Avecone, sul palco è salito anche il saggio vicesindaco, Giulio Riccio: entrambi hanno sostenuto, con lucida grinta, il valore dell’enorme posta in gioco che richiede, in luogo di una superficiale indifferenza della ente, la massiccia partecipazione affinché si ragiunga il numero sufficiente di votanti e si sappia quali sono davvero le interpretazioni della maggioranza dei maggiorenni alifani ed italiani sull’acqua come risorsa di tutti, sulle fonti energetiche da preferire e sull’uguaglianza dei cittadini davanti alla legge. Impossibile racchiudere in breve sintesi quanto hanno spiegato i vari esperti che la Ginocchio è riuscita a far arrivare nella storica città alle falde del monte Miletto: di certo gli argomenti sfiorati o approfonditi sono stati moltissimi e più che eloquenti. Consiglia Salvio, co-referente regionale del Comitato referendario, ha svolto un’ampia relazione, spiegando i seri motivi del Sì. Antonio Marfella, esponente dei Medici per l’Ambiente, ha sciolto un autentico inno alla risorsa-acqua, denso di esemplificazioni scientifiche oltremodo allarmanti. Vito Conforti, presidente della Lega provinciale consumatori, ha letto un testo carico di utili avvertimenti. Ermète Ferraro, del Comitato campano antinucleare, ha illustrato i termini di una proposta di legge per un massiccio ricorso alle energie alternative nella nostra regione. Nicola D’Angerio, segretario della sezione Legambiente-Caserta, ha parlato dei disastri prodotti in tutto il mondo dal nucleare le cui scorie, peraltro, costituiscono ancora oggi un problema tremendamente irrisolto. Tuttavia, il pubblico è stato profondamente toccato specialmente dai brani recitati da ragazze e ragazzi accompagnati dalla Testmonial Ginocchio: una francescana lode di “sorella acqua”, un desiderio di salute e di pace espresso con tutta l’innocenza della fanciullezza, la speranza per un futuro ed un pianeta migliori mediante il rispetto della natura e delle persone di qualsiasi età e attraverso la pacifica convivenza fra i popoli da fondare sulla giustizia e sugl’inderogabili valori civili. (Articolo a cura del giornalista del nostro Movimento per la Pace, prof. Raffaele Raimondo)

Note:  Foto relative alla manifestazione, reportage fotografico realizzato da Andrea Pioltini, fotoreporter.

Si RINGRAZIA l’amministrazione Comunale retta dal Sindaco dott. Giuseppe Avecone per il patrocinio consecco alla manifestazione, e la funzionaria comunale dott. ssa Valentina Santini per la disponibilità mostrata.

-Adesioni alla manifestazione del:  Forum giovani di Alife, presente con la presidente Caterina Renzo e Arturo Santagata, che ha declamato  una  bellissima poesia sull’ Acqua(di Erri De Luca), al termine della manifestazione. L’adesione della Pro Loco alifana con il presidente Raffaele Versaci, al quale va un ringraziamento per la disponibilità mostrata. L’ Adesione inoltre dell’ Ass. Genitori alifani rappresentata dalla dott.ssa Grazia Masullo presente alla manifestazione,  della Lega Consumatori Caserta, di Legambiente Caserta.  Presenti inoltre tra il pubblico: il dirigente scolastico Nicola Ginocchio, il dott. Stefano Italiano, vice del prefetto di Caserta con la famiglia, la docente della Scuola media Vitale di Piedimonte Matese(Ce) Maria Loreta Salvatore, il Comitato contro le antenne killer in via Valle Forcolina (fraz S. Michele di Alife), la docente della scuola dell’ infanzia dell’Istituto comprensivo di Alife, Antonietta Sasso – Masullo,  l’assessore comunale Marco Bergamin, l’Assessore comunale Angelo Giammatteo, il consigliere comunale Pasquale Sasso, il giornalista Pietro Rossi di “Corriere Matese” . Tra i presenti  si é visto anche il segretario del Circolo locale PD Gianfranco Di Caprio, nonché consigliere comunale di minoranza, il dott. Emilio Iannotta responsabile dell’ IDV Alto Casertano. Hanno inoltre declamato alcuni brani sul tema dell’acqua (Dichiarazione sull’ Acqua di Assisi) la giovanissima “Federica Sasso” (del gruppo Festival della Pace), la piccola “Anna Guarnieri” (ha recitato il “ciclo dell’Acqua”) della frazione di S. Michele e “Caterina Sasso” ( gruppo Festival della Pace) che ha declamato le parole del “Canto per l’ Acqua” di Agnese Ginocchio. 

-Si ringraziano inoltre quanti hanno dato il loro libero contributo economico per la buona riuscita della manifestazione:

Si ringrazia:

1) Edil Flagiello – Alife; 2) Vision Ottica Corniello – Alife; 3) Santagata Celestino Store- Alife; 4) Eta Italia Kamini di Angelo Giammatteo – Alife; 5) Q8 distrubutore di Francesco Lanzi- Alife; 6) Snack and Pizza di Robert Boggia-Alife; 7) BS Climasistem srl By Riello; 8 ) L’amico “Vincenzo Renzo”; 9) Farmacia Iole Isabella – Alife; 10) L’angolo del Buon Gusto Pizzeria-Alife; 11) Materiale per costruzione mario Carluccio-Alife; 12) Conad Supermercati Alife; 13)Palma Ricambi Alife; 14) Zazzarino Prodotti per l’Agricoltura – Alife; 15) Consigliere comunale Emilio Del Giudice-Alife; 16) Costruzioni Ventriglia – Alife; 17) Seriplastik Pubblicità di Concetta Quistelli-Alife; 18) Pro Loco Alifana presidente Raffaele Versaci per averci messo a disposizione le sedie ( e Club Napoli di Frattolillo Roberto); 19) Sindaco Città di Alife e Amministrazione per patrocinio Comunale, Parco, elettricità.(Ringraziamenti anche alla funzionaria comunale dott.ssa Valentina Santini); 20) Ringraziamenti alle associazioni che hanno aderito: Sindacato Altragricoltura- Siab (Lino MARTONE presidente); Legambiente Caserta (Nicola D’Angerio); Lega Consumatori Caserta( presidente Vito Conforti e Pietro Rossi); Forum Giovani Alife; Ass. genitori Alifani “G. Morelli”; etc…

Reportage fotografico realizzato da “Andrea Pioltini” (Per l’uso e la diffusione citare la fonte)

 

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & “

SAN NICOLA LA STRADA(CE) -(di Nunzio De Pinto)  L’Azione Cattolica Italiana rivolge il proprio invito “ai soci e ai cittadini” perché “ci sia un’ampia partecipazione al referendum abrogativo del 12-13 giugno”. La presidenza dell’organizzazione cattolica lo fa con una nota pubblicata sul suo sito web in cui sottolinea che le tematiche al Continua a leggere

PONTELATONE(Ce)- In Piazza Cavour a Pontelatone, a partire dalle ore 19:30, fino a mezzanotte. Sei ore di musica ed intrattenimento con intermezzi a “microfono aperto” cioè a disposizione di chiunque voglia manifestare la propria volontà e/o invitare a votare SI’ ai tre referendum, contro il Nucleare e per l’Acqua Pubblica, che si terranno Domenica 12 e Lunedì 13 Giugno.  Interverranno esperti dei comitati referendari e sono stati invitati personalità politiche, esponenti delle professioni, della cultura dell’associazion…ismo ma i protagonisti sarete soprattutto voi: il microfono, infatti sarà a disposizione di tutti coloro – singoli o gruppi – che vorranno propagandare i SI’ ai referendum con una frase, una poesia, una canzone, con un pezzo musicale, con una breve Continua a leggere

Gli oncologi italiani si schierano compatti contro il nucleare. Dal congresso Asco di Chicago, il piu’ importante incontro mondiale di oncologia, arriva l’appello dell’Aiom, l’associazione italiana di oncologia medica, a votare si’ al referendum del 12 e 13 giugno. “Il nucleare e’ la cosa piu’ cancerogena che esista – sottolinea il presidente dell’Aiom Carmelo Iacono – e non e’ controllabile, come ha dimostrato Fukushima. Lasciamo stare le centrali, puntiamo sulle energie alternative, che sono poco inquinanti e non presentano i rischi enormi per la salute che ha il nucleare”. Nucleare, un rischio per la salute? Decisamente sì. E’ questa la posizione dell’AIOM (Associazione Italiana Oncologia Medica) che arriva direttamente dagli Stati Uniti, dove è in corso il Congresso mondiale dell’Asco.

Non esiste nulla di più cancerogeno delle radiazioni nucleari. Le centrali nucleari non sono controllabili, pensiamo a Fukushima, lasciamole stare e puntiamo su energie alternative, poco inquinanti e che non presentano grandi rischi per la salute globale”.

A parlare è Carmelo Iacono presidente dell’Aiom che spiega come gli effetti negativi non Continua a leggere

Decisione a sorpresa della Suprema corte che boccia il tentativo del governo di cancellare il quesito sul ritorno all’energia atomica. Resta da capire se ci sono i tempi tecnici per andare alle urne il 12 e 13 giugno. Dalla Agcom richiamo alla Rai: “Sui quesiti informazione insufficiente, bisogna rimediare”

di VALERIO GUALERZI

Referendum, ok dalla Cassazione  si voterà anche sul nucleare  ROMA – Si voterà il referendum sul nucleare. La Corte di Cassazione ha accolto le ragioni avanzate in un ricorso presentato dall’Italia dei Valori e sostenuto anche dal Pd e in una una memoria del Wwf che chiedevano di trasferire il quesito sulle nuove norme appena votate nel decreto legge omnibus 1: quindi la richiesta di abrogazione rimane la stessa, ma invece di applicarsi alla precedente legge si applicherà appunto alle nuove norme sulla produzione di energia nucleare (art. 5 commi 1 e 8). La decisione è stata presa a maggioranza dal collegio dell’Ufficio Centrale per il referendum della Cassazione, presieduto dal giudice Antonio Elefante. Continua a leggere

Alife(Ce)-Laudato sii o mì Signore per Sora Acqua“. Il 2 Giugno 2011, giornata in cui si celebra la Festa della Repubblica particolarmente significatica quest’ anno in cui ricorre il 150° dell’ Unità nazionale, a difesa della Democrazia e dei diritti del Popolo Italiano, il ” Movimento Internazionale per la Pace e la Salvaguardia del Creato- III Millennio” con il Patrocinio della Città di Alife, organizza un’  importantissima manifestazione a sostegno dei “SI” per il referendum del 12 e 13 Giugno. A partire Continua a leggere

4 SI’ PER LA SOPRAVVIVENZA DELL’ITALIA

Cerreto Sannita(Bn)- Il prossimo 12 e 13 giugno saremo chiamati a votare per i referendum sulla gestione dell’acqua, sul ritorno al nucleare e sul legittimo impedimento. Votando per il SI’ si dichiara di voler abrogare e cambiare inique leggi approvate dal Parlamento, impedendo così una volta per tutte la privatizzazione dell’acqua, l’installazione di centrali nucleari sul territorio italiano e un incostituzionale privilegio che regalerebbe un’ingiusta impunità dai processi al presidente del Consiglio ed ai ministri, in contraddizione con il principio di uguaglianza davanti alla legge sancito dall’art. 3 della Costituzione. Si tratta di 4 SI’ importantissimi e vitali per il futuro del nostro Paese, per la sopravvivenza dell’Italia. Per discutere delle iniziative da intraprendere nei prossimi giorni per promuovere i quesiti referendari e per sostenere le motivazioni che ci portano a dire con piena convinzione i 4 SI’,

INVITIAMO

tutti i cittadini interessati, tesserati e non all’associazione politico-culturale “Da sempre per Cerreto”, a partecipare martedì 24 maggio alle ore 20:00 all’incontro che si svolgerà presso la nostra sezione (corso Umberto I).

Il 12 e 13 giugno 2011 votiamo 4 SI’:
Per togliere l’acqua dal mercato: l’acqua pubblica è un diritto di tutti, non un interesse di pochi. Continua a leggere

Riceviamo e pubblichiamo quest’ urgente segnalazione da parte di Mariachiara Alberton, ricercatrice ambientale che doveva essere intervistata a Radio Rai sul tema del referendum Acqua-Nucleare. Il tutto misteriosamente oscurato. Nel corpo del comunicato spiega che dietro la censura della RAI c’é la volontà del Governo che sta facendo del tutto per non mandare gli italiani al voto. ATTACCO alla DEMOCRAZIA!

SCANDALOSO e VERGOGNOSO!!!

Confermo la necessità di questo passaparola, aggiungendo che si tratta di informazione per ri-affermare i diritti costituzionalmente garantiti . Il dramma è che sembra la maggior parte Continua a leggere

Adriano Celentano ha scritto una lunga lettera al Fatto Quotidiano in edicola oggi. Ecco il testo (le maiuscole sono sue):

Caro direttore, ma soprattutto cari STUDENTI, comunisti, fascisti, leghisti e operai costretti a lavorare nell’ insicurezza. Come avrete letto su tutte le prime pagine dei giornali, il governo non demorde. Continua, sfidando l’intelligenza anche di chi lo ha votato, nella sua DEMONIACA voglia di avvelenare gli italiani.

ROMANI FA DISCORSI CRETINI

Che peso può avere oggi la saggezza degli italiani se poi chi ci governa fa dei discorsi cretini come quello che abbiamo ascoltato a Porta a Porta dal ministro Paolo Romani? “Innanzitutto essere nuclearisti – ha detto – non può essere definita una bestemmia. Lo sono tutti i più grandi paesi del mondo, l’America, la Russia, la Cina, il Giappone e tutti i paesi europei. L’unica grande potenza industriale che non ha il nucleare è solo l’Italia”. Come dire che, se la maggioranza dei paesi industriali vogliono suicidarsi, la logica Continua a leggere