PROTESTA Consorzio BONIFICA Ciro AbitabileAlla Cortese Attenzione della Redazione Altocasertanomatese
Con profonda stima
Il Rappresentante Sindacale Provinciale Filba-Uila
Ciro Abitabile

Al Presidente della Repubblica Italiana-On.Giorgio Napolitano
A Papa Francesco
A S.E. Prefetto di Benevento-Dott.Ennio Blasco
Al Presidente del Consiglio dei Ministri-Enrico Letta
Al Presidente del Senato-Pietro Grasso
Al Presidente della Camera dei Deputati-Paola Boldrini
Al Ministro delle Politiche Agricole-On.Nunzia De Girolamo
Al Presidente del Consiglio della Regione Campania-On.Paolo Romano
Al Presidente della Giunta Regionale della Regione Campania -On.Stefano Caldoro
All’Assessore Regionale all’Agricoltura della Regione Campania-On.Daniela Nugnes
Al Commissario Liquidatore del Gonsorzio di Bonifica Valle Telesina-Dott.G.Catenacci
Al Presidente del Consorzio di Bonifica Sannio Alifano-Prof.Pietro Andrea Cappella
Al Commissariato di Polizia di Telese Terme
Al Comando Stazione dei Carabinieri di Frasso Telesino
Al Sindaco del Comune di Frasso Telesino
Ai Sindacali Nazionali,Regionali, Provinciali e aziendali CGIL,CISL e UIL
Agli Organi di stampa.
Agli Organi Televisivi
Al Presidente della Comunità Montana del Taburno-Dott.Libero Maria Sarchioto.
e p.c. Al Consigliere Regionale della Regione Campania-On.Alessandrina Lonardo
Al Consigliere Regionale della Regione Campania-On.Pietro Foglia
Al Direttore Generale per le Politiche Agricole della Regione Campania-Dott.Filippo Diasco

Oggetto:Comunicazioni inizio sciopero della fame a partire dal 27 novembre 2013.
Il sottoscritto Abitabile Ciro, dipendente della Gestione Liquidatoria del soppresso Consorzio di Bonifica della Valle Telesina ed allocato temporaneamente presso la Comunità Montana del Taburno,sita in Frasso Telesino,P.zza Mercato,1,padre di tre figli,già in stato di agitazione dal 21 novembre 2013
COMUNICA
alle S.S.L.L. che a partire dal 27 novembre 2013 , salvo il sopraggiungere dalla Regione Campania di eventi straordinari positivi ,ad oggi non ipotizzabili, inizierà lo sciopero della fame, in quanto sino ad oggi non sono stati ottemperati gli adempimenti necessari,da parte degli organi competenti,tesi alla mia definitiva sistemazione lavorativa in base alla L.R.11/2012 ed al pagamento delle retribuzioni che a tutt’oggi ammontano a circa 16 mensilità.
Situazione divenuta insostenibile per far fronte alle spese quotidiane della mia famiglia,alle bollette,alle tasse ed onorare i prestiti concessomi.
Tale azione spero servirà a dare maggiore peso,visibilità alle azioni già intraprese dal Consigliere Regionale On.Alessandrina Lonardo,dal Consigliere Regionale On. Pietro Foglia e dal Direttore Generale per le Politiche Agricole,Alimentari e Forestali della Regione Campania Dott.Filippo Diasco sensibili e vicini alla mie problematiche.
Frasso Telesino,lì 25 novembre 2013
Distinti Saluti
Ciro Abitabile
E-mail:ciroabitabile@gmail.com

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-MAtesino & d”