Il parroco di Casali di Faicchio, era fortemente impegnato per il recupero dei tossicodipendenti e la tenace lotta contro l’usura. Che il suo sia stato un’ omicidio di stampo camorristico? In seguito a nuovi elementi  emersi sulla vicenda circondata da molti particolari oscuri, gli inquirenti hanno riaperto il caso.

Faicchio(Bn)- Ad un anno dalla riapertura delle indagini, il settimanale on-line Sannio Week  nel suo ultimo numero prima della pausa estiva, ricostruisce la vicenda dell’omicidio di don Sergio Sergi, avvenuto 14 anni fa. Nell’articolo sono riportate tutte le dinamiche che hanno portato gli inquirenti a riaprire l’inchiesta.

DI seguito riportiamo lo “Speciale dedicato all’omicidio di don Sergio SERGI a cura di Giovanni Pio MARENNA, www.sannioweek)

IL CASO. Un anno dopo la riapertura della indagini ancora nessuna novità sulla morte di don Sergio Sergi di 14 anni fa: il parroco di Casali di Faicchio fu ammazzato dalla camorra o da qualcun altro? E per quale ragione? Sannio Week, sulle tracce di una verità ancora lontana, ricostruisce con ordine quanto è accaduto. Continua a leggere

Isernia- (Di Michele Visco) La Comunità montana del Volturno e l’associazione di volontariato “Auto aiuto tossicodipendenzae dintorni” portano avanti il progetto “La Goccia” contro la droga. Al via i primi incontri. Nuova iniziativa di patrocinio, questa volta, da parte della Comunità montana del Volturno che grazie all’associazione di volontariato “Auto aiuto e dintorni”, in collaborazione con il sert di Isernia-Venafro, porterà avanti un progetto denominato “La Goccia” in aiuto delle persone colpite dal dramma della droga. Iniziativa veramente lodevole che vede la collaborazione di enti come il comune di Venafro ed il Cesvip (Centro di servizi del volontariato). “Non sentirti solo, chiedi aiuto, hai dubbi su una persone a te cara che possa far uso di sostanze stupefacenti o di alcool? Continua a leggere