Alife(Ce)- (di Enzo Perretta)Al via dallo scorso lunedì il ciclo di cure termali per oltre 100 cittadini di Alife programmato dall’amministrazione comunale retta dal sindaco Roberto Vitelli, su proposta dall’assessore ai Servizi Sociali Raffaele Rao. L’iniziativa a favore degli anziani rientra nell’ambito del programma di servizi sociali di cui alla Legge 328/2000 e durerà fino al prossimo 13 giugno, due settimane durante le quali i cittadini potranno usufruire gratuitamente del servizio offerto dal Comune. Dopo la recente escursione a Pompei con la visita al Santuario e agli scavi archeologici, il ciclo di cure si sta svolgendo presso lo stabilimento termale di Telese Terme e, nel corso dello stesso, l’amministrazione comunale farà visita agli anziani e verificherà da vicino la qualità e l’efficacia del servizio, oltre che il grado di apprezzamento dell’iniziativa sociale attuata dal Comune. Le cure termali erogate saranno: bagni per le malattie dermatologiche; bagni per le malattie artroreumatiche; fanghi e bagni; fanghi e docce di annettamento; idromassaggi; cure inalatorie; cure per la sordità rinogena e ventilazione polmonare. Gli anziani, previa esibizione dell’ECG di data recente, potranno effettuare anche la fango-balneoterapia. Per sabato 13 giugno, ultimo giorno del ciclo, a seguito del compimento della terapia giornaliera, sarà offerto un pranzo in favore degli oltre 100 nonnetti alifani che hanno partecipato all’iniziativa messa in campo dall’ amministrazione Vitelli. Continua a leggere

Annunci

Comitato Olpac risponde a VitelliAlife(Ce)- Comitato Olpac (via Olivetole e Paficico) di Totari frazione di Alife, in merito all’ultimo comizio elettorale tenuto in località Totari da parte della lista ‘Toro’ risponde alle accuse del Sindaco  uscente Roberto Vitelli (attualmente ricandidato come consigliere nella lista Toro con Fernando Iannelli) Continua a leggere

Alife(Ce)- (di Enzo Perretta) Nessun aumento dei tributi comunali vi sarà ad Alife anche per l’anno 2009. L’Amministrazione comunale retta dal sindaco Roberto Vitelli, per il sesto anno consecutivo, ovvero da quando nel giugno 2004 si è insediata alla guida della città, ha deciso di confermare le stesse tariffe, aliquote di imposte, tasse e tributi locali dello scorso anno, non aumentando la tassazione comunale. Pur di fronte ai continui tagli dei fondi ai Comuni da parte dello Stato, che ormai destina sempre meno soldi agli Enti Locali costringendo questi ultimi ad aumentare le imposte comunali, ed in presenza dell’abolizione dell’Ici decisa dal Governo Berlusconi che di fatto costringe i comuni a fare a meno di importanti risorse che rappresenta quasi il 40% delle entrate annuali, l’Amministrazione Vitelli ha tenuto fede alle promesse fatte nell’ultima come nell’attuale campagna elettorale di non aumentare la pressione fiscale nei confronti dei cittadini alifani. Alla luce di tanto, sono state confermate le tariffe per la Tassa di Smaltimento dei Rifiuti Solidi Urbani (TARSU), a differenza di quanto avviene in altri comuni limitrofi dove la tassa sui rifiuti è aumentata in maniera esponenziale e nonostante la recente legge nazionale avesse stabilito di porre a carico dei cittadini l’intero costo del servizio “porta a porta”. Continua a leggere

Alife(Ce)- (di Enzo Perretta) Sussidi economici in arrivo per oltre 80 famiglie alifane che ersano in particolari condizioni di bisogno. Su iniziativa dell’assessore alle Politiche Sociali Raffaele Rao, l’amministrazione comunale retta dal sindaco Roberto Vitelli ha avviato anche per quest’anno il progetto del Contrasto alla Povertà con il chiaro obiettivo di contrastare situazioni di disagio e povertà estreme. In tale ottica, sono stati previsti interventi volti a perseguire l’integrazione sociale e l’autonomia economica dei soggetti e delle famiglie attraverso programmi personalizzati volti ad affrontare adeguatamente le svariate problematiche della nostra realtà collegate a condizione di povertà estrema. I destinatari degli aiuti comunali saranno oltre 80 capifamiglia in condizioni di povertà ed emarginazione sociale, per i quali è previsto l’inserimento nelle attività sia di sostegno primario e di avvio ad attuazione del reinserimento sociale e lavorativo. L’amministrazione Vitelli ha scelto di privilegiare i nuclei familiari che si trovano in condizione di “Povertà assoluta”, ovvero che non hanno alcun reddito familiare e pertanto sono impossibilitati a provvedere al mantenimento proprio e dei figli); “Povertà oggettiva” intesa come povertà ed indigenza misurabile oggettivamente; “Povertà relativa”, Continua a leggere

Alife(Ce)- (da Enzo Perretta) Monumenti aperti in città in questo ponte del 1 maggio. Su iniziativa dell’ amministrazione comunale retta dal sindaco Roberto Vitelli, dietro impulso dell’assessore al Patrimonio Storico e Archeologico Alessandro Parisi, e della Soprintendenza ai Beni Archeologici delle Province di Napoli e Caserta, da oggi a domenica sarà possibile visitare sia il Museo Archeologico  Alifano ed il Mausoleo (foto 1), che l’Anfiteatro romano (foto 2) ed il Criptoportico (foto 3) inaugurati lo scorso sabato dopo essere stati riportati alla luce a distanza di secoli anfiteatro-romano-di-alifesepolti sotto terra. Per tre giorni, dalle 9 alle 12 del mattino e dalle 16 alle 22 della sera, i visitatori potranno accedere all’interno delle aree dove si trovano gli imponenti monumenti archeologici alifani ed ammirarli in tutto il loro splendore, oltre che godersi i reperti unici custoditi all’interno del Museo. Testimonianze viventi della storia millenaria di una città che ora si mette in mostra nel primo week-end post recupero dell’amphiteatrum e del cryptoporticus di Alife Romana quale nuova scoperta. Il Criptoportico si presenta come un grande ambiente sotterraneo, con struttura ad “U”, con ciascun braccio suddiviso da un doppio ambulacro in due navate coperte da volta a botte e divise da pilastri rettangolari. I due bracci longitudinali criptoportico-alifano1misurano circa 28 metri, quello trasversale circa 45. Il monumento è ubicato nel quadrato nord-est della città romana, ed è stato realizzato tra l’età tardo-repubblicana e l’inizio dell’età imperiale. L’ Anfiteatro Romano, individuato già dal 1967 grazie a foto aeree e a saggi di scavo, era il quarto più grande anfiteatro dopo il Colosseo, quello di Pompei e quello di Capua. Aveva un asse maggiore di 48 metri Continua a leggere

amato-e-vitelliAlife(Ce)- (Di Enzo Perretta) Sarà rifatta anche sull’ ala nuova della scuola elementare di Via Fiume la impermeabilizzazione del tetto. A seguito della risistemazione, nelle scorse settimane, della copertura del plesso scolastico preesistente di Porta Fiume, l’amministrazione comunale retta dal sindaco Roberto Vitelli, su proposta dell’ assessore delegato alla Pubblica Istruzione e all’Edilizia Scolastica Antonio Amato, ha disposto la realizzazione con somma urgenza anche dei lavori di coibentazione del nuovo edificio sorto accanto a quello vecchio e fatto costrscuola-elementare-porta-fiumeuire negli ultimi anni dall’Amministrazione Vitelli. La Giunta ha stanziato dal proprio bilancio comunale la somma di 31 mila euro, Continua a leggere

vitelli-sarro-e-parisi-a-inaugurazione-anfiteatro-e-criptoportico-alifano
 In esclusiva  per il nostro portale  l’intero reportage fotografico della cerimonia di inaugurazione realizzato dal Fotoreporter Andrea Pioltini. Per visualizzarlo visitare la pagina dei “Reportage fotografici di Alto Casertano-Matesino & d“(cliccare sulla scritta in alto dell’ Home page del portale. Il reportage figura al n°37 dell’elenco)

Alife(Ce)- (di Enzo Perretta) “Oggi è il giorno della rinascita culturale della città di Alife”: è racchiuso in questa frase pronunciata dall’assessore al Patrimonio Storico e Archeologico Alessandro Parisi  (foto 1 il prianfiteatro-romano-di-alifemo da dx) il significato profondo della giornata storica e, nello stesso, memorabile vissuta ieri dall’intera comunità alifana che, dopo secoli trascorsi tra l’incuria mista alla totale assenza di conoscenza, ha potuto finalmente vedere e toccare da vicino l’Anfiteatro ed il Criptoportico, i due imponenti siti archeologici testimoni della millenari storia di Alife riportati alla luce grazie all’ amministrazione comunale retta dal sindaco Roberto Vitelli (foto 1 il primo da sx) . In una sala consiliare stracolma fino all’ inverosimile, alla presenza anche del senatore della Repubblica Carlo Sarro (foto 1 al centro ) , del Soprintendente ai Beni Archeologici per le Province di Napoli e Caserta Mario Pagano, del direttore del Museo Archeologico Alifano Stanco e del responsabile regionale del Progetto Integrato “Direttrice Monti Trebulani-Matese” Ranauro, il sindaco Vitelli e l’assessore Parisi hanno ripercorso le tappe di un lungo percorscriptoportico-alifano1o avviato nel 1977, quando per la prima volta furono scoperte le sembianze di un Anfiteatro sotto terra, e conclusosi solo nel 2003 quando sono stati finanziati per oltre tre milioni e mezzo di euro i lavori di recupero e valorizzazione dei due siti archeologici inseriti, su proposta dell’ amministrazione Vitelli, nell’ambito del Pit. Continua a leggere