premio 2speciale ruperto da nola slow life ad agneseConsegnato il Premio Speciale Ruperto da Nola Categoria “Slow Life” alla cantautrice Agnese Ginocchio casertana originaria del comune matesino di Alife. Questa Categoria viene conferita a personaggi pubblici impegnati nel campo sociale e civile, in particolare nella difesa della qualità di vita, dell’ ambiente, dei diritti umani. Presso l’antico complesso monumentale della Chiesa dei S. Apostoli  di Nola dove esiste un antichissimo organo a canne che fu usato da  S. Alfonso Maria De Liguori quando presentò per la prima volta l’ antico e famoso Inno di Natale : “Tu scendi dalle stelle”, si è svolta la 4a Ed.ne del Premio “Ruperto da Nola” 2013 promosso dalla Condotta di Slow Food Agro Nolano coordinata dal Dott. Angelo Petillo. La Condotta dell’Agro Nolano è fortemente impegnata sui percorsi della legalità, della difesa dell’agroalimentare e delle biodiversità in un territorio facente parte dei comuni della “Terra di Fuochi” e “mortificato” (altro…)

Alife marcia pace2Alife(Ce)- E’ stato un successo la manifestazione. L’aula consiliare di Alife gremita, (altro…)

marcia pace alife2ALIFE(Ce) – Una moltitudine variopinta, tra striscioni della Pace e gonfaloni di comuni e associazioni, di cittadini e studenti di tutte le scuole di ogni ordine e grado ieri mattina ha (altro…)

VENERDI’ 22 NOVEMBRE, ore 18

Chiesa Santi Apostoli, via San Felice – Nola(Napoli)

Nola – Torna anche quest’anno l’appuntamento con il Premio “Ruperto da Nola”, venerdì 22 novembre alle ore 18 nella cornice artistica della Chiesa Santi Apostoli in via San Felice. L’iniziativa, giunta alla quarta edizione e promossa da Slow Food Agro nolano, prende il nome da Ruperto, cuoco della case nobili nolane vissuto nel 500, chiamato a Napoli dagli Aragonesi e reso famoso in tutta Europa dal servizio alla corte di re Ferdinando. Uno straordinario professionista sconosciuto ai più, autore del “Libro de guisados”, la grande raccolta ritrovata recentemente che riunisce 242 ricette del maestro dei fornelli e ci conduce in un viaggio nella storia della cucina rinascimentale. Il Premio è stato istituito per segnalare il lavoro di quanti difendono, promuovono ed arricchiscono il patrimonio enogastronomico dell’agro nolano-vesuviano. Ogni anno viene consegnato a persone alle quali la giuria riconosce un ruolo nella valorizzazione del patrimonio agroalimentare locale, contribuendo a frenarne l’impoverimento.

Vincitori dell’edizione 2013 sono: per la categoria produttore l’azienda agricola Vincenzo Egizio diBrusciano, custode di una importante tradizione contadina; il giovanissimo ristoratore Maurizio De Riggi, patron del ristorante “Markus” di San Paolo Belsito; il comunicatore Luciano Pignataro, noto giornalista, scrittore e gastronomo, curatore di importanti guide enologiche ed animatore di uno dei più popolari blog enogastronomici italiani. Il premio speciale “Slow Life” è assegnato alla cantautrice Agnese Ginocchio, che si è contraddistinta per il suo lungo impegno ecologista e pacifista, sempre in difesa dei più deboli. “In un momento così difficile per il patrimonio agroalimentare della nostra terra il Premio assume una valenza ancora maggiore – sottolinea Angelo Petillo, fiduciario di Slow Food Agro nolano. Un’iniziativa nata per sostenere chi si impegna ogni giorno nella tutela delle tradizioni con qualità e competenza, garantendo ai cittadini controlli e rispetto dell’etica, a difesa dell’ambiente e nell’auspicio che le istituzioni facciano di più e meglio”.

Dopo i saluti istituzionali del sindaco di Nola, Geremia Biancardi, dell’assessore ai beni culturali, Cinzia Trinchese, del presidente della Fondazione Hyria Novla, Felice Scotti, e del presidente della Pro Loco, Carmelo Martinez, prenderanno parte al dibattito Marina Alaimo, giornalista e collaboratrice Slow Wine, Daniele Buttignol, segretario nazionale Slow Food Italia, Gaetano Pascale, presidente Slow Food Campania. Autore delle ambite statuine che saranno consegnate ai vincitori è Lello Esposito, pittore e scultore napoletano apprezzato anche oltreoceano per i suoi simbolici Pulcinella. Novità di questa edizione è la partnership con “Pr1mo di buona pasta”, la nuova serie di prodotti lanciata dal Molino Falco, azienda attiva sin dagli anni ’40 ed unico pastificio attualmente presente nell’area.

Il programma prosegue con “La terra dei cuochi: 4 chef per Ruperto”, la cena che vedrà protagonisti  i prodotti del territorio selezionati e preparati dagli chef vincitori delle ultime edizioni del Premio: Nino De Stefano del ristorante “Le Baccanti” di Nola, Antonio Napolitano di “Hosteria le Gourmet” di Sperone, Pietro Parisi di “Era Ora” di Palma Campania e Maurizio De Riggi di “Markus” di San Paolo Belsito, accompagnati dai vini delle cantine Olivella di Sant’Anastasia e della comunità dell’Eremo dei Camaldoli. L’evento, a cui è possibile partecipare su prenotazione, avrà luogo giovedì 28 novembre alle ore 20.30 presso il salone dell’Istituto Alberghiero “Carmine Russo”, in via Giovanni XXIII a Comiziano.

Premiati – edizione 2013:

Categoria: “Produttore” 

Azienda agricola Vincenzo Egizio, Brusciano

Categoria: “Ristoratore” 

Maurizio De Riggi, Ristorante “Markus” – San Paolo Belsito

Categoria: “Comunicatore” 

Luciano Pignataro, Giornalista

Categoria: “Slow Life”

Agnese Ginocchio, Cantautrice (leggi articolo correlato)

Salutano

Geremia Biancardi, Sindaco di Nola

Felice Scotti, Presidente Fondazione Hyria Novla

Carmelo Martinez, Presidente Pro Loco Nola Città d’arte

Angelo Petillo, Fiduciario Slow Food Agro nolano

Intervengono

Daniele Buttignol, Segretario nazionale Slow Food Italia

Gaetano Pascale, Presidente Slow Food Campania

Marina Alaimo, Giornalista – collaboratrice Slow wine

Modera Autilia Napolitano

——————————–

GIOVEDI’ 28 novembre, ore 20.30

Istituto Alberghiero “Carmine Russo”, via Giovanni XXIII – Comiziano

La terra dei cuochi: 4 chef per Ruperto

(solo su prenotazione)

Per informazioni: info@nolaslow.it, tel. 360517261 – 3289024494

Contributo di partecipazione (inclusa iscrizione a Slow Food): 25 euro adulti, 10 euro giovani under 30

Per maggiori info collegarsi alla pagina dell’evento su Fb(cliccare qui sopra)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”

rotte del biocidioHelp! Madre Terra Chiede Aiuto – Terra dei fuochi: le rotte dell’ecocidio da nord a sud
In 22 anni sversati circa 10 milioni di tonnellate di veleni
Legambiente presenta oggi il primo Dizionario dell’ecocidio nella Terra dei Fuochi, compilato in 22 anni di devastazione di un territorio dove a corrette politiche dei rifiuti si è sostituita la rapina di ambiente e salute e l’ingordigia affaristica. (altro…)

Il “fiume in piena” è giunto in piazza del Plebiscito. E la conta dei presenti, per l’organizzazione, si ferma a 100mila partecipanti, per la polizia 30mila: in genere la valutazione più probabile è quella (altro…)

lino-martoneDue grandi questioni emerse e che continuano a fare scalpore giornalistico, meritano una riflessione un poco più impegnata e, come si diceva un tempo, anche di carattere teorico, per ricavarne una sintesi.
La prima è quella della “Terra dei Fuochi”, esasperata dalle pubblicazioni provocate dagli americani su Napoli. La seconda è lo scandalo provocato circa le statistiche nazionali sui redditi dichiarati, ove risulterebbe che i dipendenti pagano più degli imprenditori.
Sulla prima questione viene subito un grande interrogativo. Ma come gli americani che sono sbarcati nel 43 in Sicilia aiutati dalla mafia; hanno spostato la NATO da Pozzuoli a Gricignano e Carinaro, nell’ area parte della Terra dei Fuochi, contribuendone ad aggravare la sottrazione di suoli coltivabili; manco a farlo apposta tutta la struttura Nato è stata costruita da imprenditori come i Coppola(guarda un po), vecchi artefici del disastro (altro…)

roghi tossici(di Ferraioli Domenico) Ho scritto questa risposta di botto con cuore triste ma la mente sveglia, amo la mia terra e non vorrei mai andare via da essa.

Salve, intanto voglio ringraziarvi per aver pubblicato la mia opinione sulla questione “terra dei fuochi.” (altro…)

2 Manifestazioni in Terra di Lavoro nello steso giorno con in comune l’univo obiettivo. La difesa della Vita la Salvaguardia del Creato. Di seguito riportiamo i dettagli per chi intende partecipare a una o a entrambe le manifestazioni.  A Caserta si terrà nella prima parte della mattinata, mentre a Grazzanise nel primissimo pomeriggio. Quello che si spera è che queste mobilitazioni siano di stimolo per spronare e ” Svegliare le coscienze” di quella parte del popolo dormiente che ancora non si rende conto della gravità (altro…)

Caserta- “La Ugl Caserta è da sempre in prima linea nella battaglia relativa all’ inquinamento nella cosiddetta “terra dei fuochi” che ricade principalmente nelle zone di nostra competenza. Le proposte legislative degli ultimi giorni vedono riconoscere la bontà delle nostre tesi in materia di bonifiche, no food e produzioni agricole, tesi che abbiamo recentemente ribadito anche in sede di conferenza programmatica regionale” E’ quanto ha dichiarato questo pomeriggio il Segretario (altro…)

premio terra madreCaserta- Ennesimo riconoscimento per la Testimonial e cantautrice per la Pace Agnese GINOCCHIO, presidente del “Movimento Internazionale per la Pace e la (altro…)

(124.012 Invitati) CONFERMA la TUA PARTECIPAZIONE

Molti presenti sulla pagina dell’Invito (http://goo.gl/xYeImQ), BEN (121.407 invitati). Non hanno ancora cliccato che “Partecipa” all’Evento. Qualora è vostra intenzione parteciparvi RICORDIAMO e INVITIAMO TUTTI (altro…)

Una famiglia si sottopone al mineralogramma del capello: presenza di metalli pesanti in genitori e figli

(Di Pino Lomato) , siamo una famiglia con due bambini di 4 e 2 anni. Viviamo a Varcaturo/Lago Patria dal 1982 ma da circa 10 anni, escluso qualche pausa “napoletana”, siamo all’estero per ragioni di lavoro. Siamo tornati a Varcaturo sette mesi fa dopo due anni in Australia. Dalla pubblicazione di “Gomorra”, anche da lontano, abbiamo alimentato l’interesse sul tema dell’inquinamento dei nostri territori e molti sono i libri-denuncia, i servizi giornalistici (in onda solitamente di notte) e le altre fonti poco “pubblicizzate” con cui (altro…)

??????????Campania- “La politica non ha più alibi deve dare risposte immediate e risolutive. Partano le bonifiche si avvii l’iter per la redazione del registro tumori in Campania e si individuino i terreni ‘no food’ per rilanciare l’economia agroalimentare. Da oggi questo tavolo sarà aperto in modo permanente fino al superamento dell’emergenza in atto” (altro…)

testiomoniamo per il creatoMaddaloni(Ce)- Il Comitato Maddaloni ” Terra dei Fuochi” unitamente alla Comunità ecclesiale e a Progetto “Sorgente Educativa” indicono la manifestazione “Marcia per la Vita” (altro…)

roghiLa terra dei fuochi è una terra infuocata, ma anche nu fuoc ‘e terr, un fuoco da terra o i fuochi di terra. Una volta in queste zone i fuochi da terra erano quelli di artificio, che (altro…)

ciontoli antoniodell gaudioAl Sindaco di Caserta Dott. Pio Del Gaudio

La fine della emergenza ambientale passa proprio dall’allarmismo, che segna in queste ore ogni casa, così come da una nuova presa di coscienza collettiva che, fattasi consapevolezza, deve divenire trasparenza amministrativa e nuova e diversa azione politica. Il panico tra i cittadini è dato dalle notizie delle morti premature e dalle preoccupazioni collegate alla qualità della vita di un territorio che (altro…)

roghi_terra_martireLa Campania non deve morire! (The Campania must not die! )

Campania Infelix! Terra Madre, Terra Martire..

Caserta- “Il Mostro Camorra che ha portato nella nostra splendida Campania i rifiuti nocivi, distruggendo ogni cosa, è come un Uomo che, geloso della bellezza della sua donna, la (altro…)

campania-500x336C’è un forte oscuramento morale per tutto quello che sta avvenendo intorno a quella che viene definita terra dei fuochi. Collera e dolore per una terra a cui prima è stata scavata la fossa, e adesso gli è stato fatto anche il funerale. Quando si parla di funerali dovuti a fatti tragici, di conseguenza si indice il lutto nazionale. Per la Campania va indetto il lutto nazionale a tempo indeterminato, fino a quando la regione Campania e il ministero (altro…)

iene pomodoriCome si vedrà nel servizio che andrà in onda questa sera martedi 15 Ottobre 2013, la Iena ha fatto analizzare una delle piante di pomodori. Dentro questi ortaggi è stata riscontrata la presenza di notevoli quantità di metalli pesanti, che possono determinare gravi patologie se consumati per un periodo molto lungo (altro…)

testiomoniamo per il creato

antonio marfellaRisponderà per iscritto. Perché le domande erano tali e tante che non è stato possibile concludere l’audizione. Antonio Marfella, tossicologo e oncologo del Pascale, è stato sentito dai componenti della commissione Sanità del Senato.
“C’è stata una grande attenzione nei confronti delle tante problematiche legate alla Terra dei fuochi – spiega il medico del Pascale – ma ci sono due dati che secondo me meritano di essere presi in considerazione”. Marfella sottolinea che proprio in queste ore la Coldiretti ha reso noto un dato importante: in Campania, su 150mila ettari, risultano essere contaminati non più di mille ettari. “È un dato che (altro…)

marfella patricielloClaudio Velardi ieri ha accusato don Maurizio Patriciello di essere un “piccolo sciacallo” della Terra dei fuochi. Oggi l’ex consigliere di D’Alema ha pubblicato la replica indirizzatagli dal medico Antonio Marfella, amico e compagno di battaglie di Patriciello.
Velardi ha però affiancato una piccola premessa carica di sarcasmo alla replica: “Il dottor Marfella – scrive – è l’esponente più (altro…)

Le cinquanta associazioni che formano il Coordinamento Comitati Fuochi hanno diffidato la Regione Campania e l’Ospedale Cardarelli per omessa attuazione della normativa nazionale in materia di intossicazione per fattori ambientali.

Nella nostra terra martoriata, infatti, il Centro Antiveleni costituito presso l’ospedale Cardarelli, a cui il SSR ha affidato competenze funzionali esclusive in (altro…)

“Noi Ci Mettiamo La faccia” non è una fanpage di Facebook come tante. Non celebra niente e nessuno, ma è un grido di protesta lanciato nella rete e al quale in tantissimi si stanno (altro…)

terra dei fuochi veleniDalla TERRA dei FUOCHI riceviamo e pubblichiamo immediatamente la seguente segnalazione di denuncia. Ci chiedono di Indagare. Dalle pagine di questo portale per i diritti del cittadino, la difesa dei beni Comuni e dell’Ambiente, lanciamo l’appello alle Autorità competenti a prendere immediatamente provvedimenti in merito e far avviare un’indagine dettagliata sul caso segnalato.

Orta di Atella(Ce)– Località via Clanio è dintorni, praticamente in un raggio di circa 3-4 km – indagate ed individuate al più presto possibile una fabbrica è fatela chiudere, poichè non è a norma di legge, tutte le settimane iniziando dal giovedì fino alla domenica mattina, questa fabbrica ASSASSINA! Sprigiona nell’aria particelle tossiche dannose per la salute pubblica, queste particelle tossiche ( polveri invisibili ) (altro…)

Da Agriverde Soc Coop Agricola
Oggetto: emergenza rifiuti in Campania – nota OP Agriverde
Ancora una volta, a causa della scarsa attenzione e professionalità degli operatori dell’informazione, il cui scopo precipuo sembra essere quello di fare audience e vendere giornali, piuttosto che fare una corretta informazione, l’agricoltura campana è vittima di una campagna denigratoria.
Vale la pena di ricordare che la regione Campania è la seconda regione italiana per PIL ortofrutticolo, dopo la Sicilia e prima dell’Emilia Romagna.
In una regione già duramente provata dalla crisi economica, che si è innestata su una situazione già di per sé critica, è (altro…)

karol paga le colpe dei corrottiPoi c’è la tenerissima Karol che manda a dire questo messaggio a tutta la politica italiana e all’ex deputato del Pd Adinolfi:

“Ciao sono Karol…..io pago per gli errori degli altri…..anche io grido “PIANURA NON DEVE MORIRE!” (altro…)