PRATA SANNITA (Caserta). “Miracolo” a Prata Sannita, comune dell’ alto casertano- matesino. C’è chi dice che quelle lacrime che scivolano lungo il volto della statua di Sant’Antonio di Padova (Nella foto, cliccare sopra per ingrandire) siano il segno di qualche messaggio divino. Da qualche giorno il paesino si è raccolto attorno alla statua posizionata dietro una grata di ferro dentro la nicchia lungo la strada che porta al massiccio del Matese. Lì quella statua era stata fatta costruire da una giovane che da piccola, proprio in quel punto, aveva avuto l’apparizione del santo. Sarebbe stato Antonio Riccio, uomo di mezza età, abitante di Prata Sannita, ad accorgersi del liquido sulla guancia sinistra del santo Continua a leggere