Fondi(latina)


AL CASTELLO DI FONDI: MARIA CRISTINA D’ABROSCA HA CONQUISTATO LA CORTE DI GIULIA GONZAGA. Il soprano d’origine grazzanisana incanta il pubblico dell’Ensemble Jucundus Cantus

Grazzanise(Ce)- (di Raffaele Raimondo)  “Alla corte di Giulia Gonzaga, l’amor sacro e l’amor profano in musica, danza e teatro”: così è stato denominato l’elegante spettacolo rinascimentale offerto dall’Ensemble Jucundus Cantus, Continua a leggere

Annunci

Notizie Istituzionionali Culturali dall’Alto Casertano-Matesino. Dal Comune di Piedimonte Matese. Articolo a cura del giornalista “Pietro Rossi“, nostro corrispondente, che si ringrazia per la disponibilità.

Piedimonte Matese(Alto Casertano-Matesino)Una delegazione di amministratori comunali di Piedimonte Matese, guidati dal Sindaco Avv.Vincenzo Cappello (nella foto 1),

si è incontrata a Fondi (Latina) con i rappresentanti comunali e del mondo associativo della Città, in relazione alla proposta di Gemellaggio con la città laziale varata dalla Giunta Comunale di Piedimonte Matese. Durante l’incontro è emersa la convinzione che l’iniziativa intrapresa dai due comuni non si deve intendere solo come uno sterile ricordo del passato ma come proiezione nel futuro di un’intera comunità. Sono previsti scambi nel campo economico e culturale che metteranno in evidenza gli elementi più caratteristici che accompagnano le due comunità. I destini delle città di Piedimonte Matese e Fondi si intrecciano nel lontano novembre del 1383, quando, Carlo III D’Angiò Durazzo, Re di Napoli, concede in feudo a Giacomo II Gaetani dell’Aquila, Signore di Sermoneta, i territori di Piedimonte D’Alife, a lui portati in dote da donna Sveva San Severino, persona di alti sentimenti e di profonda fede, pronipote di San Tommaso d’Aquino, vedova di Enrico II della Leonessa, e sposa in seconde nozze dello stesso Giacomo Gaetani. Cosicché, la Signora dei Gaetani dell’Aquila d’Aragona di Laurenzana rappresenta il “trade union” tra le due città, unite dagli stessi destini politici e dalla stessa vocazione artistica e culturale. Di notevole importanza storica sono le dimore della famiglia Gaetani il Castello baronale di Fondi (foto2)

e il Palazzo Ducale di Piedimonte Matese (Foto 3)
che sono il fiore all’occhiello per il turismo storico delle due città. Una volta espletate le stesse formalità amministrative da parte della Citta di Fondi, il Gemellaggio potrà prendere il via sia nel capoluogo matesino che nella ridente città laziale, dove sono previste manifestazioni pubbliche con le autorità e la visita di delegazioni di studenti delle due città che si incontreranno e scambieranno reciproche informazioni ed esperienze. (Articolo a cura del giornalista di Piedimonte Matese Pietro Rossi) *

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & dintorni“* Per la diffusione e la pubblicazione degli articoli pubblicati sul nostro portale, si prega di riportare in chiaro le fonti, compresa quella del portale. Grazie.