antonio mandarinoMarcianise(Ce)Antonio Mandarino, notissimo pittore marcianisano(nella foto).  Nella giornata di domenica 16 giugno 2013 la sua bottega d’arte situata su Viale Carlo III a (altro…)

Carabinieri sul Viale Carlo IIISAN NICOLA LA STRADA(Ce) – (Di Nunzio De Pinto) Nel corso dell’attività di contrasto al fenomeno dei lavavetri e del meretricio, nel decorso mese di gennaio i Carabinieri della Compagnia di Caserta hanno effettuato mirati controlli lungo il viale Carlo III^, nel corso del quale sono (altro…)

SAN NICOLA LA STRADA (Ce)- (di Nunzio De Pinto) Sulla ventilata ipotesi di costruire nell’area delle cosiddette “casermette” del viale Carlo III^, un Centro di Identificazione ed Espulsione (fra l’altro l’area è vincolata, cosa dice in proposito la soprintendenza?) incominciano a soffiare “venti di guerra”. Si seguito a quest’articolo é stato pubblicato l’intervento congiunto di Rifondazione e Comunisti Italiani, adesso diamo spazio al sindaco Pascariello (nella foto, autore Andrea Pioltini) che, con nota prot. n. 2989 del 25.02.2009, ha scritto Al Signor Ministro dell’Interno, On.le Roberto Maroni, Al Sottosegretario di Stato all’Interno, On. le Alfredo Mantovano, Al Signor Sindaco di Caserta, ing. Nicodemo Petteruti, A tutti i Parlamentari di Terra di Lavoro. “La presente per significare alle SS.LL. il mio personale sconcerto e lo sconforto della comunità amministrata di San Nicola la Strada per la recente individuazione dell’ex “polveriera” sita nel Comune di Caserta ma posizionata a ridosso dell’abitato di San Nicola, quale punto o centro di identificazione ed espulsione dei clandestini. Ovviamente nulla vi è da eccepire circa la concreta ed efficace attività posta in essere dal Governo per fronteggiare al meglio la quotidiana invasione del territorio italiano da parte di decine di migliaia di disperati, spinti sulle nostre coste dal miraggio di un benessere che tale non è più neanche per i nostri cittadini. Continua a leggere

Mica solo sul Vialone Carlo III? I Ciclisti spericolati e spavaldi delle strade invadono ovunque le strade  incuranti della mancanza di piste ciclabili, causando enormi disagi agli automobilisti e impedendo loro di circolare liberamente. Gli automobilisti  per evitare il peggio (tamponamenti e incidenti) sono costretti a rallentare bruscamente. Il traffico aumenta lungo le strade invase dai gruppi di ciclisti, dando origine così ad interminabili code. Un appello al senso civico del dovere e del rispetto per il prossimo, i ciclisti vadano a correre su altre strade meno trafficate ma soprattutto siano strade sicure con piste ciclabili.

SAN NICOLA LA STRADA(Ce) – (di Nunzio De Pinto)Con l’arrivo bella stagione, centinaia di ciclisti semi professionisti e della domenica, prendono la bicicletta appesa al muro ed iniziano a pedalare per le strade del territorio provinciale. Li vediamo a gruppi di alcune decine od anche singolarmente sudare sotto il sole agostano e non li invidiamo. Ma i nostri amici delle due ruote sono anche i più indisciplinati. Continua a leggere