Caiazzo(Ce)- (da TeleradioNews) Riceviamo e pubblichiamo il seguente appello alla cittadinanza del dirigente regionale Udeur Fabio Sgueglia: “Cari Concittadini stante l’approssimarsi della Pasqua sento la necessità di esprimervi i migliori auguri di serenità e salute e, insieme a voi, fare un piccola riflessione sulle ultime vicende pubbliche caiatine. Come prima cosa mi corre l’ obbligo di stringere idealmente la mano ai sindacalisti del Comune di Caiazzo, i quali hanno portato a termine una battaglia difficile e tormentata per il riconoscimento dei diritti dei lavoratori e per l’affermazione di alcuni sacrosanti principi di legalità. Prima ancora di addentrarmi in ciò voglio però esprimere solidarietà ad un giornalista caiatino, il quale proprio per affermare la verità, è stato oggetto di minacce e di intimidazioni. Il clima che si respira in questi giorni nella nostra meravigliosa città è pesante, Continua a leggere

Caiazzo(Ce)- (da TeleradioNews) Riceviamo e pubblichiamo: “Il vecchio detto dice: ‘Fai quello che ti dico, non fare quello che faccio’. Ovviamente l’antico proverbio è riferito al prete. Nella tranquilla città di Caiazzo è infatti scoppiata una guerra santa che vede da una parte i cittadini e dall’altra i preti. Ma come, si domanda la gente, proprio Voi Reverendissimi Parroci che dall’Altare avete condannato il vizio del gioco, e dei videogiochi, Voi che avete detto che a Caiazzo questo vizio sta rovinando intere famiglie, proprio Voi avete concesso in fitto un esercizio commerciale, peraltro facente parte dello storico Seminario vescovile, per l’apertura di una sala di videogiochi? Per carità nulla contro gli esercenti interessati, però si deve ammettere che la cosa suona di scandalo. Continua a leggere

Piedimonte Matese(Ce)- (di Gennaro Giustino) Ritrovato morto il giovane Stanislav Calvano(nella foto). Ennesimo giallo in terra di Matese. I carabinieri della locale Compagnia hanno profuso sforzi eccezionali per ritrovare il 19enne di origine rumena. Ancora sono vivi i casi dell’imprenditore Ottaviani e delle morti di Di Meo e della Masucci É stato un chiodo che ha tormentato i Carabinieri della Compagnia di Piedimonte, quella della scomparsa del giovane Stanislav Calvano, 18 anni, di origine rumena, ma residente a Piedimonte Matese. Il ragazzo era scomparso il 18 novembre scorso a Piedimonte. Alto 1,70, capelli biondi e occhi azzurri, da tempo viveva a Piedimonte, e non aveva fatto più rientro a casa proprio dalla sera del 18, data in cui è stata presentata la denuncia ai Carabinieri della Compagnia di Piedimonte. I militari del Nucleo Operativo dei Carabinieri agli ordini del Capitano Salvatore Vitiello subito hanno incominciato la ricerca del giovane, impegnando tutti gli strumenti a disposizione e avvalendosi anche di alcune perquisizioni. Hanno interrogato anche i familiari del giovane. Solo il primo dicembre, del caso, che rischiava di passare inosservato, se è occupata anche la Rai, con la nota trasmissione Chi l’ha Visto“(vedi quì), condotta da Federica Sciarelli. Continua a leggere

Caiazzo(Ce)- (Teleradionews) Punti patente, chi li toglie li rimette? Riceviamo e pubblichiamo: “Spettabile redazione, mi ha incuriosito la notizia, letta fra le righe dell’articolo relativo alle multe di oltre centocinquanta euro (leggi di seguito) inviate in prossimità di Natale a centinaia di automobilisti ‘beccati’ dall’autovelox nei pressi della stazione di servizio ubicata in via Roma. Non tanto per il fatto in sé, ormai risaputo, che sarebbe vietato piazzare il diabolico marchingegno in un’area privata, magari allontanandosi come spesso segnalato dai passanti e poggiando un segnale mobile di preavviso spesso spostato dal vento o, come dicono i maligni, semplicemente messo per terra, affinché nessuno potesse vederlo. Continua a leggere

Piana di Monte Verna(Ce)- (Teleradionews) Orologio… funebre. Alcuni lettori residenti nel centro di Piana di Monte Verna hanno segnalato un problema che li assilla da alcuni giorni, per l’esattezza da quando è stato ripristinato il funzionamento dell’orologio posto sulla campanile della centrale chiesa dell’Immacolata, che da anni non scandiva la vita paesana con i suoi rintocchi battuti ogni quarto d’ora. Iniziativa senz’altro lodevole della Parrocchia dello Spirito Santo ovvero del suo amato parroco don Giulio Farina, ma anche talke “medaglia” ha il suo rovescio, rappresentato dalle proteste delle persone che non riescono a prendere sonno ovvero risvegliate ogni quarto d’ora, soprattutto quando i rintocchi sono numerosi. E lenti, maledettamente lenti, tanto da confondersi con i rintocchi che solitamente annunciano un decesso, delle cosiddette campane a morto, il che, oltre a prolungare disagio per quanti, avendo perso l’abitudine, non riescono più a sopportare tale supplizio, è considerato funesto da chi invece è portato a pensare che ogni quarto d’ora possa esserci stato un morto. Continua a leggere

Caiazzo(Ce)- (Teleradionews) Perde un occhio e scopre che lavorava in nero. Trentatreenne, senza altro reddito, rischia di perdere completamente un occhio in seguito ad un infortunio verificatosi presso una nota struttura sportiva del comprensorio. La moglie, disperata, fa appello ad Agnese Ginocchio. Una situazione disperata non solo per l’uomo, che – a quanto riferito – secondo la prognosi, nel migliore dei casi potrebbe recuperare al 25% la funzionalità del globo oculare sinistro, in seguito ad un incidente verificatosi presso una struttura sportiva del comprensorio, dove, finalmente, da qualche tempo era riuscito a trovare lavoro, ma drammatica anche per la moglie, intanto rimasta senza alcun provento, con la necessità di assistere giornalmente il marito in ospedale e, pare, senza alcuna possibilità di ulteriore aiuto dal Comune (nella foto il sindaco di Caiazzo Giaquinto)  che già avrebbe elargito un sussidio al nucleo familiare quando anche il marito era disoccupato. Ma la beffa peggiore consisterebbe nel fatto che, sempre a quanto riferito, solo dopo l’incidente il malcapitato avrebbe scoperto di lavorare “al nero”, ovvero che il datore di lavoro non aveva mai versato un solo centesimo di contributo previdenziale in suo favore, Continua a leggere

Fotonotizia: Natale solidale e meno sprechi per addobbi natalizi

Caiazzo (Ce)- (da Teleradionews) Riceviamo e pubblichiamo: “Condivido pienamente la proposta di non sprecare soldi per gli addobbi natalizi, non solo in considerazione del periodo di grave congiuntura mondiale che stiamo attraversando, ma anche perché rappresenterebbero un’offesa o peggio un’ingiuria per tutte le persone che non possono permettersi neanche un panettone (credetemi, ce ne sono tante) o peggio rischiano il distacco della corrente, del gas e del telefono, che soprattutto per gli anziani è indispensabile, perché non tutti possono pagare puntualmente le varie bollette, purtroppo sempre più care. Ma soprattutto condivido l’idea di rinunciare agli addobbi natalizi, magari facendo solo un piccolo presepe davanti alla cattedrale, all’esterno, perché in tal modo il Comune di Caiazzo si ergerà ad esempio non solo a livello nazionale, ma anche mondiale. Altro che invitare Berlusconi! Basterà far circolare la notizia prima che gli altri Comuni decidano diversamente e vedrete quanti altri sindaci seguiranno l’esempio e, Continua a leggere

Piedimonte Matese(Ce)- L’Ente Parco del Matese, nel quadro delle iniziative volte alla formazione di una coscienza ambientalista delle Comunità sociali, ha promosso un Convegno dal titolo “Educazione alla Legalità ambientale”. Il Convegno si svolgerà presso la Sala Multimediale del Palazzo Vescovile della Diocesi di Alife-Caiazzo in Piedimonte Matese, alla Via A. S. Coppola 230/b, il prossimo sabato 22 novembre alle ore 17.00. Il giorno 22 novembre 2008 alle ore 17.00 presso la Sala Multimediale Palazzo Vescovile della Diocesi di Alife-Caiazzo a Piedimonte Matese, si svolgerà il Convegno sul tema Educazione alla Legalità ambientale, promosso dall’Ente Parco del Matese nel quadro delle iniziative volte alla formazione di una coscienza ambientalista delle Comunità sociali. L’evento culturale si associa e conclude anche l’intera Programmazione di Educazione alla Legalità, iniziata nelle scuole di ogni ordine e grado dei Comuni appartenenti all’area del Matese. La tutela dell’ambiente è l’espressione di un civismo moderno ed anche la rappresentazione delle volontà e degli interessi di quanti hanno a cuore l’area protetta del Matese. La repressione degli abusi di qualunque genere costituenti reati ambietali è stata l’azione forte degli ultimi anni da parte dell’Ente Parco del Matese. Continua a leggere

Pietravairano(Ce)- (Teleradionews) Nessuno dei diciassette sindaci del costituendo Parco regionale di monti Fossato, Monaco e Maggiore si è preoccupato di approvare la delimitazione del proprio ambito, il che sarebbe bastato per impedire ulteriori sventramenti, pericolo invece sussistente anche per le altre zone. Nei giorni scorsi il comprensorio è stato tappezzato di murali con i quali i residenti osteggiano il progetto, ormai esecutivo, di trasferire nel territorio di Pietravairano alcune cave e cementifici della società Moccia, ormai invise nel già devastato comprensorio casertano. Non sarebbero esenti da colpe i cacciatori, secondo le male lingue strumentalizzati nell’induzione a sottoscrivere un ricorso avverso l’istituendo parco regionale, Continua a leggere

Caiazzo(Ce)- (Teleradionews)Qualcuno ha pensato al  peggio quando, nella mattinata di sabato, primo novembre, l’ambulanza si è diretta a sirene spiegate lungo la strada che mena al cimitero, affollato di gente che pregavano davanti alle tombe dei propri cari, in attesa che il parroco celebrasse una messa in suffragio di tutti i defunti. Ma tutti hanno tirato un respiro di sollievo allorché l’autolettiga del servizio di emergenza territoriale ha superato il tornante che mena al luogo di eterno riposo per dirigersi verso Villa Santa Croce. Tutti meno Antonella D’Agostino, la giovane che poco prima aveva perduto i sensi in seguito ad uno schianto verificatosi proprio all’altezza della statua di San Pio, in via Selvetelle, dove, pare a causa della strada sdrucciolevole per la pioggia, la macchina condotta dalla caiatina è finita fuori strada, andandosi a schiantare sulla recinzione del monumento dedicato al santo. Continua a leggere

Gallo Matese(Ce)- Segnalata da un lettore impiccione la storia dell’Info Point a suo dire costato circa mezzo miliardo ma adibito a ricovero notturno per somari: “Vergogna delle vergogne. Al bivio della provinciale Colle Perito, Fontegreca, Gallo Matese, Letino, nel cuore del parco del Matese, è stato realizzato un “Info Point” costato alla comunità all’incirca cinquecento milioni. La struttura, in gran parte di legno, però, è stata abbandonata al suo destino tanto che, oltre ad essere contornata da erbacce, viene adibita da tempo a ricovero notturno per i somari dei carbonai che lavorano nella zona. Continua a leggere

Italia- Internet e legge sulla stampa, editoria, blog, diffamazione. Parola di Cassazione penale. La Suprema Corte censura “l’infecondo tentativo (operato dalla Corte di Appello di Roma, ndr) di estendere, in campo penale, alle comunicazioni telematiche la normativa sulla stampa, specie in un caso, come quello di specie, in cui il sito internet (“il barbiere della sera”, ndr) non risulti neppure soggetto a registrazione”. (Sentenza 15 maggio – 12 giugno 2008, n. 24018, della V sezione penale della Cassazione in http://www.ricercagiuridica.com:80/sentenze/index.php?num=2772&search= ). *Intercettazioni (La Stampa del 24.9.08): A Colpi Di Cimice. “Quasi nessuno sa che i cittadini possono essere intercettati senza controllo del giudice. Lo dice l’articolo 226 delle disposizioni di attuazione al Codice di procedura penale secondo cui servizi segreti, polizia, carabinieri e guardia di finanza possono intercettare telefonate e conversazioni ambientali Continua a leggere

Caiazzo(Ce)-La Seproter, società preposta al controllo delle caldaie in tutti i Comuni della provincia di Caserta con esclusione di Aversa e Caserta, ma attualmente in fase di liquidazione, ha reso noto con manifesti che risultano affissi solo in qualche comune come Castel Campagnano che entro il 15 novembre 207 tutti i possessori o utilizzatori di caldaie per impianti termici di potenza inferiore a 35 Kw, cioè quelle domestiche, residenti in ben quarantadue Comuni della Provincia, compreso Caiazzo, Alvignano, Piana di Monte Verna, Ruviano e Castel Campagnano, sono tenuti a presentare presso la propria sede un’autocertificazione dalla quale risulti il rispetto del DPR 412/93 relativo all’emissione dei fumi nell’atmosfera. Tale attestato, rilasciato da un qualunque tecnico abilitato, dovrà giungere non oltre il 15 novembre, insieme a un versamento di 10 euro; in caso contrario la società informa che dal 19 saranno avite le verifiche dirette con controlli a tappeto e spese a carico degli inadempienti per 50 euro oltre Iva, cioè 60, alle quali bisognerà aggiungere la spesa per ottemperare alle prescrizioni dei tecnici che faranno il sopralluogo Continua a leggere

Formicola(Ce)- Continua a deliberare il Consiglio della Comunità Montana del Monte Maggiore in attesa che sia ufficializzata la scure imposta dal governo centrale, ancor prima della regione, per tagliare in tutta la Penisola rami secchi o spendaccioni sui quali molti hanno trovato comodissimo posto a sedere. Una nuova assise, infatti, è stata convocata per la mattinata di sabato 20 ottobre dal presidente Raffaele De Marco che pare non trovi pace, quanto a numeri occorrenti per deliberare, nonostante la cooptazione in giunta del suo “grande avversario”, Fabio Sgueglia, che nei mesi scorsi paventava chissà quale ribaltone. Secondo indiscrezioni, infatti, un’altra stampella in Comunità al sindaco di Piana di Monte Verna dovrebbe essere assicurata da un consigliere che nel proprio Comune sta su posizioni contrapposte, ma naturalmente sarà il tempo a confermarlo o smentirlo Continua a leggere