CastelVenere (Bn)


VENDITTI POTATURA 2013Una buona potatura fa un’ottima vigna ed un eccellente vino.

Il ciclo vegetativo della vite è preceduto dalla (altro…)
Pubblicità

Nicola e Lorenza Venditti hanno il piacere di informare che il 17 e 18 settembre 2011 si svolgerà “Raccolta e racconti di vino notturno” – quinta vendemmia notturna del primo 100% vigneto didattico. La partecipazione è riservata esclusivamente agli invitati personalmente da Nicola Venditti con invito cartaceo.

Il programma dell’evento Continua a leggere

Castelvenere(Bn)- (di Pasquale Di Cosmo) L’evento propone l’abbinamento principale che la storia della musica e quella della gastronomia, l’eterno connubio tra Bacco e le sette note. Il vino, infatti, ha molte analogie con la musica: è un segno d’artista; racconta storie; è capace di consolare, unire, rallegrare; migliora gli umori e accende la fantasia; porta in superficie un mondo segreto, spesso intimo. Particolare spazio sarà dato ad un illustre personaggio di Castelvenere, Don Giovanni Salvatore, musicista del Seicento che ebbe grande fama nel ricco panorama culturale della Napoli Barocca e che insieme a Francesco Provenzale ha fondato le scuole musicali che si sono poi fuse dando vita al Conservatorio di Musica di San Pietro a Majella. Grande attesa per la spettacolare Performance Teatrale di Cazacu’s e le Fontane Danzanti con il Fuoco Il via alle ore 18.30 con il Convegno su “Don Giovanni Salvatore” a seguire, alle ore 19.30 “Degustazioni in musica” tra le botti e all’interno degli ampi corridoi delle cantine tufacee degustazioni di vini e prodotti tipici con sottofondo musicale. Continua a leggere

Solopaca(Bn) – Sabato 27 settembre 2008 il MEG, Museo Eno Gastronomico di Solopaca ospiterà il “Tour a 5 stelle” organizzato dal GAL Titerno in collaborazione con Art Sannio Campania S.c.p.a. . Un itinerario che nasce con l’intento di far conoscere storia, cultura e fascino di un territorio unico: il Sannio, rispondendo così alla crescente domanda di turismo enogastronomico. Il percorso proposto è molto lontano dagli itinerari standard e propone paesaggi, bellezze naturali e artistiche insolite e meno note. Sarà possibile assaporare molti dei prodotti presenti nel nostro territorio, Continua a leggere

San Salvaote Telesino (Bn)- (di Stefano Avitabile) Cogliendo la forte tradizione della pallavolo nel nostro territorio e rifacendosi all’esperienza degli inizi degli anni 80 della “mitica Valtelesia”, i dirigenti di due importanti società della vallata, e precisamente della PALLAVOLO TELESE TERME e dell’ OLIMPIA VOLLEY SAN SALVATORE TELESINO, hanno raggiunto un accordo di massima per una collaborazione nella gestione dell’attività agonistica e organizzativa del volley nel nostro comprensorio. L’evento assume particolare importanza visti i numeri dei praticanti che fanno della pallavolo maschile il primo sport di squadra dopo il calcio, ed il primo in assoluto a livello femminile.
Basti pensare che la Valle Telesina fornisce la metà delle squadre partecipanti ai campionati di “prima divisione” provinciale e la qualità dei nostri allievi ha portato la Scuola Media di Telese Terme alle Finali Nazionali dei Giochi Studenteschi in rappresentanza dell’intera Regione Campania. Continua a leggere

San Gregorio Matese(CE) – Dopo Rocca d’Evandro ancora una tappa nell’Alto Casertano per Le Terre del Gusto. Con il week end del 17 e 18 maggio prossimi a San Gregorio Matese (Caserta), ennesima tornata di una rassegna confortata da un buon successo. L’iniziativa, che rientra nel progetto delle Porte e Stazioni del Gusto, è proposta dall’Ente Provinciale del Turismo di Avellino, Benevento e Caserta, per accrescere la visibilità dei paesi simbolo della filiera enogastronomica d’eccellenza delle tre province.  Come per i precedenti appuntamenti, effettuati a Castelvenere, Morcone, Torrecuso (nel Sannio), è stato messo su un allettante viaggio che questa volta punta i fari sui sapori del Parco Continua a leggere

Morcone(Bn)-Dopo Castelvenere tocca a Morcone. Sabato e domenica prossimi secondo week end con  Le terre del Gusto, manifestazione che rientra nel progetto delle Porte e Stazioni del Gusto, promosso dall’Ente Provinciale del Turismo di Avellino, Benevento e Caserta. L’ iniziativa, tesa ad accrescere la conoscenza di alcuni paesi simbolo della filiera enogastronomica di eccellenza delle tre province, in questa tornata propone un allettante itinerario fra sapori e saperi all’insegna dei dolci e dei vini dolci del Sannio. Dalle ore 17 alle 21 di sabato 19, infatti, in Piazza Giuseppe Manente Continua a leggere

Castelvenere(Bn)- Con le degustazioni di sabato sera ed il convegno di ieri si è chiuso con un bilancio positivo l’appuntamento con Le Terre del Gusto. A questa prima tappa dell’iniziativa, promossa dall’Ente Provinciale per il Turismo di Avellino, Benevento e Caserta, hanno aderito: Antica Masseria Venditti, CasaldiVenere, Ca’stelle, Colle Palladino, Anna Bosco, Di Santo Ugo, Fattoria Ciabrelli, Fontana delle Selve, I Pentri, Petrare DMC, Podere Veneri Vecchio, Vigne Sannite e Vinicola del Sannio; con assaggi anche di taralli di Biscotti Monterbano e Pasquale Sagnella, dell’olio dell’Olivicola del Titerno, del miele dell’Apicoltura Zappoli di Castelvenere, dei salumi di Tomaso Salumi di Faicchio, dei formaggi di Iaquilat di San Salvatore Telesino e dei dolci e liquori della Dolciaria Parente di San Lorenzello. In vetrina anche opere dell’Associazione dei ceramisti di Cerreto Sannita e San Lorenzello “Nicola Giustiniano” Continua a leggere

 

Con le etichette delle cantine del “comune più vitato della Campania”Nella giornata conclusiva il convegno sul Pit Enogastronomico a cui parteciperà l’assessore regionale al Turismo Marco Di Lello

Il convegno sul tema ‘Il vino come risorsa per lo sviluppo turistico de ‘L’AltraCampania’: il Pit Enogastronomico’ costituisce il momento centrale della terza e conclusiva giornata della ‘Festa del Vino‘ di Castelvenere organizzata dalla Pro Loco Castelvenere. L’appuntamento è fissato per il giorno 26 Agosto alle ore 18.30 di domani nel suggestivo chiostro in ceramica inaugurato proprio in questa occasione. Al convegno, che si aprirà con i saluti di Pasquale Carlo (presidente della Pro Loco Castelvenere), Mario Scetta (sindaco di Castelvenere) e Gianvito Bello (presidente di ArtSannio Campania), sono previsti gli interventi di Carlo Giorgio Nista (assessore alla Cultura della Provincia di Benevento), Mimmo Dell’Aquila (assessore all’Agricoltura della Provincia di Caserta) e Santino Barile (presidente dell’Ept di Avellino). A moderare sarà il giornalista enogastronomico Luciano Pignataro mentre le conclusioni saranno affidate all’onorevole Marco Di Lello (assessore al Turismo della Regione Campania). Altro momento importante della giornata di domani è costituito dall’incontro incentrato sui vitigni autoctoni, con l’attenzione puntata in particolar modo su barbera del Sannio e agostinella. L’incontro, a cui prenderanno parte i degustatori della guida ‘Vini Buoni d’Italia‘ edita dal Touring Club Italiano, è programmato per le ore 10.00 nei locali dell’enoteca comunale e sarà coordinato da Nicola Matarazzo (consulente scientifico ‘In@natura’), Andrea Di Palma (coordinatore territoriale Abruzzo e Molise) e Luciano Pignataro (coordinatore regionale Campania, Calabria e Basilicata). A partire dalle ore 20.00 in piazza San Barbato le degustazioni con le cantine locali: Vigne Sannite, Vinicola del Sannio, Colle Palladino, Antica Masseria Venditti, Vitivinicola Monte Pugliano, Ca’stelle, Anna Bosco, I Pentri, Fattoria Ciabrelli, Petrare Dmc e CasaldiVenere. L’Associazione Italiana Sommelier gestirà uno spazio dedicato alla falanghina del Sannio mentre in piazza dei Caduti i sapori della terra telesina-titernina. Particolarmente ricco si presenta il programma collaterale. In mattinata è programmato il raduno di auto d’epoca (anni Trenta e Quaranta) organizzato in collaborazione con il Camec mentre in serata l’atmosfera sarà creata dallo spettacolo degli sbandieratori di Altavilla Irpina. A chiudere sarà uno spettacolo musicale in via Roma. Per informazioni: www.prolococastelvenere.it (Comunicato inviato da Pasquale Carlo, Presidente Pro loco CastelVenere)* Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & dintorni”

Organizzata dalla Pro Loco Castelvenere I produttori del “comune più vitato” della Campania in piazza per la XXX edizione Riflettori accesi sulle potenzialità dei vitigni autoctoni e sul Pit Enogastronomico Apertura delle cantine tufacee per un suggestivo “itinerario sotterraneo del vino”

Castelvenere(Benevento-Sannio)- E’ tutto pronto per la ‘Festa del Vino’ di Castelvenere, evento che quest’anno tocca la sua trentesima edizione. L’appuntamento è in programma da venerdì 24 a domenica 26 agosto. Ad organizzare la manifestazione è la Pro Loco Castelvenere con la collaborazione di: Comune di Castelvenere, Provincia di Benevento, Regione Campania, Comunità Montana del Titerno, Ente Provinciale per il Turismo di Benevento, Camera di Commercio di Benevento, Associazione Italiana Sommelier, Slow Food – Condotta Valle Telesina, Istituto Professionale Alberghiero ‘Le Streghe’, Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia – Comitato di Benevento, Pro Loco ‘Fragnetana’ di Fragneto Monforte e Club Automoto Epoca Campano. Per l’edizione del trentennale è stato allestito un programma particolarmente ricco. In piazza San Barbato le cantine del “comune più vitato della Campania” accoglieranno gli enoturisti con le degustazioni delle loro etichette. Altri spazi degustazione saranno curati dall’Associazione Italiana Sommelier. In via Roma saranno di scena invece i sapori della terra sannita: l’ottimo olio extravergine di oliva del comprensorio telesino-titernino, i rinomati taralli di San Lorenzello, il delizioso miele locale, i saporiti salumi e formaggi dell’area matesina ed i fragranti prodotti da forno locali. A completare questa offerta gastronomica i piatti della tradizione offerti allo stand allestito in piazza. Particolarmente importanti si preannunciano gli incontri in programma: esperti degustatori faranno il punto sul panorama dai vitigni autoctoni mentre i rappresentanti istituzionali si confronteranno sulla risorsa vino come volano per il decollo turistico delle aree interne della Campania. Per l’occasione saranno aperte le suggestive cantine tufacee del borgo medievale, autentica testimonianza della forte tradizione enologica di questo centro sannita. Un insolito “percorso sotterraneo del vino” attraverso grotte e cunicoli che custodiscono gelosamente gli attrezzi per la vinificazione impiegati in questi luoghi fino a qualche decennio addietro. A completare questa offerta di atmosfera unica saranno gli artigiani locali con i loro lavori in vimini, legno, pietra, ferro e ceramica. Particolarmente stuzzicante anche il programma collaterale. I luoghi della festa saranno animati nel corso delle tre serate da artisti di strada, spettacoli di musica folk, esibizione di sbandieratori. In programma, poi, anche un raduno d’auto d’epoca (anni 30-40) organizzato in collaborazione con il Camec mentre la Pro Loco ‘Fragnetana’ sarà impegnata nella dimostrazione del lancio da fermo di una mongolfiera. Per ulteriori informazioni: www.prolococastelvenere.it * Cell. 329.7333423 (Comunicato inviato da: Paquale Carlo, Presidente ProLoco Castelvenere-Bn). Pubblicato da Red. prov. “Alto Casertano-Matesino & dintorni”. Per la diffusione e pubblicazione degli articoli presenti su questo n.s. portale, su testate cartacee, web etc, si prega di citare sempre le rispettive fonti, compresa quella del portale. Grazie.

falode-san-gregorio.jpgSAN GREGORIO MATESE (CASERTA) – I carabinieri di Piedimonte Matese hanno arrestato Liberato Loffreda, responsabile dell’agritursmo «Le Falode» di San Gregorio Matese, coinvolto lo scorso marzo nell’ inchiesta sammaritana sui finanziamenti destinati a diversi Bed & Breakfast mai avviati( leggi articolo correlato sotto). L’uomo, avrebbe dovuto rispettare l’obbligo di dimora nel suo comune di residenza, è stato sorpreso dai militari nella struttura matesina di cui è titolare e tradotto in carcere. Nella stessa inchiesta furono coinvolti il sindaco di Castello del Matese ed alcuni ex sindaci ed amministratori dell’alto Casertano( leggi articolo correlato sotto). L’inchiesta avviata dal Corpo Forestale dello Stato riguardò diversi finanziamenti regionali relativi a pratiche per avviare attività di Bed & Breakfast, Country House, affittacamere e altro. (8 agosto 2007) . Da Redazione provinciale “A.C.M-& d”

matese-veduta.jpg52 INDAGATI E 20 ARRESTI PER L’ECOMOSTRO DEL MATESE: FALSI BED&BREAKFAST

Alto Casertano Matesino– Ha avuto origine da una segnalazione del Wwf Italia, che, alla fine dell’anno 2005, denunciava l’abusiva realizzazione di due grosse strutture abusive nelle immediate vicinanze del lago Matese, in area protetta ricompresa nel Parco Regionale del Matese e classificata sito di importanza comunitaria, l’indagine coordinata dalla procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere che ha portato oggi all’esecuzione, da parte degli uomini del Corpo forestale di Caserta, all’esecuzione di 20 ordinanze di custodia per reati associativi, truffa e abusi edilizi. Da un’articolata e complessa attività investigativa, supportata anche da intercettazioni telefoniche, si è arrivati a indagare 52 persone, personaggi che ricoprivano cariche o funzioni pubbliche e che, per assicurare a sè, a congiunti o amici, illeciti finanziamenti avrebbero posto in essere per lungo tempo una serie di illeciti nello svolgimento delle loro funzioni istituzionali, in modo da poter attingere alle provvidenze previste dalle misure «Por Campania» 2000-2006 e dalla legge 488/92. I destinatari delle misure cautelari di custodia in carcere sono Filomeno Ferritto, ingegnere 50enne di San Gregorio Matese, già sindaco del comune matesino fino all’anno 2006; Antonio Montone, 39enne di Castello del Matese, geometra titolare dell’omonimo studio, attuale sindaco di Castello del Matese; Stefania Rossetti, 41enne di Piedimonte Matese, ex segretario comunale dsi San Gregorio Matese e attuale Segretario Comunale di Pietramelara; Liberato Loffreda, 40enne di San Gregorio Matese, gestore dell’Agriturismo la Falode; Carlo Fiorillo, di Caserta, ingegnere 40enne ed ex Responsabile dell’Ufficio Tecnico del Comune di San Gregorio Matese; Pietro Montone, da Castello del Matese, geometra di 38 anni, attuale responsabile dell’Ufficio Tecnico del Comune di Letino ed ex membro della Commissione Edilizia Integrata del Comune di San Gregorio Matese. E ancora: Mario Cefarelli, da San Potito Sannitico, ingegnere di 52 anni, ex membro della Commissione Edilizia Integrata del Comune di San Gregorio Matese; Giovanni Spinosa, chiamato Giancarlo, geometra 39 anni di Piedimonte Matese, ex membro della Commissione Edilizia Integrata del Comune di San Gregorio Matese; Patrizia Loffreda, casalinga 40enne di San Gregorio Matese, ex membro della Commissione Edilizia Integrata del Comune di San Gregorio Matese; Ennio Ciccarelli, agricoltore 62enne di San Gregorio Matese, ex membro della Commissione Edilizia Integrata del Comune di San Gregorio Matese. (art del 16 marzo 2007- Fonte: Caserta sette)