Il nucleare: interrogativi etici.
La decisione del governo italiano di soprassedere al risultato del referendum del 1987 e di riproporre la costruzione di centrali nucleari, ha rinnovato la discussione su questa forma di approvvigionamento energetico. Qui non si discutono gli aspetti tecnici, economici, giuridici, sociali del problema, ma vengono presentate alcune perplessità di carattere etico.
1. Il vincolo morale del futuro: scorie e limitatezza
Il futuro si pone sempre più come orizzonte Continua a leggere

Dopo le tappe di Acerra e Nola, la presentazione del libro “Campania Infelix” scritto dal giornalista di Report Bernardo Iovene con l’attivista mariglianese Nunzia Lombardi è giunta anche a Marigliano. L’evento si è svolto lo scorso 22 novembre nella chiesa del SS Sacramento. (foto 2 a dx,  didascalia in coda all’art.)

Marigliano(Na)- (di Assia Cerciello CliccaMarigl.)Evento omaggiato, tra l’altro, da un’inattesa visita del parroco di Marigliano, Don Pasquale Capasso e del Vescovo di Nola, Monsignor Beniamino Depalma il quale, nel complimentarsi con gli autori del testo, ha sottolineato che “chi lavora per la salvaguardia del Creato lavora per Dio“. Ad introdurre la presentazione del libro edito da Rizzoli (collana BUR Futuro-Passato) è stato il presidente dell’associazione CliccaMarigliano, Antonio Ferullo (l’associazione, infatti, ha organizzato l’evento mariglianese con la collaborazione del comitato per la tutela del diritto alla Salute, la Parrocchia S. Maria delle Grazie e la Federazione Città Sociale) Continua a leggere

10 maggio: Giornata Mondiale del Commercio Equo e Solidale PER UN FUTURO PIÙ EQUO A MISURA DEL PIANETA L’associazione di categoria AGICES chiama istituzioni e consumatori a ‘premiare’ il commercio equo perché è sempre più amico dell’ambiente

Roma, – 5 mag – Duemila scienziati del Gruppo sui cambiamenti climatici delle Nazioni Unite (IPCC) nel 2006 hanno lanciato un allarme storico: il riscaldamento dell’atmosfera ha superato il punto di non ritorno. Dal 1970 ad oggi le emissioni di gas serra prodotte da energia, trasporti, agricoltura e industria sono aumentate del 70% ed oggi raggiungono 50 miliardi di tonnellate di anidride carbonica l’anno. Su questa strada non c’è futuro per nessuno, e in particolare per i più poveri Continua a leggere

ALIFE(Ce)- (di Pietro Rossi) La notizia non é ancora ufficiale, ma pare che il Sindaco di Alife avv. Roberto Vitelli sia stato contattato alcuni giorni fa dal commissario prefettizio di Napoli, perché sembra che una delle cave appartenenti ad un privato, che sorge lì proprio dove é collocata la nota pizzera dal nome omonimo “La cava” in località S. Michele (frazione di Alife) (foto 1 a sx. Autore Andrea Pioltini fotoreporter. Cliccare sopra per ingrandire) sia stata individuata per ospitare un mega sito di stoccaggio di ecoballe. Ricordiamo che le eco-balle di eco non hanno proprio nulla ma sono solo balle cariche di veleni mortali. Ovviamente il Sindaco di fronte a tale scellerata e probabile decisione, con tanto di documentazione presentata ha cercato di dimostrare la non idoneità del sito, in quanto la cava non presenta affatto le caratteristiche morfologiche idonee a ospitare rifiuti, e, cosa ancora più grave proprio in questa zona vi é una massiccia presenza di pozzi d’acqua Continua a leggere Continua a leggere Continua a leggere

 Un prete CORAGGIO, “Don Maurizio Patriciello” della parrocchia di Caivano(Na), che conosce la realtà che ha spinto Lucia a darsi fuoco; un docente di Diritto Pubblico, Carlo Iannello anche membro delle Assise di palazzo Marigliano, che rivela l’ennesimo oltraggio al Diritto perpetrato dalla politica italiana in questi giorni: due azioni apparantemente distinte ma in realtà collegate come si evince dall’articolo di Serena Romano  frutto della collaborazione tra Il Coordinamento delle contrade di Benevento e  le Assise della città di Napoli, riportato in parte qui di seguito.

OLOCAUSTO RIFIUTI – sesta puntata

CAIVANO(NA)-Marzo 4, 2008 di laveritadellecontrade  ECCO CHI HA ACCESO IL FUOCO CHE HA BRUCIATO LUCIA Continua a leggere

24° Congresso Provinciale delle Acli di Caserta, che si terrà sabato 23 febbraio 2008, presso l’Hotel Serenella sul Vialone Carlo III, a partire dalle 09.30. Prevista anche la presenza del Vescovo Raffaele Nogaro 


Manifesto programmatico In 60 anni le ACLI di Caserta( nella foto a sx il presidente Acli provinciale Michele Zannini. Autore Andrea Pioltini fotoreporter)  sono cresciute costantemente, hanno sempre più articolato e qualificato le forme della loro presenza sul territorio; sono oggi radicate in modi differenti rispetto allo schema più tradizionale, ma sempre capaci di esprimere una interlocuzione molto incisiva nel contesto sociale, nelle relazioni istituzionali e politiche, nella comunità ecclesiale.  La condizione di questo dato di forza organizzativo risiede in primo luogo nello spirito di militanza e di impegno di numerosi dirigenti, particolarmente a livello locale, e di uomini e donne che, attraverso le più disparate forme di presenza nei circoli tradizionali, negli spazi più diversi del volontariato, nella promozione sociale, nei servizi alle persone, non hanno mai perso il filo di valori radicali che li lega alle ACLI, Continua a leggere

ALLARME MONDIALE. IL CLIMA STA CAMBIANDO. IL PIANETA E’ IN CRISI. LA SALUTE AMBIENTALE STA PEGGIORANDO. ALLARME INQUINAMENTO. Lo spettro dei cambiamenti climatici – recita il documento – e’ la peggiore minaccia per il 21esimo secolo. CI STIAMO AVVIANDO VERSO LA FINE PRIMA DEL PREVISTO…

ROMA – L’uomo si conferma come il piu’ terribile predatore fra gli animali, ma presto potrebbe non avere piu’ risorse per sostenersi. Il quadro non proprio ottimista l’ha dipinto l’Unep, l’agenzia dell’ Onu per l’ ambiente, che nel suo ultimo rapporto presentato a Nairobi sottolinea come negli ultimi vent’anni tutti gli indicatori dello stato di salute dell’ambiente siano peggiorati, mentre dal canto suo l”animale uomo’ ha aumentato il suo benessere di un terzo. “Ci sono stati abbastanza avvertimenti fino a questo momento – ha dichiarato il direttore dell’Unep Achim Steiner spero che questo sia quello finale Continua a leggere