S. Arpino(Ce)- Il Sindaco di Sant’Arpino Eugenio Di Santo esprime la sua solidarietà al Primo Cittadino di Cesa Vincenzo De Angelis in seguito all’atto ignobile di cui è stato recentemente vittima. “Un gesto vigliacco – ha commentato Di Santo – aggravato ancora di più dal fatto che le minacce siano state fatte oltraggiando la memoria di suo padre, vittima innocente della camorra. Un gesto che colpisce non solo il sindaco e la sua famiglia, ma la comunità intera. Un atto ignobile che non può che essere condannato con tutte le nostre forze per far sì che, chi si serve di strumenti come questi per dialogare, venga zittito per sempre e assicurato alla giustizia. La politica non ha certo bisogno di atti vergognosi come questo ma di amministratori come De Angelis, Continua a leggere

Poggioreale(Na)- (di Giuseppe Crimaldi e Leandro Del Gaudio) Caos Poggioreale. Il cimitero napoletano nella bufera: dopo la denuncia di una tomba profanata all’interno dell’arciconfraternita Santa Maria della Vittoria e San Giuseppe a Chiaia –  in base alla denuncia presentata alla Procura della Repubblica – emergono nuovi particolari sullo scandalo della gestione del principale camposanto cittadino. Ora spunta anche la pista delle bare che vengono «riciclate» e finiscono nei forni a legna per fare il pane e le pizze. Non bastava la macabra scoperta fatta in quella nicchia dalla quale – solo per un puro caso, e per lo scrupolo di un familiare dei defunti sepolti – sono improvvisamente spuntate ossa e teschi (vedi foto 2) appartenenti a sette salme non ancora identificate. Continua a leggere